News in tempo reale

Il covid si porta via il baritono Giorgio Gatti, Sante Marie saluta il suo cittadino onorario

Sante Marie. L’amministrazione comunale di Sante Marie, con profondo cordoglio, si stringe alla famiglia del suo cittadino onorario, Giorgio Gatti, per la sua prematura scomparsa. Gatti, baritono di fama internazionale nato a Poggio a Caiano, si è spento ieri all’età di 72 anni all’ospedale Policlinico di Roma dove era ricoverato dopo aver contratto il covid. Sposato con la nota pianista e clavicembalista Maria Teresa Conti, originaria di Sante Marie, nel 1997 era stato insignito del riconoscimento di cittadino onorario di Sante Marie per il suo profondo legame con il paese.

Sempre disponibile, cordiale e curioso degli usi e costumi di Sante Marie amava trascorrere diversi mesi, soprattutto in estate, nella sua abitazione nel centro storico del paese da dove spesso lo si sentiva esibirsi insieme alla sua amata moglie. Tante sono state le occasioni in cui Gatti ha messo la sua professionalità a servizio del paese, soprattutto in occasione del concerto Ail in memoria di “Piero D’Eramo” nato proprio grazie alla sua collaborazione e a quella di Maria Teresa.

“Era il 1997 quando in consiglio comunale di Sante Marie gli conferimmo la cittadinanza onoraria”, ha commentato il sindaco Lorenzo Berardinetti, “il baritono Giorgio Gatti era un amico di Sante Marie. Un grande professionista, una persona socievole, sempre disponibile e cordiale con tutti. Oggi con grande tristezza saluto un amico che ci ha lasciato. Ti ricorderemo sempre con grande affetto”. Gatti riposerà a Sante Marie nella tomba di famiglia. La data dei funerali non è stata ancora fissata.

“Mi spiace annunciare la scomparsa di Giorgio Gatti”, ha precisato il maestro, Lorenzo Tozzi, per molti anni direttore artistico del Festival di Mezza Estate, “un amico e un’artista che tanto ha dato con entusiasmo ed altruismo alle prime eroiche edizioni del Festival di mezza estate. Riposa in pace in un coro di angeli. Ciao, Giorgio”.