News in tempo reale

Il Parco Velino-Sirente partecipa alla festa nazionale dell’albero 2019 con un proprio evento. Coinvolta la scuola primaria di Ovindoli

Rocca di Mezzo. “Portiamo verde e bellezza nelle città piantando nuovi alberi. Nei giardini delle scuole, nei parchi pubblici, nelle aree abbandonate al degrado”. Nelle parole vi è l’obiettivo dell’ente Parco Regionale Sirente-Velino per il prossimo evento in programma.

“Il Parco Regionale Sirente Velino, nell’ambito dell’evento nazionale Festa dell’Albero 2019 del 21 novembre, che ha lo scopo di promuovere l’importanza del verde per contrastare le emissioni di CO2, l’inquinamento dell’aria, prevenire il rischio idrogeologico e la perdita di biodiversità, partecipa all’evento nazionale con un proprio programma, coinvolgendo la scuola primaria di Ovindoli”.

“Ogni anno – ricorda l’ente Parco – Legambiente in occasione di questa ricorrenza invita i giovani e giovanissimi studenti delle scuole italiane a mettere a dimora giovani alberi per riqualificare aree degradate, per fare più belle e verdi le nostre città”.

PROGRAMMA RIVOLTO AGLI ALUNNI DELLA SCUOLA PRIMARIA DI OVINDOLI
• Ore 10:30 Saluti e presentazione dell’attività.
• Ore 10:40 Piantumazione giovani alberi.
• Ore 11:00 Conclusioni e intervento del Commissario del Parco Regionale Sirente Velino

Le attività saranno svolte da educatori della cooperativa Ambecò che gestisce in A.T.I. con la cooperativa Sherpa il Centro di Educazione Ambientale del Parco. Con questa iniziativa il Parco intende sensibilizzare la cittadinanza, attraverso i bambini, sull’importanza di difendere il nostro patrimonio arboreo.

“La piantumazione degli alberi è stata pensata come momento di educazione ambientale” afferma il
Commissario del Parco Dott. Igino Chiuchiarelli “per spiegare ai ragazzi che gli alberi garantiscono le vita di tutti noi su questo pianeta. Bisogna creare una sana coscienza ecologica nelle generazioni future che si troveranno ad affrontare problemi ed emergenze ambientali sempre nuovi e su scala globale”.