News in tempo reale

Fondi negati al Crab, l’assessore Febbo e il consigliere Di Bastiano attaccano Di Pangrazio

Avezzano. Sull’assegnazione di 400 mila euro al Cotir di Vasto varato dal Consiglio regionale  e sulle conseguenti  polemiche, interviene il Consigliere regionale Walter Di Bastiano. “Lo stanziamento in favore del Cotir, votato all’unanimità da tutta l’Assise regionale e per questo tutti ne erano a conoscenza, non rappresenta una dimenticanza degli altri Centri di ricerca (Crab e Crivea) della nostra regione ma è la conseguenza di alcune esigenze di natura contabile che hanno portato all’utilizzo dei fondi Ria. A questo proposito, il sottoscritto ha incontrato il Presidente Chiodi e l’Assessore Febbo che hanno anticipato di aver predisposto la Delibera di Giunta regionale per l’assegnazione al Crab di fondi per 290.000 euro per l’attività di ricerca e sperimentazione agraria ai sensi del comma 3 dell’articolo 2 della L.R. 53/1997. Prima di gradire “al lupo al lupo” e alimentare inutili polemiche sarebbe opportuno che qualcuno si informi e documenti sull’intero percorso che questa Giunta e questa maggioranza stanno portando avanti. Già dalla prossima settimana le Commissioni Agricoltura e Bilancio inizieranno ad esaminare la nuova Legge sui Centri di ricerca grazie alla quale queste importanti strutture non saranno più indirizzate solo verso l’agricoltura ma verso tutto il sistema economico regionale. Inoltre sarà predisposto un fondo di rotazione a disposizione dei Centri di ricerca (Crab, Cotir e Crivea) di ben 3 milioni di euro. Questo nuovo e innovativo processo attivato dalla maggioranza, è stato anticipato dalla messa a disposizione di ingenti risorse in favore della ricerca e sperimentazione, tramite la Misura 1.2.4 del Programma di Sviluppo Rurale 2007/2013. Si tratta di un percorso che, nonostante le oggettive difficoltà di natura economica, troverà la sua completa attuazione, e la conseguente esaltazione della ricerca di eccellenza, con l’entrata in vigore della nuova Legge e soprattutto con la nuova programmazione relativa al periodo 2014-2020. Il provvedimento è stato votato all’unanimità, con la condivisione di tutte le forze politiche. Voglio precisare con decisione che non c’è stato nessuno scippo ai danni del territorio marsicano e quindi non c’è stata nessuna dimenticanza anzi, stiamo assistendo al rafforzamento di una precisa strategia politica e programmatica”.  “Il sindaco di Avezzano dovrebbe sapere che lo stanziamento in favore del Cotir, è stato votato Crab Avezzanoall’unanimità da tutta l’Assise regionale, compreso il fratello che siede tra i banchi dell’opposizione, e per questo tutti ne erano a conoscenza. Credo che già questo possa dimostrare l’infondatezza di polemiche e allarmi qualunquisti e demagogici”. Così l’Assessore regionale alle Politiche agricole Mauro Febbo risponde alle critiche mosse dal primo cittadino di Pangrazio sullo stanziamento in favore del Centro di ricerca di Vasto. “Il provvedimento – ci tiene a sottolineare Febbo – è di natura strettamente contabile e prevede l’utilizzo delle residuali somme derivanti dal Ria. Inoltre nasce dopo un lungo e approfondito esame delle problematiche legate ai tre centri di ricerca (Crab, Cotir e Crivea) e alla necessità di trovare per gli stessi il dovuto riconoscimento professionale collegato ad una tranquillità economica sia loro sia della Regione, che non è più in grado di erogare finanziamenti, peraltro vietati dalle nuove norme. Ho ribadito sia lunedì scorso in Giunta sia ieri prima in Commissione, poi in Consiglio regionale che c’è una grande strategia politica e programmatoria sui Centri di ricerca regionali che grazie alla nuova Legge non faranno più capo al solo settore agricolo, ma all’intera Regione. Al nuovo Centro unico verranno messe a disposizioni somme importanti per un totale di 3 milioni di euro, come fondo di rotazione. Questo vuol dire che non graveranno più sulle tasche degli abruzzesi ma soprattutto avranno la possibilità di esprimere tutta la loro professionalità potendo partecipare ai bandi Comunitari e Nazionali. Già oggi hanno risposto e si sono visti aggiudicare ingenti finanziamenti attraverso la Misura 1.2.4 del P.S.R. 2007-2013, e stiamo lavorando per “scrivere meglio” il nuovo Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020 all’interno del quale, alla sola ricerca agricola verranno destinati fondi notevoli. Inoltre è già pronta la delibera di Giunta Regionale che prevede lo stanziamento di 310 mila euro, di cui 290.000 per il Crab e 20.000 per il Crivea. Questo provvedimento sarà realizzato ai sensi del comma 3 dell’articolo 2 della L.R. 53/1997 e spero non si voglia polemizzare anche sulla diversità delle cifre che derivano esclusivamente da un fatto legislativo e di rapporto percentuale. Credo che tutti questi importanti elementi siano chiari e inducano chiunque voglia far polemiche e alzare inutili polveroni a documentarsi prima di uscire con le proprie dichiarazioni sui media regionali. Il percorso che la Giunta regionale sta portando avanti – conclude Febbo – segue una precisa strategia politica e programmatica e ribadisco che con questo provvedimento preso dal Consiglio regionale all’unanimità non c’è stato nessuno scippo ai danni del territorio marsicano”.