News in tempo reale

Il giudice reintegra una operaia dopo il licenziamento, ma l’azienda non la fa entrare

Avezzano. Il giudice reintegra una dipendente, ma l’azienda non la fa rientrare. “Il rispetto delle decisioni del Giudice del Lavoro del Tribunale di Avezzano non interessano l’Azienda LFoundry”, hanno spiegato gli avvocati Alessandro Felli e Stefania Antidormi, “infatti nonostante l’ordinanza del Giudice del Lavoro avesse disposto la reintegra della lavoratrice D.M.P. nel posto del lavoro alle dipendenze della Clean Service ditta appaltatrice per i servizi di pulizia presso LFoundry, alla dipendente è stato impedito l’accesso micron (7)in azienda anche alla presenza delle forze dell’ordine intervenute in seguito alla sollecitazione della signora e ciò con la sola apparente giustificazione che la stessa “non sia gradita” alla LFoundry (ex Micron). Tutto ciò, a nostro avviso, è sconcertante poiché, viene violata una disposizione del Giudice del Lavoro, ormai passata in giudicato. Evidente la discriminazione. Riteniamo, a questo punto, che in uno stato di diritto l’atteggiamento antidemocratico di chi voglia sostituirsi alla giustizia debba essere bandito”.