The news is by your side.

Galà sinfonico al castello Orsini per la conclusione della rassegna “i suoni dell’arte”

7

arteficio emilia di pasquale Avezzano. Come ultimo appuntamento della rassegna artistico-musicale “I suoni dell’Arte”, organizzata dall’associazione culturale ARTEFICIO, stasera alle ore 21.15 pressò il castello Orsini si terrà un Galà sinfonico.

La rassegna, aperta il 23 Luglio dalla prestigiosa ITALIAN BRASS BAND nella splendida cornice della Chiesa di S. Giovanni a Celano, ha poi visto gli altri concerti dell’ A.F.O. ensemble, il Chimera Ensemble, il Marsican brass quintet e tre musicisti in cerca d’autore. A fare da sfondo le atmosfere magiche del chiostro di S. Francesco a Pescina, la chiesa di S. Maria a Luco dei Marsi, la basilica di S. Cesidio di Trasacco e la chiesa di S. Giuseppe ad Aielli stazione, opere architettoniche della nostra terra che sono state accuratamente illuminate per farne risaltare il fascino. L’associazione culturale ARTEFICIO ha lavorato in sinergia con altri enti ma puntando anche all’espressione artistica di giovani musicisti del territorio. È stata, infatti, una rassegna fatta dai giovani che con grande dedizione hanno dato vita a concerti di grande livello musicale.

Il concerto di chiusura sarà l’emblema di tutto ciò: si esibiranno gli archi dell’Orchestra Filarmonica di Benevento in collaborazione con i fiati della Marsica, per dar vita ad una grande orchestra di circa 40 elementi diretta dalla bacchetta del M° Jacopo Sipari di Pescasseroli. Il giovanissimo direttore d’orchestra, reduce dal grande successo del Festival Pucciniano a Torre del Lago, darà un tocco di estro al concerto, dal programma fresco e brillante, che vedrà anche la partecipazione dei solisti M° Emilia Di Pasquale al pianoforte e M° Giuseppe Iacobucci alla tromba.
In occasione dell’emergenza terremoto è stato deciso, in collaborazione con il Rotaract di Avezzano, rappresentato dal neo Presidente Dott. Oscar Genovesi, di organizzare una raccolta fondi da devolvere alle zone colpite.

Si ricorda che l’ingresso è libero.

@francescoproia