News in tempo reale

Il presidente Santilli risponde al consigliere Di Stefano: solita opposizione poco costruttiva

Celano. “Mi spiace constatare che, come al solito, dal consigliere comunale di Celano, Antonello Di Stefano, continuino ad arrivare solo sterili polemiche anche in occasioni come queste dove, anziché esprimere soddisfazione per un’opera importante che si andrà a realizzare in un punto strategico della nostra città, preferisce utilizzare il metodo dell’opposizione non di certo costruttiva”. Così il presidente del consiglio provinciale dell’Aquila Filippo Santilli replica alle affermazione del consigliere comunale del Pd di Celano Antonello Di Stefano. “Vorrei ricordare che questo intervento insieme all’opera completa che vedrà la realizzazione di altre due rotatorie (bivio Museè Paludi e bivio Aielli) grazie alla sinergia avuta con l’Anas, che è il primo finanziatore dell’opera, è frutto di un impegno forte della Provincia dell’Aquila, con a capo il Presidente Antonio Del Corvo, che ha stanziato 1.750.000€ – afferma Santilli – ritengo inoltre che le sue continue affermazioni in Filippo Santillimerito alla non risoluzione del problema, non solo possano offendere ripetutamente quei professionisti che hanno lavorato con accuratezza alla realizzazione del progetto, ma in tempi come questi dove i finanziamenti sono sempre minori, si rischia, in caso di rallentamenti dell’iter, che possano essere dirottati altrove. A differenza di quello che lui proclama, non si sta recitando nessuna parte considerando che noi ai fatti ci siamo già passati anzi, si stanno dando le giuste risposte a quelle che erano i nostri impegni elettorali, ma forse – continua Santilli – il consigliere Di Stefano era abituato alla vecchia presidenza della provincia quando dalle nostre parti non ricordo sia arrivato mai un euro. Do la mia assoluta disponibilità ad un incontro con i residenti, ma ricordo che nell’articolo apparso giorni fa sulla stampa, sono stati proprio loro già a scegliere: accelerare per la realizzazione dell’opera, criticando la sua osservazione tecnica che – conclude Santilli – potrebbe rallentare l’iter procedurale danneggiando così il territorio e l’intera città”.