News in tempo reale

Cunicoli di Claudio, visita del sottosegretario: “peccato siano opere poco conosciute”

13497782_1003610983087057_8880895401962972917_oAvezzano. Un’importante delegazione ieri ha visitato a porte chiuse il parco dell’Incile e i Cunicoli di Claudio. Dorina Bianchi, sottosegretario di Stato al Ministero dei Beni Culturali e Ambientali e del Turismo e la Principessa Costanza Afan de Rivera Costaguti, diretta discendente dell’Afan De Rivera che contribuì al prosciugamento del lago Fucino. Accompagnate da Giuseppe Di Pangrazio, presidente del consiglio regionale e guidate da Fabrizio Petroni della Soprintendenza d’Abruzzo, hanno potuto visitare i cunicoli romani e l’emissario Torlonia aperti all’occorrenza dal personale del Consorzio di Bonifica e dal presidente Gino Di Berardino. Il sottosegretario di Stato è rimasta molto colpita dall’opera idraulica più importante dell’antichità e ha potuto dialogare a lungo con il consigliere comunale Rocco Di Micco e Augusto Cicchinelli del GAL delle infinite potenzialità inespresse di questo monumento a cielo aperto e delle possibili evoluzioni turistiche. La Principessa, invece, è rimasta molto colpita nel vedere dal vivo l’opera di cui aveva tanto sentito parlare ma non era mai riuscita a visitare. Il suo avo, Afan De Rivera, era stato il geniale ingegnere del Regno delle Due Sicilie che aveva studiato il progetto romano, modernizzato e su cui poggiò le basi l’intera opera del Torlonia. Le due ospiti, parecchio interessate all’intera storia del prosciugamento, alla fine sono state omaggiate da due copie del romanzo “Polvere di Lago” di Francesco Proia, firmate direttamente dall’autore che ha partecipato alla visita guidata. “Noi ci stiamo impegnando, a livello nazionale, a delocalizzare il turismo – ha detto la Bianchi – e crediamo che territori come questo siano una ricchezza reale per il paese”. Il Presidente Di Pangrazio ha invece esaltato la valenza dell’incontro. “La presenza del Sottosegretario Bianchi evidenzia l’attenzione del Governo nazionale verso gli insediamenti storici ed architettonici come quelli avezzanesi che vanno rilanciati sotto il profilo turistico ed economico”.  “Il turismo è l’unico settore che non è andato in crisi e infatti continuano ad aumentare i margini di crescita”, ha aggiunto, “e il nostro Ministero, che vede una forza lavoro di giovani sotto ai 40 anni pari al 65 per cento, è l’unico ministero a non aver subito tagli ma finanziamenti”. Il sottosegretario nel corso della mattinata ha anche visitato alcune opere idrauliche costruite nel Fucino tra gli anni’40 e gli anni ’50 dopo Cristo come i cunicoli di Claudio, costruiti per il prosciugamento del lago. ” Sono opere uniche”, ha commentato, “peccato che siano poco conosciute e per queste ragioni, l’obiettivo del piano nazionale del turismo, che presenteremo a fine luglio, sarà quello di valorizzare piccoli territori storici come questo”.