News in tempo reale

Collelongo piange la scomparsa di Cesidio Abruzzo, in paese era “Careca” per la passione per il Napoli

Collelongo. La comunità di Collelongo a lutto per la morte di Cesidio Abruzzo. Aveva 60 anni.

Abruzzo era amato e stimato da tutto il paese, era un uomo sempre allegro e tipico uomo di montagna, era accogliente e buono con chiunque.

La notizia della prematura scomparsa, arrivata dopo una malattia, è stata data dal fratello Luigi, conosciuto in tutta la Marsica perché sempre molto attivo nella vita sindacale dell’LFoundry, nota multinazionale in cui lavora ormai da anni.

Cesidio Abruzzo invece lavorava per Astaldi, multinazionale italiana di grandi costruzioni con sede a Roma che realizza complesse opere ingegneristiche.

“Era un tifoso sfegatato del Napoli”, commenta l’avvocato Rocco Mancini, “tanto che lo chiamavamo Careca. È un lutto difficile da digerire, Abruzzo a Collelongo era un’istituzione. Le mie condoglianze alla moglie Franca, al fratello Luigi e a tutti i familiari”.