News in tempo reale

Impianto di Massa d’Albe, il Pd fa il punto sul progetto e prepara un’assemblea pubblica

Massa d’Albe. Impianto per il trattamento dei fanghi industriali a Massa d’Albe: il Pd fa il punto con rappresentanti istituzionali locali e cittadini. Il segretario provinciale Mario Mazzetti ha incontrato insieme al primo cittadino di Massa, Giorgio Aldo Blasetti, al vice segretario del Pd Francesco Piacente, ai consiglieri regionale Giovanni D’Amico e Giuseppe Di Pangrazio, al primo cittadino di Scurcola, Vincenzo Nuccetelli, e a un giornalista della testata Marsicanews.com una delegazione di cittadini di Massa e Magliano e alcuni membri del comitato. ” Tutti hanno concordato la necessità di porre all’attenzione della Regione un impegno disatteso in questi anni: cioè definire il fabbisogno regionale  di impiantistica per il trattamento dei rifiuti organici”, ha commentato il segretario provinciale Mazzetti, “gli impianti privati che intendono muoversi in questo settore devono in ogni caso essere ricompresi all’interno di una pianificazione regionale e non autorizzati senza l’analisi del mercato e la valutazione delle necessità intraregionali ed extra regionali. Cosa più sana sarebbe che l’impiantistica fosse almeno in parte di proprietà pubblica. Il Pd in tal senso si è impegnato  per ribadire la necessità di una forte azione impianto massa d'albenei confronti della Regione affinchè sia finalmente stabilita una precisa strategia territoriale. Detto ciò, al fine di promuovere un corretto ascolto dei dubbi e delle perplessità che la cittadinanza ha sollevato,  il PD ha chiesto l’impegno ai rappresentanti del comitato di riassumere e documentare sinteticamente le loro istanze sul progetto presentato e, al Sindaco, di rendersi disponibile a valutare punto per punto con la massima serenità la validità o meno delle questioni che saranno sollevate. Il tutto nella necessità di rispettare la vocazione del territorio interessato dal progetto tra il sito archeologico di Alba Fucens e il Parco Velino Sirente. Tutto questo al fine di corrispondere alle preoccupazioni dei cittadini, cui la politica ha il dovere di prestare una grande attenzione, nonché di tutelare anche le amministrazioni locali che in un tale quadro regionale di gestione dell’impiantistica per i rifiuti rischiano di non poter svolgere un ruolo di tutela decisivo per il futuro del proprio territorio. L’impegno di tutti è stato quello di rivedersi tra pochi giorni per continuare l’approfondimento”. Il Pd provinciale inoltre ha proposto di svolgere proprio a Massa  un incontro pubblico per trattare le tematiche regionali prima descritte e anche per avviare una riflessione su come gli organi preposti pianificano il controllo sulle attività di estrazione da cava così come richiesto dal sindaco.