News in tempo reale

European County Inn, la Marsica in Inghilterra con un progetto per riscoprire le aree rurali

Avezzano. La Marsica in vetrina in Inghilterra. Si è svolto lunedì e martedì  presso il prestigioso Wenteworth Castle del XXVIII secolo e i suoi meravigliosi giardini, (South Yorkshire – Manchester) un evento dedicato ai prodotti, alle offerte turistiche e culturali delle aree rurali d’Europa, territori del buon vivere e della buona enogastronomia. All’evento, finanziato nell’ambito del Progetto “European Country Inn”, mis. 421 dei Piani di Sviluppo Rurale delle Regioni Puglia, Sardegna, Campania, Abruzzo, Romania, Inghilterra, Svezia e organizzato con il coordinamento del GAL MERIDAUNIA, Capofila e il supporto tecnico del GEIE “European Country net”, nonché con il preziosissimo aiuto del GAL inglese EPIP, hanno preso parte numerosi rappresentanti Gruppi di Azione Locale  e aziende italiane ed inglesi. L’evento si è svolto in due giornate, la prima dedicata al territorio del South Yorkshire che presenterà al pubblico italiano le sue produzioni tipiche e le sue offerte turistiche. Nella seconda giornata, sono stati i territori italiani a presentare ad un pubblico selezionato di esperti di settore, sommelier, e buyers inglesi le proprie produzioni tipiche (tra gli altri, olio d’oliva, pasta trafilata al bronzo, sottoli, prodotti da forno, ciliegie, zafferano, Oliva Bella di Cerignola e tanti vini di vitigni autoctoni) e le proprie destinazione.   Sono state inoltre realizzate cene commentate, utilizzando i prodotti delle aziende presenti all’evento. In tali cene e durante i workshop sono illustrate non solo le qualità organolettiche dei prodotti, ma anche la loro storia e tradizione contadina. Le cene sono preparate da cuochi italiani e inglesi che nel, pieno spirito della cooperazione, hanno collaborato nella preparazione di piatti tipici. A chiudere la due giorni uno spettacolo musicale interculturale con gli artisti Luciano Mastracci, Davide Torrente, Rumracket.  L’evento è stato il primo di una serie di iniziative in diversi paesi europei che proseguiranno fino alla fine del 2015, implementando così una rete stabile di territori rurali che, attraverso le proprie “locande tipiche” si scambieranno prodotti e flussi turistici e si promuoveranno insieme sui mercati internazionali.

I GAL del Progetto:

Il progetto, che vede il GAL Meridaunia quale soggetto capofila, coinvolge un importante e variegato partenariato di quindici GAL, tra cui sette GAL pugliesi (Meridaunia, Capo di Santa Maria Di Leuca, Colline Joniche, Daunofantino, Piana del Tavoliere, Terra Dei Trulli e del Barsento, Terre Di Murgia), uno campano (Cilento Regeneratio), uno abruzzese (Terre Aquilane), tre GAL sardi (Terre Shardane, Linas Campidano, Marmille), uno svedese (Leader Lappland), uno rumeno (Bucovina de Munte) ed uno della regione inglese dello Yorkshire (East Peak Innovation Partnership).