The news is by your side.

Sesto posto per il marsicano Federico Di Felice ai mondiali di Paraclimbing in Francia e ora dritto verso Tokyo

Pescina. Sesto posto ai mondiali di Paraclimbing in Francia per il marsicano Federico Di Felice. Il 31enne di Pescina dopo aver portato a casa la medaglia d’oro al campionato italiano Lead Paraclimbing e molte altre medaglie in tornei e campionati di rilievo è riuscito anche a scalare le falesie mondiali allestite a Briançon tornando a casa con un carico di adrenalina ed emozioni. Una sfida molto importante che è riuscito a vincere grazie alla preparazione sulle montagne marsicane e alla vicinanza della fidanzata Maria Pia Di Pizio che gli è stata accanto durante tutte le gare.

“E’ andata molto bene, è stato un risultato veramente inaspettato che mi ha riempito il cuore di gioia”, ha raccontato il giovane che ogni giorno si divide tra l’assistenza a due ragazzi autistici con l’associazione “Alba onlus” in qualità di terapista professionale e le lezioni di arrampicata sportiva nella palestra degli “Orsi marsicani climbing, “ho affrontato due diversi percorsi di qualifica. Al primo sono arrivato fino in fondo, il secondo invece fino a tre quarti. Molti atleti mi hanno fatto i complimenti soprattutto perché ero alla mia prima esperienza ai mondiali e sono riuscito a piazzarmi bene”.

Di Felice, che ha una disabilità motoria, coltiva la sua passione per l’arrampicata ogni giorno e cerca anche di trasmetterla ai giovani allievi che seguono i suoi insegnamenti e i suoi consigli. “In questo mondiale ho dovuto affrontare non solo la fatica fisica dovuta ai continui allenamenti e alle prove ma anche l’emozione che è stata veramente tanta”, ha continuato l’atleta ancora provato per il grande evento, “nella finale sono stato molto emozionato. Non sono abituato a certe cose, c’erano tantissimi riflettori e tante telecamere che riprendevano l’evento e lo trasmettevano in diretta streaming. Poi c’erano le pressioni del pubblico che gridava e incitava tutti gli atleti. E’ stata un’esperienza veramente unica che difficilmente scorderò”.

Archiviati i mondiali il campione Italiano Lead Paraclimbing e vice campione del master internazionale Paraclimbg ha già un altro sogno nel cassetto: le olimpiadi. Con tutta probabilità questa disciplina verrà inserita tra quelle in programma per Tokyo 2024 e Di Felice vuole esserci a tutti i costi.

Potrebbe piacerti anche

INFORMATIVA: Questo sito si avvale di cookie per finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca il link. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su un articolo acconsenti all’uso dei cookie http://www.marsicalive.it/?page_id=66

Questo sito o strumenti terzi si avvalgono di cookie per finalità illustrate nella cookie policy ( http://www.marsicalive.it/?page_id=66 ). Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie

Accetto