News in tempo reale

Falò dell’Ascensione, torna la tradizione de “Jo Faone” con il Comitato Feste e la Protezione Civile

Tagliacozzo. Tutto pronto per questa sera nella città di Tagliacozzo per i noti falò in onore dell’Ascensione. Il Comitato Festeggiamenti e la Protezione Civile hanno riportato in “luce e fiamme” un’antica tradizione che stava rischiando di perdersi. Saranno organizzati nella città 3 punti fuoco del Comitato Feste: un primo punto nell’aia del Soccorso, nella parte più alta del borgo, grazie all’organizzazione della proloco di Villa San Sebastiano. Il secondo in Piazza Elisa Blasetti con l’organizzazione del Clan e il terzo in Via Lungo Imele con un gruppo di giovani tagliacozzani.  In ogni punto dei falò sarà allestito un punto gastronomico che aprirà alle 17 mentre alle ore 21, avrà inizio la musica live. In verità, ci sarà anche un quarto falò, organizzato dal Nucleo Operativo della Protezione Civile di Tagliacozzo, nel largo di Cambise, in località Giorgina. Da anni, i responsabili dell’associazione portano avanti da soli la tradizione de “Jo Faone”, che prima veniva realizzato in varie zone, poi con il tempo ne era rimasto solo uno.

 

Grazie alle due organizzazioni, oggi la città tornerà ad “ardere” in più punti, proprio come un tempo. In origine la tradizione vedeva protagonisti i fuochi in onore della salita di Gesù in cielo, dopo quaranta giorni dalla Resurrezione. Ovviamente, oggi, la festa ha un profilo molto più pagano. Ad inaugurare la manifestazione saranno i Magic Runner, noto gruppo sportivo della città, che trasporteranno la fiaccola che accenderà tutti i fuochi insieme a un gruppo di giovani ciclisti della zona. La “fiaccola dell’ascensione” partirà alle 19:30 dall’Aia del soccorso scendendo lungo le affascinanti strade del centro storico della città. Per il falò più bello, sarà prevista una coppa in palio in base alla valutazione di una giuria tecnica con la premiazione che avverrà a mezzanotte in piazza dell’Obelisco. @RaffaeleCastiglioneMorelli