News in tempo reale

Ex Olit, D’Amico “dalla Regione nessuna risposta per aiutare i dipendenti

Avezzano. “La vicenda  della ex OLIT ha una conclusione amarissima sia per i lavoratori, che per lo sviluppo industriale ed economico della Marsica.” Così il Vice Presidente D’Amico, in una lettera al segretario FIM Cisl Tangredi di Avezzano,  rende pubblica  l’ennesima dimostrazione  del disimpegno  della Giunta Chiodi  relativamente alle  politiche industriali. “Ho perseguito in questi tre mesi  – si legge nella lettera  – l’obiettivo di convincere l’Assessore Gatti ad intervenire per l’ulteriore proroga del periodo di mobilità in deroga dei lavoratori ex OLIT. Purtroppo l’Assessore ed i tecnici dell’assessorato dicono di non poter  intervenire per il caso ex OLIT in quanto dovrebbero  altresì farlo per tutti i lavoratori in analoga condizione in Abruzzo. Cosa per la quale non disporrebbero di risorse sufficienti. Non so se  ciò sia corrispondente a fatti tecnici insormontabili, pur ritenendo che, visto l’abbandono più completo in cui sono stati lasciati i lavoratori ex OLIT, qualche soluzione  si sarebbe potuta  e dovuta cercare”. “La Regione Abruzzo – rileva il Vice Presidente – aveva  pieno titolo per intervenire nella vicenda avendo ‘acquisito’ lo stabilimento ex OLIT, gestito dal Consorzio Industriale di marsicano, anche sulla base di valutazioni economiche e produttive qualificanti come le elevate competenze tecniche del personale.  Questa vicenda dimostra ancora una volta  come  Chiodi e la sua Giunta  si muovano  in totale estraneità dal  territorio e in totale assenza di un progetto di sostegno e  promozione industriale  per la Marsica e per  l’Abruzzo”.