The news is by your side.

Commozione a Pescina per il monumento dedicato a Fabrizio Di Nino, vittima dell’uranio impoverito

Grande partecipazione e commozione oggi a Pescina per l’inaugurazione del monumento dedicato a Fabrizio Di Nino, giovane militare vittima dell’uranio impoverito.

L’amministrazione comunale, guidata dal sindaco Stefano Iulianella, ha deciso di donare questo angolo della città in occasione della scomparsa del Sottufficiale dell’Aeronautica Militare Italiana che, a soli 32 anni, venne colpito da una malattia incurabile di ritorno da una missione internazionale in Kosovo.

Durante la mattinata, nella sala conferenze “Centro studi Ignazio Silone”, si è tenuto il convegno “X non dimenticare”, dedicato a Fabrizio e a tutte le vittime dell’uranio impoverito.

Alla conferenza hanno partecipato Angelo Fiore Tartaglia, avvocato esperto in diritto militare, Domenico Leggiero dell’Osservatorio Militare, Vincenzo Riccio e Adamo Ferrara, vittime dell’uranio impoverito e il primo cittadino di Pescina Stefano  Iulianella. A lui è stato dedicato un parco giochi per i più piccoli.

Potrebbe piacerti anche

INFORMATIVA: Questo sito si avvale di cookie per finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca il link. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su un articolo acconsenti all’uso dei cookie http://www.marsicalive.it/?page_id=66

Questo sito o strumenti terzi si avvalgono di cookie per finalità illustrate nella cookie policy ( http://www.marsicalive.it/?page_id=66 ). Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie

Accetto