News in tempo reale

Consorzio acquedottistico marsicano, Boccia contro Lusi: a che gioco sta giocando?

Avezzano. Caos al Consorzio acquedottistico marsicano, Boccia contro Lusi: il suo comportamento genera confusione nell’ente. “Qualche settimana fa il sindaco di Capistrello, Antonino Lusi, ha comunicato a tutti i membri del Consiglio di Sorveglianza, a tutti i membri del Consiglio di Gestione, al Direttore del Cam e al Direttore dell’Ato le proprie dimissioni dall’incarico ricevuto dagli azionisti del Cam, (dimissioni riportate da tutta la stampa locale), per dedicarsi completamente al Comune di Capistrello, in dissesto finanziario”, ha spiegato il vice sindaco di Avezzano Ferdinando Boccia, “ora,  come se nulla fosse successo e senza rispettare i termini statutari per la  riunione dell’organismo (8 giorni), convoca il Consiglio di

Ferdinando Boccia (Vicesindaco, Finanze, Patrimonio)
Ferdinando Boccia (Vicesindaco, Finanze, Patrimonio)

Sorveglianza mezz’ora prima della riunione dell’Assemblea ordinaria dei soci chiamata a decidere proprio sulle dimissioni di Lusi da Presidente del Consiglio di Sorveglianza. E la cosa ancor più strana è che Lusi ha inserito all’ordine del giorno del Consiglio di Sorveglianza argomenti che un Presidente dimissionario non poteva e non doveva portare in discussione. Lusi a che gioco sta giocando? Si è dimesso, così come comunicato “via mail” a tutti gli organi del CAM e all’ATO2, oppure, vista la convocazione dell’organismo firmata come Presidente del Consiglio di Sorveglianza, ha altri obiettivi? Il comportamento di Lusi, infatti, aggiunge nuovi elementi di confusione in un Ente in forte difficoltà che, al contrario, ha un estremo bisogno di chiarezza e di impegno da parte di tutti e per quanto riguarda il Consiglio di Sorveglianza di vigilare sull’osservanza della Legge e dello Statuto”.