News in tempo reale

Fermato mentre getta mobili dalla finestra, marocchino arrestato a Luco per resistenza

Luco dei Marsi. Reagisce violentemente ai carabinieri intervenuti presso la sua abitazione per interrompere una condotta che stava provocando problematiche per l’ordine e la sicurezza pubblica: arrestato A.B., un cittadino extracomunitario di origine marocchina di 42 anni, con “permesso di residenza” in Spagna. E’ successo nella mattinata odierna in Luco dei Marsi quando alla Centrale Operativa della Compagnia Carabinieri di Avezzano perveniva una “segnalazione” circa delle situazioni comportamentali poste in essere da un cittadino extracomunitario in una abitazione posta in via Michelangelo, il quale, sempre secondo la segnalazione, stava “lanciando”, fuori dall’immobile mobilio e altre suppellettili. Prontamente sul posto, anche al fine di tutelare l’ordine e la sicurezza pubblica e per poter comprendere quanto stava accadendo, si recava un equipaggio della Stazione Carabinieri di Luco dei Marsi, impegnato nell’articolato dispositivo di controllo del territorio posto in essere in quel centro anche per contrastare l’immigrazione clandestina e tutte le fenomenologie criminali ad essa correlate, prima fra tutte quella inerente lo spaccio di sostanze stupefacenti. I militari, una volta giunti sul posto, anche allo scopo di poter comprendere i motivi del particolare comportamento segnalato, cercavano di avvicinare l’uomo il quale, con fare minaccioso profferiva dapprima frasi offensive, con un idioma spagnolo, nei confronti degli operanti e in tale contesto poi, in modo estremamente repentino che non ha consentito di poter adottare alcuna difesa sferrava, in direzione dello sterno, un calcio che colpiva uno dei militari intervenuti, scappando all’interno dell’abitazione dove veniva raggiunto e anche qui continuava con la sua condotta antigiuridica, rifiutandosi di esibire un documento di identità e mandando in frantumi una vetrata del portone d’ingresso. Ovviamente i militari, seppure con difficoltà, riuscivano a immobilizzarlo e a condurlo presso la Stazione Carabinieri di Luco dei Marsi per essere dichiarato in arresto. Il militare colpito allo sterno faceva ricorso alle cure dei sanitari senza che fossero riscontrate, per fortuna, gravi lesioni. L’arrestato, dopo le formalità di rito, veniva associato presso la Casa Circondariale di Avezzano a disposizione del Pubblico Ministero della Procura della Repubblica di Avezzano, Dr. Maurizio Cerrato, titolare del relativo procedimento penale. Con tale arresto sono ben 24 quelli operati dai Carabinieri della Stazione di Luco dei Marsi dall’inizio del 2011.