The news is by your side.

Ingredienti semplici che si combinano con creatività: così si infiamma la pizza di Je Tizzone

161

Je tizzoneStiamo per dare il via a una serie di appuntamenti che vedranno come protagonista “Je Tizzone“: la braceria/pizzeria di Scurcola Marsicana. Il nome non vi sarà nuovo per due motivi: il primo perché ve lo abbiamo già presentato sui nostri canali a ridosso dell’inaugurazione (per maggiori info clicca qui). Il secondo perché, anche se in poco tempo, sta richiamando l’attenzione di chi di carne e pizza di qualità è un vero appassionato.

La storia di Je Tizzone si contraddistingue già dal principio: il 22 ottobre 2020 si registra la data di apertura del locale. Il 26 ottobre 2020 viene firmato un nuovo DPCM che prevede la chiusura delle attività di ristorazione dalle 18. Una partenza col botto, come si suol dire.

Andrea Di Stefano e Alessandro Galassi, però, non hanno perso un minuto del loro tempo, studiando il giusto modo per arrivare dai clienti e iniziare a farsi conoscere. E’ così che hanno pensato di attivare il servizio di asporto, che ancora oggi garantiscono dalle 18 alle 22. A pranzo, complice la zona gialla, invece, anche se con l’uso dei vari dispositivi di protezione, ci si può sedere a tavola.

Je tizzoneCosa aspettarsi da Je Tizzone?

Rispondere a questa domanda sarà il nostro obiettivo per i prossimi mesi: raccontare i piatti, le ricette, gli abbinamenti, i prodotti di qualità e prepararvi sul tipo di esperienza che andrete a realizzare quando varcherete la porta del ristorante.

Prima di tutto ciò, però, è necessario fare le presentazioni. E oggi vi faremo conoscere Andrea, che vive la cucina del ristorante come vive casa propria.

Andrea è un giovane imprenditore che, a differenza di molti, ha abbandonato sin da subito la strada che porta al tanto ricercato “posto fisso”. Anzi, dopo averla trovata – per ben due volte – l’ha volontariamente rifiutata.

Perché? Vi starete chiedendo. Per inseguire il suo sogno di diventare pizzaiolo e aprire una sua attività. E così, detto – fatto! Dopo essersi spostato a Roma per intraprendere un percorso con la l’Associazione Pizzeria Italiana (una scuola nazionale di pizza), si è appassionato ed è tornato in Abruzzo con l’idea di aprire un’attività: Je Tizzone.

Je tizzoneJe Tizzone: Braceria/pizzeria

“Abbiamo voluto creare qualcosa di diverso”, ha affermato Andrea, “specializzandoci in più rami: la carne, la pizza e i primi piatti. Questa scelta è dettata dalla volontà di rispondere alle esigenze dei clienti. Di un gruppo di persone che vogliono mangiare insieme ma piatti diversi in un unico luogo. Inglobiamo quindi più settori per dare alternative a chi viene a trovarci. Non troppe, perché devono essere di qualità“.

La scelta del nome  

“Il nome”,  ci ha raccontato, “proviene dall’immagine di un ciocco di legno che arde. Noi, a differenza di numerosi professionisti, abbiamo un forno a legna che non va a gas; viene alimentato con la sola legna. E’ un procedimento sicuramente più complesso ma i risultati sono diversi”.

L’arte del cucinare

“Per me”, ha continuato,”cucinare è come realizzare un’opera d’arte perché dalla farina vengono fuori numerose creazioni. Non è un lavoro, come pensano in molti, monotono, è creativo. Basta un pizzico di sale in più o qualche minuto in più o in meno di cottura e si deve riniziare da capo. Il valore del cibo alla fine dei conti lo dà il cliente. E al cliente lo trasmetti attraverso la storia dell’impasto, nel caso della pizza”.

Per maggiori informazioni o prenotazioni: +39 349 551 6442

#adv #advertising