The news is by your side.

Il brand Trieste Pizza arriva in città e dichiara: restyling centro fondamentale per la nostra scelta

Avezzano. Approda nel cuore della città il brand tutto “Made in Abruzzo” Trieste Pizza. È attesa per metà giugno l’apertura di una nuova attività commerciale che dopo il successo ottenuto a Pescara, Francavilla al Mare, Silvi Marina, Roma, Milano, L’Aquila ma anche, Londra e Madrid, ha scelto il centro di Avezzano, riqualificato e così più attrattivo, per proporre “la storica pizzetta di Trieste”, esportata ormai in tutto il mondo da Gabriele Ciferni erede dalla tradizione della famiglia pescarese che va avanti dagli anni ’50.

L’investimento imprenditoriale è di Francesco D’Angelo, già titolare dei negozi Vepafarm e Animalfarm, con sedi operative ad Avezzano, L’Aquila e Roma. L’attività occuperà 140 metri quadrati e andrà a nascere tra i negozi del centro, in locali rimasti sfitti da tanti anni.

“Abbiamo lavorato sull’operazione immobiliare per oltre un anno”, spiega Francesca Antidormi della Immobiliare Servizi, “abbiamo sottoposto al brand, che si affaccia su un panorama internazionale, diverse location e quella che ha ottenuto il massimo punteggio è risultata quella in centro. Perché risponde a tutti i canoni che l’azienda cerca anche in vista della riqualificazione che si sta operando sull’area”.

Ed è così che il marchio ha scelto non un centro o un parco commerciale ma il cuore della città, Piazza Risorgimento, nella sua nuova veste, più bella per i giovani del posto ma anche per chi viene da fuori.

Trait d’union tra il brand e l’imprenditore marsicano, che da anni è lanciato anche nel mondo dell’e-commerce sono le “Patate del Fucino”, prodotto che D’Angelo da tempo fornisce al franchising tramite marchi rigorosamente registrati. Intanto vanno avanti i lavori sulla pavimentazione del tratto di via Corradini. Il disegno, così come la scelta dei materiali, proseguono le linee guida già stabilite con il progetto di restyling della fontana.

Gli “usurati” cubetti di porfido saranno sostituiti da lastre in travertino rapolano chiaro, così da dare continuità alla porzione superiore della piazza i cui confini si sposteranno fino al bordo del marciapiede. Sono poi in arrivo 10 panchine in marmo bicolore.Agli incroci ci sarà anche la pietra lavica. Con il mix dei due materiali si realizzerà l’effetto di un tappeto decorato con una versione “geometrizzata” della Chimera dei Marsi.

Per la nuova attività commerciale sono ancora aperte delle posizioni lavorative.
Per candidarsi: recruiting@farinartigianale.it

Potrebbe piacerti anche