News in tempo reale

Come affrontare l’insufficienza venosa durante l’estate

Gonfiore e pesantezza delle gambe, formicolii, prurito, bruciori, dolori e crampi notturni, capillari in evidenza, alterazioni cutanee, vene varicose e ulcerazioni. Se il tuo corpo manifesta uno di questi sintomi, è probabile che tu abbia a che fare con un’insufficienza venosa. Si tratta di un disturbo caratterizzato da un difficoltoso ritorno venoso al cuore, che in estate tende ad accentuarsi. In questo appuntamento, insieme al team della farmacia Santa Caterina, approfondiremo il tema analizzando cause e rimedi.

Cos’è l’insufficienza venosa e quali sono i sintomi

Quando si soffre di insufficienza venosa, il sangue ristagna nelle vene, le cui pareti si alterano, perdono l’elasticità e i tessuti soffrono perché non vengono ossigenati a sufficienza. Per questa ragione si percepisce un senso di pesantezza delle gambe, soprattutto in corrispondenza dell’arrivo dei primi caldi. Oltre alla pesantezza si possono manifestare: dolore, gonfiore, comparsa di capillari, comparsa di lividi (dovuti alla rottura dei capillari), crampi a riposo e comparsa di varici.

Le cause principali

L’insufficienza venosa è causata spesso da varici, ovvero dilatazioni permanenti della parete delle vene, la cui formazione è in parte dovuta al numero di gravidanze, all’uso di anticoncezionali orali, alla ritenzione idrica, al sovrappeso, alla stipsi cronica e al tipo di lavoro svolto. Le donne sono più colpite da questa malattia vascolare e il fattore più importante di rischio è proprio la familiarità.

I rimedi per curare la patologia

L’attività fisica è sempre un ottimo rimedio per migliorare il flusso sanguigno: anche solo un’ora di camminata al giorno può dare sollievo alle nostre gambe.

Per la prevenzione e la cura di questa patologia, inoltre, sono molte le persone che si rivolgono a medici e farmacisti per la scelta di integratori specifici che aiutino a riattivare la circolazione. Tra i più utilizzati, ci sono quelli a base di Centella asiatica, Vite rossa, Pungitopo o Pilosella.

Oltre a ciò, le tisane e i concentrati liquidi sono ottimi per l’idratazione del nostro fisico, stimolano il sistema circolatorio quando contengono Betulla o Tarassaco con effetto drenante, linfatico e antisettico sulle vie urinarie.
E ancora, altri rimedi che si trovano facilmente in farmacia sono creme, lozioni e gel che hanno il compito di riattivare la circolazione coadiuvando il lavoro dei vasi sanguigni. Ultime – ma non per importanza – le calze terapeutiche, realizzate con fibre molto sottili, traspiranti e trasparenti.