News in tempo reale

I disegni dei bambini dell’asilo nido a difesa del lupo grazie a un progetto del Wwf Abruzzo montano

Avezzano. L’associazione Wwf Abruzzo Montano, in collaborazione con La banda dei birichini, nido d’infanzia e scuola materna di Avezzano, prosegue la campagna di sensibilizzazione a difesa del lupo, minacciato dal piano di abbattimento legale in discussione in questi mesi. Il progetto – coordinato dall’insegnante nonché socia Wwf Roberta D’Ambrosio – ha visto l’impegno entusiasta di tutti i bambini, che hanno colorato i disegni in maniera impeccabile, considerata la loro tenera età! Il Wwf Italia dal 1971 è in prima linea per la difesa del lupo, predatore fondamentale per i nostri ecosistemi, e continuerà sempre ad opporsi contro l’abbattimento selettivo, che non può essere la soluzione ai problemi di coesistenza con le attività umane agricole e zootecniche. La bibliografia scientifica dimostra come gli abbattimenti non riducano né i danni né i conflitti: si risponde alle istanze delle parti più retrograde degli operatori del settore, attraverso una soluzione che peraltro è estremamente pericolosa per una specie che viene già duramente colpita da bracconaggio e uccisioni accidentali.

“Ogni anno, infatti”, ha spiegato i responsabili del Wwf Montano, “in Italia vengono ritrovati circa 300 lupi morti per bracconaggio, bocconi avvelenati, lacci e incidenti stradali. Per il Wwf il nuovo Piano per la conservazione e gestione del lupo deve dare priorità agli interventi per la prevenzione e il giusto risarcimento dei danni subiti dagli allevatori, al contrasto del randagismo canino e dell’ibridazione cane–lupo, nonché alla ricerca scientifica per determinare lo stato della specie. Gli studi dimostrano che le tecniche di prevenzione dei danni (recinzioni elettrificate e cani da guardia), unite alla corretta attività di informazione, sono la soluzione più efficace per garantire la
convivenza del lupo con la zootecnia”.