News in tempo reale

E’ morto Jules Karp, psicoanalista americano innamorato della Valle Roveto

Capistrello. Il mondo degli psicoanalisti piange la scomparsa di Jules Karp. Il medico, originario di New York e sposato con Maria Antonietta Lusi, è morto venerdì a Roma. Karp era nato a New York il 1° febbraio 1933, compiuto il servizio militare durante la guerra di Corea a Phoenix in Arizona effettuò gli studi di psicologia e psicoterapia a Manhattan. Nel 1968 si trasferì in Italia dove partecipò da protagonista alle più innovative esperienze terapeutiche maturate nell’ambito delle malattie mentali, soprattutto a Roma nell’ospedale psichiatrico di Santa Maria della Pietà. Qui fu chiamato a collaborare dal prof. Franco Paparo, insieme ad altri colleghi di formazione psicoanalitica, per l’apertura del primo padiglione manicomiale che Incendio nella Valle Roveto, in corso operazioni di spegnimento (3)avrebbe anticipato la riforma della psichiatria medico-ospedaliera, poi nota come “riforma Basaglia”. In quel medesimo contesto professionale conobbe  una sua collega di lavoro, la psicoterapeuta Maria Antonietta Lusi, sorella del primo cittadino di Capistrello Antonino, che sposò nel 1977. Dagli anni ’80 ha esercitato la sua professione anche ad Avezzano, accogliendo nella casa familiare di Capistrello amici e colleghi con i quali amava organizzare incontri e seminari di psicologia. E’ sempre stato naturalmente disponibile al dialogo con tutti tanto da essere molto amato da chiunque lo abbia conosciuto. La moglie Maria Antonietta, i figli Natalija e Morris, i fratelli e la sorella, le cognate, i nipoti e tutti i familiari domani gli daranno l’ultimo saluto a Roma nella basilica di Sant’Agnese fuori le Mura. Subito dopo la salma verrà trasportata a Capistrello dove ci sarà la benedizione e la sepoltura. Karp amava molto Capistrello e la Valle Roveto per questo la famiglia ha deciso di seppellirlo nel cimitero comunale.