The news is by your side.

Cosa fare in caso di emergenza? I dipendenti comunali di Avezzano pronti per la giornata formativa dedicata a prevenzione e preparazione

Avezzano. Avere consapevolezza di cosa fare in caso di emergenza, di come coordinare le attività all’interno dell’Ente pubblico e di come comunicare tempestivamente e in modo efficace con la popolazione. Puntare sulla prevenzione e la preparazione dei posti di comando comunali sono gli obiettivi della giornata formativa di domani, 9 novembre, organizzata al Comune di Avezzano, propedeutica all’esercitazione che si terrà il 13 gennaio 2019.

Per tutto il giorno il personale coinvolto nelle funzioni previste dal piano di protezione civile comunale si eserciterà su come gestire l’emergenza in caso di una calamità naturale. Entra così nel vivo il progetto che stanno portando avanti i discenti del Master di II livello O.D.E.M (Prevention and Emergency Management), attivato nell’Università degli Studi dell’Aquila, ideato e promosso dal centro studi Edimas (Emergency and Disaster Management Studies), impegnati nel tirocinio all’interno degli uffici del Comune.

A seguito dei primi incontri avuti con i dirigenti scolastici e gli insegnati ai quali a breve saranno consegnati i depliant, realizzati per gli studenti,che illustreranno quali sono le aree di attesa che coprono tutta la città con le frazioni e che forniranno indicazioni su come ripararsi all’interno delle abitazioni o all’esterno, è ora il turno della formazione ai dipendenti comunali che sono quelli che muoveranno la “macchina” nello stato di emergenza. La giornata si dividerà in due momenti, uno in aula e uno di esercitazione all’interno del Coc e vedrà il coinvolgimento di due esperti che arriveranno dalla Toscana.

Il 13 gennaio sarà il giorno in cui verrà poi coinvolta la popolazione e in cui si testerà il piano di emergenza comunale già esistente, su cui già da mesi si sta lavorando per l’ottimizzazione. Uno apposito team è impegnato nella comunicazione immediata e continuativa diretta ai cittadini, che quel giorno ci sarà attraverso una radiolina che sarà regalata alle famiglie. Il canale di frequenza cui si chiederà di sintonizzarsi è quello di Radio Monte Velino. Tutto questo in previsione di quanto potrebbe accadere quando si è di fronte a una vera emergenza, quando saltano le linee telefoniche e quelle dei dati. La segreteria di coordinamento delle attività è guidata dalla segretaria generale Manuela De Alfieri con la collaborazione del dirigente del settore di Protezione civile, Stefano Di Fabio.

Potrebbe piacerti anche