The news is by your side.

Con Think Tank Agorà il Comune di Avezzano si fa capofila dell’inclusione sociale

Avezzano. Inclusione sociale, formazione e lotta alla povertà, queste le finalità del progetto “Think Tank Agorà” presentato oggi alla sala consiliare del Comune di Avezzano. Quest’ultimo, capofila del progetto insieme agli ambiti di Comunità Montana Marsica 1, Ambito Pelino e Ambito Sangrino, ha vinto il bando della regione Abruzzo “Agorà spazio incluso” con partenariato privato formato da Sportello Europa Abruzzo (che si è occupato della progettazione), Rindertimi, Sicurform, Associazione Prometeo, Cooperativa Prometeo e Territorio e Sviluppo.

Obiettivo prioritario del progetto è quello di contrastare l’esclusione e la povertà sociale attraverso la  creazione di un centro di aggregazione per erogazione di servizi per la formazione e l’inserimento lavorativo, coinvolgendo quanta più gente possibile al fine di creare startup di impresa. Le attività sono rivolte a un massimo di 100 utenti.

Presente, fra gli altri, anche il commissario prefettizio del Comune di Avezzano, Mauro Passerotti, che ha sottolineato come un welfare credibile sia un vantaggio per il territorio intero. Con esso, infatti, il mondo del lavoro e della socialità intera trova notevole giovamento nel raggiungimento di risultati che traggono spunto dalle collaborazioni tra pubblico e privato. Da qui l’appello alle attività di volontariato presenti sul territorio: “aderite alla rete, partecipare e daremo risposte concrete alle piaghe che affliggono la nostra città e la nostra zona” ha dichiarato.

Non solo Marsica, dunque, ma anche Valle Peligna e Alto Sangro per un totale di circa 200.000 indirizzatari del progetto. Volontà precisa, dunque, come più volte ribadito, è quello di garantire un reale e concreto supporto alle categorie più svantaggiate e in difficoltà. Ulteriore e fondamentale necessità è quella di sviluppare una rete capace di supportare le iniziative presenti all’interno della stessa. Uniti per essere forti, quindi, anche e soprattutto nel periodo di crisi che stiamo vivendo.

“Si tratta di un progetto che riguarda soprattutto l’inclusione attiva. La prima cosa che abbiamo deciso è stato dare un nome allo stesso per identificarlo con una sua identità, anche grazie alle numerose collaborazioni in itinere e future” ha dichiarato Rosa Pestilli della Securform Avezzano “dopo le festività di Natale, intorno la metà di gennaio, apriremo anche la sede, messa a disposizione dalla Sicurform. Saranno varie le misure di intervento suddivise su vari filoni. Voucher formativi per 150.000 euro e in base all’analisi del fabbisogno territoriale verrà fuori il profilo formativo al quale attingere. Vi sono anche voucher per servizi vari, come per povertà e invalidi: anche qui ci sarà un catalogo per formatori. Avremo un budget di 90.000 euro. Per l’autoimprenditorialità avremo voucher per 77.000 euro destinate a 10 imprese”. 

Potrebbe piacerti anche

INFORMATIVA: Questo sito si avvale di cookie per finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca il link. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su un articolo acconsenti all’uso dei cookie http://www.marsicalive.it/?page_id=66

Questo sito o strumenti terzi si avvalgono di cookie per finalità illustrate nella cookie policy ( http://www.marsicalive.it/?page_id=66 ). Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie

Accetto