News in tempo reale

Cerimonia ufficiale a Carsoli, intitolato lo stadio Comunale a Edoardo Marcangeli

Carsoli – In un clima di grande partecipazione popolare la struttura sportiva rinnovata è stata inaugurata con un passaggio di consegne alla memoria. Da ieri pomeriggio la denominazione ufficiale dello Stadio Comunale è passata da “Cesare De Angelis” a “Edoardo Marcangeli”.

All’evento hanno partecipato vecchie glorie che hanno fatto la storia calcistica del Carsoli, dirigenti sportivi, calciatori, tifosi e tanta gente che ha voluto significare con la massiva presenza la propria vicinanza per questa occasione che entra a far parte integrante della storia della comunità di Carsoli.

E’ stata ricordata la figura del compianto Cesare De Angelis, zio di Edoardo al quale venne intitolata ab antiquo il campo sportivo poichè il giovane calciatore ventenne venne a mancare a causa di una inesorabile malattia. Un passaggio dunque che è una continuità in una memoria storica che lega la famiglia Marcangeli-De Angelis in un triste destino con la scomparsa del piccolo Edoardo che riposa nella medesima cappella gentilizia unitamente allo zio Cesare.

“L’iniziativa di questa intitolazione è stata concordata dunque per dedicare il nuovo stadio ristrutturato – ha spiegato il sindaco Velia Nazzarro – per realizzare il sogno di questo nostro angelo, che quale appassionato di calcio aveva più volte espresso in vita di poter vedere il campo in erba sintetica e perfettamente ristrutturato”.

Presente alla cerimonia la sig.ra Maria Gabriella De Angelis sorella di Cesare, nonchè altri rappresentanti che si sono stretti intorno a Cinzia, Adelfo, Maura, Alberto, Rossana, Marcella e tutto il nucleo familiare.
Oltre al sindaco di Carsoli presente l’assessore regionale allo Sport Guido Liris, i sindaci di Oricola, Pereto, Rocca di Botte, Pescina, amministratori locali, e tutte le rappresentanze del mondo sportivo locale.

Dopo il taglio del nastro per l’inaugurazione dello Stadio post lavori, una sfilata di colori dalle bandiere nazionali alle ragazze ponpon e tantissimi giocatori vecchie glorie che hanno poi dato vita ad una amichevole con la squadra del Vaticano – Bambino Gesù.

La targa in marmo è stata scoperta al centro dello stadio ed è stato un momento particolarmente intenso e toccante con la nuova intitolazione ufficiale.

Adelfo Marcangeli nel corso del suo intervento ha ripercorso le tappe che hanno portato a questa cerimonia evidenziando l’importanza dello sport come fattore di aggregazione sociale nella memoria del piccolo Edo.

Il calcio d’inizio della prima partita nel nuovo Stadio Comunale “Edoardo Marcangeli”  è stato dato dal Sindaco Velia Nazzarro e dal nonno del piccolo Edo: Alberto Marcangeli.