News in tempo reale

Esplosione azienda pirotecnica Paolelli: per il pm si trattò di un incidente. Visionati i filmati

Tagliacozzo. E’ stato un incidente a causare l’esplosione dell’azienda pirotecnica Paolelli di Tagliacozzo. A stabilirlo è stato il pm Maurizio Maria Cerrato che, dopo aver visionato i filmati ripresi dalle telecamere di sorveglianza posizionate all’interno della fabbrica al momento delle esplosione ha ricostruito l’accaduto e fatto luce su alcuni punti ancora oscuri di quel 9 luglio che costò la vita a tre persone. L’accertamento tecnico si è tenuto al laboratorio di Siena del consulente tecnico nominato, specialista in balistica, capitano Paride Minervini. Alle operazioni tecniche hanno presenziato, oltre al consulente della procura della Esplosione e vittime di TagliacozzoRepubblica di Avezzano, il consulente tecnico nominato dagli indagati titolari dell’azienda, Giacomo Ruggeri, e il difensore di fiducia Cesidio Di Salvatore. Le sequenze dei filmati registrati, secondo l’avvocato Di Salvatore, contribuiscono a ricostruire la dinamica delle terribili esplosioni e dimostrerebbero l’assenza di ogni responsabilità diretta dei responsabili tecnici dell’azienda. L’esplosione sarebbe infatti stata causata da un caso fortuito. Ora le relazioni del personale incaricato di analizzare in modo più dettagliato i filmati permetterà di fare maggiore chiarezza e di approfondire i particolari legate alle cause specifiche che hanno innescato il processo esplosivo che ha avuto un effetto domino tra le casematte.