News in tempo reale

Evacuata la scuola elementare di Carsoli, rinvenuti ratti all’interno dell’edificio

SCUOLA ELEMENTARE SCARCELLACarsoli. Mattinata piuttosto intensa  quella di ieri nella Scuola Elementare “Carlo Scarcella” di Carsoli. Durante le ore di lezione è stata infatti individuata nel primo piano dell’edificio,  la presenza di ratti intenti a gironzolare nel seminterrato dell’edificio. Il personale ha prontamente avvertito la Dirigente Scolastica dr.ssa Licia Ippoliti, la quale a sua volta ha allertato il Comune di Carsoli. Il sopralluogo è stato effettuato dalla dr. ssa Sabrina Marzano, responsabile dei Servizi Generali; che avendo accertato quanto dichiarato dal personale docente ha riferito sui fatti al Commissario Prefettizio per le vie telefoniche. Di qui la decisione di sospendere il servizio mensa per la giornata odierna, quindi far evacuare la scuola e  la sospensione delle attività scolastiche in questo edificio per la giornata di oggi. I locali, e l’intero edificio saranno ora oggetto di disinfestazione. Ma i genitori hanno comunque espresso le loro preoccupazioni, in quanto nessuno esclude che i ratti fossero gia’ presenti nei giorni e periodi precedenti. Per cautela, sono state controllate tutte le provviste della mensa, e le pietanze già preparate per il pranzo di ieri. Intanto il Comune di Carsoli attraverso un comunicato ufficiale diramato dalla Responsabile dei Servizi Generali Sabrina Marzano, ha spiegato quanto segue: “Al fine di evitare allarmismi e rendere edotti i cittadini sulle reali condizioni della problematica in oggetto, si rappresenta quanto segue: nella mattinata di ieri 15 Gennaio 2015 nell’edificio della Scuola Primaria sono stati avvistati n° 2 “topolini di campagna” , uno in una classe posta al primo piano dell’edificio e l’altro nel pianerottolo sottostante la scala che porta al seminterrato. I due topolini sono stati catturati dal personale scolastico (bidello) che li ha chiusi in una scatola. Prontamente la Dirigente Scolastica si è recata in Comune, presso l’Ufficio della Scrivente e, successivamente in quello del Segretario Comunale, allo scopo di affrontare al meglio la problematica. E’ stato contattato il Commissario straordinario a cui è stato esposto l’accaduto. Con il Responsabile del Servizio Tecnico Arch. Ziantoni, di concerto con il Commissario Straordinario, si è deciso di emettere un’ordinanza di chiusura per oggi venerdì 16 Gennaio, poi prolungata a lunedì 19 Gennaio 2015. Nel frattempo la Sottoscritta si è recata personalmente presso la Scuola Primaria, soprattutto con l’intento di verificare la situazione presso i locali “cucina” e “refettorio” ubicati nel pian terreno dell’edificio.Da attenta verifica e colloqui intrattenuti con il personale scolastico e con quello addetto alla preparazione dei pasti, si è potuto constatare che mai nessun topo è entrato nei locali refettorio né tantomeno in cucina. Le derrate alimentari, tutte conservate nel rispetto della normativa in materia, sigillate e riposte in scaffali sollevati da terra e/o in frigorifero, erano perfettamente integre. I pasti già in forno erano ormai quasi pronti per i bambini della Scuola Materna di Via Genova, che avrebbero dovuto consumarli alle ore 12.00. La cuoca, con l’ausilio del personale addetto, aveva preparato: bocconcini di pollo infarinati e cotti al forno, insalata di patate e carotine lesse. I bocconcini di pollo, prima di essere posti in forno, erano in frigorifero, pertanto perfettamente conservati e “al sicuro”, così come patate e carote. Vi erano tutte le condizioni per poter lasciare mangiare tranquillamente i bambini ma le insegnanti, contattate telefonicamente, non se la sono sentita di far consumare i pasti ai bimbi, dati anche gli allarmismi che, immediatamente, si erano già diffusi. A quel punto è stata interrotta la preparazione del primo piatto e si è deciso di far uscire anticipatamente i bambini della Scuola dell’Infanzia e di non farli mangiare. Il cibo ormai cucinato, che certamente non poteva essere gettato via, nella consapevolezza della sua sicurezza, è stato consumato dal personale scolastico rimasto nell’edificio, compresa la Dirigente Scolastica e da quasi tutti i dipendenti comunali (compresa la Sottoscritta) che, avendo il rientro pomeridiano, hanno tutti apprezzato e gradito. Quanto sopra per tranquillizzare e, come detto, evitare allarmismi senza, naturalmente, sminuire la portata del problema che il Comune sta affrontando e risolvendo con un’accurata derattizzazione. Purtroppo, la recente pulizia profonda del fiume Turano, ha “liberato” qualche topo di troppo che, senza colpa di nessuno, e, malauguratamente, si è intrufolato nell’edificio scolastico. Ci scusiamo con bambini e con i genitori per il disagio ma si confida nella sensibilità e nella comprensione di tutti, nella consapevolezza che il problema, purtroppo non voluto da nessuno, si sta affrontando e risolvendo.”