News in tempo reale

Elezioni comunali, a Carsoli e Pescina è corsa a due. A Magliano pronto Di Cristofano

Carsoli. E’ ormai certa la corsa a due per la conquista dello scranno comunale a Carsoli. Da una parte ci sarà la lista con a capo il sindaco uscente, Velia Nazzarro, che ha costruito un gruppo coeso partendo proprio dagli amministratori in carica e rinnovando con nuovi volti. Dall’altro, invece, sta scaldando i motori l’ex consigliere comunale, Domenico D’Antonio, già sindaco di Carsoli che ha voluto creare un gruppo prettamente civico in grado di sposare un progetto politico per il paese. Con lui ci saranno alcuni esponenti di matrice civica, poi ritiratosi per senso di responsabilità, e alcuni esponenti democratici. Nelle ultime ore si erano diffuse voci su possibili frizioni interne che però sarebbero già state arginate dalla scelta unanime di sposare insieme una causa senza casacche politiche.

A Magliano de’ Marsi il clima è ancora poco definito. L’ex consigliere provinciale e comunale, Pasqualino Di Cristofano, starebbe cesellando la sua lista “Benvenuto futuro” pronta ormai all’imminente presentazione, mentre gli altri due gruppi, il primo che fa capo alla maggioranza e il secondo che fa capo alla minoranza in carica non avrebbero trovato l’intesa cercata. Gli esponenti dell’uno e dell’altro schieramento avevano provato una fusione che però poi non è andata in porto. Non si esclude quindi che l’opposizione, con il candidato sindaco Marco Di Girolamo, possa continuare da sola la corsa verso le urne.

A Pescina il centrodestra sarebbe pronto a puntare su Mirco Zauri. L’esponente di Fratelli d’Italia, già consigliere comunale, sarebbe la persona di riferimento del gruppo del quale fanno parte Cecilia Marino per la Lega e Maurizio Radichetti per Forza Italia, che già nei mesi scorsi aveva espresso la volontà di camminare unito in vista delle elezioni. Dall’altra parte si sta lavorando per chiudere la lista anche se il nome del candidato sindaco non è ancora stato svelato. La scelta potrebbe cadere tra l’uscente Stefano Iulianella, il vice Tiziano Iulianella e il presidente del consiglio Alfonsino Scamolla