News in tempo reale

Europei di Bucarest: un’atleta del Centro Taekwondo Celano vestirà la maglia azzurra

Celano.Europei di Bucarest: un’atleta del Centro Taekwondo Celano vestirà la maglia azzurra e rappresenterà la Nazionale Italiana nella categoria -51 kg. Per Lucilla Chimienti, allenata dai fratelli Cotturone, dopo il successo ai Campionati Italiani e le numerose convocazioni per i raduni con la Nazionale è addirittura arrivata la convocazione per partecipare ai Campionati Europei. I Maestri Ennio, Calvino e Lucio Cotturone hanno messo a segno un altro primato: la prima atleta abruzzese a vestire i panni della Nazionale Italiana di Taekwondo e la prima ragazza della Regione a partecipare ad un Europeo. Traguardo storico per la società celanese e per tutto lo sport Regionale. Lucilla sta svolgendo l’ultima fase di preparazione presso il Centro Sportivo di Preparazione Olimpica di Formia da li poi diretti a Bucarest fino al 27 Agosto. Allenamenti duri, tre al giorno, si inizia a correre alle sette di mattina per poi passare a colpitori, corazze e schemi ripetuti all’infinito. Durante le poche pause, I Maestri Ennio, Calvino e Lucio Cotturone con Cornelio Cristiana 3° classificata e Lucilla Chimienti 2° classificata ai Campionati Italianipranzo e cena, si incontrano pluricampioni di altre specialità, ll’atletica alla scherma. Nel giro di qualche anno i fratelli Cotturone hanno fornito due atleti alla Nazionale Italiana: Manuel Di Stefano che ha partecipato agli Europei di Zagabria ed ora Lucilla Chimienti pronta per conquistare una medaglia agli Europei di Bucarest. Tanti sono gli atleti in grado di raggiungere risultati importanti, afferma Calvino Cotturone, ma bisogna crederci ed impegnarsi quotidianamente, tra l’altro c’è un vivaio di ragazzi molto giovani che hanno tutte le potenzialità per seguire le orme di Manuel e Lucilla. Intanto in molti si stanno organizzando per seguire e sostenere Lucilla in Romania, è il suo Europeo riporterà la sua esperienza nella scuola celanese e molti altri traguardi saranno raggiunti. Forza Lucilla, noi ci crediamo, è arrivato il momento di raccogliere i frutti dei duri e lunghi anni di allenamento.