News in tempo reale

Finanziamenti Celano, Ricci: “Prova delle capacità professionali del nostro comune, spesso messe da parte”

Celano. Parole di soddisfazione da parte del rappresentante dell’opposizione celanese Gaetano Ricci, dopo gli aggiornamenti riguardo i nuovi finanziamenti concessi per il comune marsicano: “Faccio i complimenti al Comune di Celano, in particolare a Luigi Aratari, responsabile dell’ufficio Urbanistica e a Daniela Santilli, per aver permesso con il loro lavoro di far assegnare al nostro comune 3 finanziamenti da 4,3 milioni di euro, che permetteranno la riqualificazione dell’edilizia pubblica residenziale presente nella nostra città. In base a quanto stabilito dal DL n. 59/2021, dal DM del Ministero dell’Economia e delle Finanze del 15 luglio 2021 e dal DPCM attuativo del DL n. 59/2021, fondi PNNR, la Regione Abruzzo aveva predisposto l’avviso pubblico per la concessione di finanziamenti destinati alla realizzazione di Programmi di riqualificazione di edilizia residenziale pubblica. Dalla lettura della graduatoria allegata alla Determina n. 8 del 12/01/2022 del Dipartimento territorio ambiente – ufficio edilizia residenziale della regione – sono stati ammessi a finanziamento 3 progetti presentati dal comune rilevando i punteggi più alti”.

Per il consigliere di minoranza Ricci, del gruppo consigliare per Celano: “Il risultato ottenuto è la prova delle capacità professionali presenti nel nostro comune, spesso messe da parte, che invece dovrebbero essere valorizzate e responsabilizzate affidando loro posizioni apicali oggi vacanti o affidate a tecnici esterni. L’utilizzo di professionisti esterni, purtroppo, è una modalità molto usata nel nostro ente che, secondo me, dovrebbe essere ridotta al minimo permettendo così un notevole risparmio per le casse comunali.  che in questi ultimi mesi sta lasciando il nostro comune; molti dipendenti si sono trasferiti in altri enti. Occorrerebbe, infine, afferma il consigliere comunale, bandire nuovi concorsi pubblici, con i quali le competenze e la meritocrazia sarebbero i criteri oggettivi, per la scelta del personale e non affidarsi, per l’assunzione del personale, ad agenzie di lavoro interinale o a società esterne come, invece, viene spesso fatto dal comune di Celano”, conclude.