The news is by your side.

Cosa è necessario acquistare per un neonato

neonatoCosa è necessario acquistare per un neonato?

Se siete da poco diventati genitori e avete intenzione di acquistare tutto il necessario per il vostro bambino, potreste avere qualche difficoltà nel capire cosa sia superfluo e cosa no. La stessa cosa accade se volete fare un regalo a una coppia di amici che ha da poco avuto un bebè: cosa è indispensabile e cosa no?

La regola generale vuole che sia opportuno comprare prima di tutto l’indispensabile, per poi aggiungere di volta in volta ciò che serve successivamente. Vediamo insieme quali sono i prodotti che possono fare comodo in queste circostanze.

Prima del parto

Partiamo subito dal momento in cui la gestante sarà in ospedale: di cosa avrà bisogno? Certamente almeno di una copertina per avvolgere il nascituro, un cappellino e qualche tutina che possa farlo stare al caldo.

Preferite indumenti che non siano colorati e che non abbiano stampe, probabilmente fatte con prodotti chimici, che potrebbero dare fastidio alla pelle sensibile del bambino. Inoltre è opportuno lavarli tutti con un po’ di detersivo, meglio se bio, così da rimuovere sostanze che, a contatto con l’epidermide, possono creare reazioni allergiche.

Dopo il parto

Per portare il neonato a casa dovrete naturalmente acquistare un seggiolino da auto, che è obbligatorio appunto dalla nascita e fino a che il bimbo non raggiunge i 150 cm, ovvero fino all’età di 12 anni circa.

Oggi è diventato obbligatorio munirsi anche di un sistema anti abbandono che, se non è già integrato nel modello che avete acquistato, dovrà essere preso a parte. Dovrete inoltre considerare il gruppo di appartenenza, per non fare errori e ritrovarsi con un oggetto inutilizzabile fino a una certa età.

Dovrete poi pensare a portare il bimbo a spasso: di certo non potrete tenerlo tutto il tempo in braccio, motivo per il quale sarà indispensabile trovare il corretto passeggino. Meglio il trio o il duo? Il primo è abbastanza costoso, ma permette di contare su tre elementi: la carrozzina, l’ovetto e il passeggino.

Questo modello va bene se siete soliti uscire a piedi ma, se invece usate molto l’automobile, meglio il duo, composto da ovetto e passeggino, più pratico e soprattutto meno costoso. Come trovare quello giusto per voi? Considerate i percorsi da fare, la grandezza del baule della macchina e così via, ma un occhio ai consigli d’acquisto online non fa mai male.

Infine, se volete portare a passeggio il bimbo ma volete evitare di spendere così tanto, potrete scegliere una fascia porta bebè tra quelle vendute sul web o nei negozi fisici oppure un marsupio, considerando però che non potrà essere usato sempre, visto che il bambino crescerà e quindi aumenterà anche di peso.

A casa

Non possiamo che pensare inevitabilmente al momento del cambio pannolino: dovrete avere una postazione dedicata, che faccia stare al sicuro il bimbo. A questo punto potrete decidere se creare da soli l’angolo preposto a questa operazione, quindi optare per un materassino sul quale poggiare un asciugamano, oppure acquistare un fasciatoio bello e pronto.

Dovrete poi scegliere i pannolini della giusta taglia prima di farne scorta e munirvi anche di salviettine umidificate e crema per le irritazioni. Le salviette saranno utili anche fuori casa, quando dovrete cambiare il bimbo per un’emergenza.

Importante anche il momento del bagnetto: potreste optare per una vaschetta di quelle vendute un po’ dappertutto oppure prediligere all’inizio il lavabo del bagno. Meglio evitare saponi irritanti all’inizio, in quanto anche la sola acqua potrà essere sufficiente.

Pappa e nanna

Se allattate al seno ma non avete sempre il tempo di farlo, una buona idea è quella di optare per un tiralatte manuale o elettrico, così da avere sempre una scorta di latte pronta. Non dovrà quindi mancare il biberon, meglio se con tettarella anti rigurgito, e uno sterilizzatore per dimezzare i tempi.

Per il momento della nanna basterà la culla, che dovrà però essere dotata di un materassino omologato e di un riduttore per i primi mesi di vita.

Al mare

Importante anche pensare alle vacanze e a far stare bene il bimbo in queste circostanze: evitate di esporlo al sole nelle ore più calde e munitevi sempre di una crema solare a schermo totale, del cappellino e di un ombrellino per ripararlo. 

Per non farlo sentire a disagio, ponete nel passeggino una fodera in cotone, traspirante, che non lo faccia sudare troppo.

Potrebbe piacerti anche

INFORMATIVA: Questo sito si avvale di cookie per finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca il link. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su un articolo acconsenti all’uso dei cookie http://www.marsicalive.it/?page_id=66

Questo sito o strumenti terzi si avvalgono di cookie per finalità illustrate nella cookie policy ( http://www.marsicalive.it/?page_id=66 ). Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie

Accetto