SALUTE & BENESSERE – MarsicaLive https://www.marsicalive.it MarsicaLive, news e diretta Live dalla Marsica Mon, 14 Sep 2020 14:08:19 +0000 it-IT hourly 1 https://wordpress.org/?v=5.5.1 Dieta a zona: cos’è e come funziona, alla De Bernardinis una linea dedicata con sconto del 10% https://www.marsicalive.it/dieta-a-zona-cose-e-come-funziona-alla-de-bernardinis-una-linea-dedicata-con-sconto-del-10/ Mon, 14 Sep 2020 14:04:36 +0000 https://www.marsicalive.it/?p=233100

Settembre e dieta: un binomio che non ci piace! Sebbene questo sia stato un anno molto particolare, l’estate è sempre l’estate e tutto è concesso: aperitivi, cene, grigliate e qualche spuntino in più. È fondamentale quindi, al rientro dalle vacanze, darsi delle regole (ma senza esagerare) perché è importante affrontare il ritorno alla quotidianità nel […]

L'articolo Dieta a zona: cos’è e come funziona, alla De Bernardinis una linea dedicata con sconto del 10% proviene da MarsicaLive.

]]>

Settembre e dieta: un binomio che non ci piace!

Sebbene questo sia stato un anno molto particolare, l’estate è sempre l’estate e tutto è concesso: aperitivi, cene, grigliate e qualche spuntino in più.

È fondamentale quindi, al rientro dalle vacanze, darsi delle regole (ma senza esagerare) perché è importante affrontare il ritorno alla quotidianità nel modo meno traumatico possibile e con la massima tranquillità, senza imposizioni troppo severe.

Alla base di una condizione psicofisica favorevole, infatti, si pone una sana e equilibrata alimentazione, accompagnata da uno stile di vita corretto e costante.

Sono diversi gli approcci nutrizionali più conosciuti dalla popolazione e oggi la dottoressa Cristina Di Nicola, della Farmacia De Bernardinis di via Garibaldi ad Avezzano, in provincia dell’Aquila, parlerà di uno di questi: la dieta a zona!

La dieta a zona

La Dieta a zona è un metodo alimentare nato negli anni Novanta ad opera del biochimico statunitense Barry Sears,

secondo il quale per Zona si intende

“lo stato metabolico in cui l’organismo lavora al suo massimo picco di efficienza realizzando importanti vantaggi per la salute, dove il cibo va considerato come un farmaco,

assumendolo in modo controllato e nelle giuste dosi e proporzioni”.

In effetti, questo approccio alimentare, non ha come fine ultimo il dimagrimento (il cui raggiungimento è sempre ben accetto ed auspicabile), bensì il riequilibrio del sistema ormonale.

Infatti, il principio su cui si basa è:

-regolazione dei livelli ormonali di insulina e glucagone;

-equilibrio ormonale degli eicosanoidi.

Ricordiamo brevemente che alti livelli di glicemia nel sangue stimolano la secrezione di insulina (ormone anabolizzante per eccellenza) e di “eicosanoidi cattivi”, che favoriscono la vasocostrizione, l’aggregazione piastrinica e i processi infiammatori; bassi livelli di glicemia, invece, stimolano nel fegato la secrezione di glucagone (ormone catabolico), il quale a sua volta stimola la produzione di “eicosanoidi buoni”, i quali inibiscono l’aggregazione piastrinica, stimolano il sistema immunitario e favoriscono la vasodilatazione. Quest’ultima è responsabile di una maggiore ossigenazione a livello tissutale con conseguente effetto lipolitico (brucia-grassi).

È importante ricordare a questo punto che l’insulina e il glucagone sono uno l’opposto dell’altro e procedono in senso inverso: se uno è basso l’altro e alto e viceversa.

Con la dieta a zona è possibile normalizzare la glicemia e avere un equilibrio favorevole tra questi due ormoni molto importanti.

In base a quanto detto, tale equilibrio fa sì che vengano mobilizzate le riserve adipose come principale riserva di energia, con conseguente aumento della disponibilità di glucosio necessario per il cervello.

Parlando di dieta a zona si fa riferimento al modello 40-30-30, in quanto:

-il 40% dell’energia è fornita da carboidrati, il 30% dalle proteine e l’altro 30% dai lipidi;

-il rapporto ideale proteine/carboidrati è di 0,75;

-la suddivisione dei pasti è in “blocchetti”: un blocchetto di carboidrati corrisponde a 9g, uno di proteine a 7g e uno di lipidi a 3g, secondo un rapporto 1:1:1.

All’interno del blocco tutti i macronutrienti sono presenti nelle proporzioni corrette per stimolare la risposta ormonale.

Ma quanti blocchi bisogna consumare al giorno?

La risposta varia in base ai fabbisogni energetici, prendendo in considerazione il coefficiente di attività fisica e la massa magra.

Calcolato il numero di blocchi questi vanno ripartiti nei pasti principali (3) e spuntini (2).

Dunque, in ultimo,

facciamo una breve rassegna degli aspetti favorevoli e non,

di questo regime alimentare.

ASPETTI FAVOREVOLI:

-privilegia l’assunzione di carni magre, pesce, uova, frutta e verdura e carboidrati con un contenuto maggiore di fibra;

-introduce buone quantità di acidi grassi monoinsaturi e polinsaturi (Omega-3 e Omega-6): secondo Sars, infatti, il consumo di grassi risulta essenziale per riuscire a bruciarli;

-riduce l’assunzione di prodotti da forno, carni elaborate, bevande zuccherate e alcol.

 

ASPETTI CONTROVERSI:

ridotto apporto calorico in attività sportive ad alto dispendio di energia;

-regime alimentare non perseguibile per lunghi periodi;

-effetti positivi di dieta a zona solo in singoli casi e non in studi e pubblicazioni su larga scala.

Spesso il poco tempo a disposizione, che è alla base della vita frenetica di tutti i giorni, rende difficile fare delle scelte corrette che permettano di seguire questo regime alimentare, che si basa sul calcolo esatto di proporzioni dei diversi macronutrienti.


Il marchio EnerZona

Identifica in Europa la linea di prodotti in linea con i principi della dieta a zona.

Oggi EnerZona con le sue linee di alimenti bilanciati 40-30-30 ed integratori scientificamente formulati, è il punto di riferimento per chi desidera seguire un’alimentazione bilanciata che si ispira alla Dieta a zona.

Attività fisica regolare è alla base di qualsiasi regime alimentare: aiuta ad essere più produttivo e a sentirsi sempre di buon umore (“mens sana in corpore sano”).

La gamma di prodotti EnerZona

ATTUALMENTE IN FARMACIA SCONTATA DEL 10%

è molto vasta e permette un’ampia scelta a chiunque si avvicini a questo regime alimentare, dalla colazione fino a sera

(frollini, snack, patatine, barrette e shake sostitutivi del pasto principale).

 

Leggi anche:

Integratori di vitamine e sali minerali, scegli quelli giusti per l’estate!

 

 

#advertising

L'articolo Dieta a zona: cos’è e come funziona, alla De Bernardinis una linea dedicata con sconto del 10% proviene da MarsicaLive.

]]>
La clinica Di Lorenzo apre un canale preferenziale per test sierologici e tamponi https://www.marsicalive.it/la-clinica-di-lorenzo-apre-un-canale-preferenziale-per-test-sierologici-e-tamponi/ Fri, 11 Sep 2020 06:39:24 +0000 https://www.marsicalive.it/?p=232758

Avezzano. La clinica Di Lorenzo punta sulla sicurezza e apre un canale preferenziale per test sierologici e tamponi. L’emergenza coronavirus ha spinto molti a rivedere la loro routine quotidiana. Il mondo del lavoro, come quello della scuola o dello sport, deve assicurare la sicurezza di ogni suo membro. Per questo in molti in queste settimane […]

L'articolo La clinica Di Lorenzo apre un canale preferenziale per test sierologici e tamponi proviene da MarsicaLive.

]]>

Avezzano. La clinica Di Lorenzo punta sulla sicurezza e apre un canale preferenziale per test sierologici e tamponi. L’emergenza coronavirus ha spinto molti a rivedere la loro routine quotidiana. Il mondo del lavoro, come quello della scuola o dello sport, deve assicurare la sicurezza di ogni suo membro. Per questo in molti in queste settimane si stanno sottoponendo a dei controlli per scongiurare la possibilità di aver contratto il virus.

Il laboratorio analisi della clinica Di Lorenzo in questi giorni è preso d’assalto da centinaia di marsicani che vogliono sottoporsi a test sierologici e tamponi. A coordinare tutto è la biologa Giovanna Micangeli, responsabile del laboratorio della clinica di via Vittorio Veneto di Avezzano. Oltre agli esami del sangue in queste settimane lo staff della Micangeli si sta occupando anche di questo tipo di test sia per i pazienti esterni, sia per quelli interni.

“Stiamo effettuando test sierologici da qualche settimana”, ha commentato la dottoressa Micangeli, “siamo inoltre punto di raccolta per i tamponi che vengono prelevati nella nostra struttura e poi analizzati a nei centri accreditato e certificato dalla Regione Abruzzo per tale tipologia di prestazione. Questo tipo di test permette di capire immediatamente se c’è un positivo, per questo in molti lo scelgono prima di iniziare un’attività o per scrupolo personale. Noi eseguiamo i test sierologici nel nostro laboratorio e sappiamo subito se la risposta è positiva o negativa”.

I test possono essere effettuati su prenotazione nel laboratorio analisi della clinica Di Lorenzo. In questi giorni c’è molta richiesta per questo si è deciso anche di allungare l’orario di apertura per riuscire a dare una risposta a tutti.

“I nostri test sierologici sono immunologici e sicuri”, ha concluso la Micangeli, “noi seguiamo un iter ben preciso verificando subito la possibile positività del paziente e avviando, nel caso, immediatamente tutto l’iter previsto dai protocolli nazionali”.

#adv

L'articolo La clinica Di Lorenzo apre un canale preferenziale per test sierologici e tamponi proviene da MarsicaLive.

]]>
Torna attivo il servizio di analisi del sangue in farmacia: senza prelievo venoso e risultati in 3 minuti https://www.marsicalive.it/senza-prelievo-venoso-e-risultati-in-3-minuti-torna-attivo-il-servizio-di-analisi-del-sangue-in-farmacia/ Wed, 03 Jun 2020 06:30:26 +0000 https://www.marsicalive.it/?p=223428

Avezzano. In pochissimi minuti, senza prelievo venoso e con risultati disponibili nell’immediato. Il servizio all’avanguardia di analisi del sangue della Farmacia Santa Caterina torna attivo dopo un lungo periodo di stop dovuto allo scoppio dell’emergenza Coronavirus. Sarà dunque di nuovo possibile effettuare in tutta sicurezza le autoanalisi del sangue – colesterolo totale – HDL – […]

L'articolo Torna attivo il servizio di analisi del sangue in farmacia: senza prelievo venoso e risultati in 3 minuti proviene da MarsicaLive.

]]>

Avezzano. In pochissimi minuti, senza prelievo venoso e con risultati disponibili nell’immediato. Il servizio all’avanguardia di analisi del sangue della Farmacia Santa Caterina torna attivo dopo un lungo periodo di stop dovuto allo scoppio dell’emergenza Coronavirus. Sarà dunque di nuovo possibile effettuare in tutta sicurezza le autoanalisi del sangue – colesterolo totale – HDL – LDL, trigliceridi, glicemia, emocromo completo, emoglobina glicata, INR, acido urico, profilo epatico GOT GPT GGT. Tutti i giorni e senza bisogno di prenotazione. Il dottor Arcangelo di Legge della Farmacia Santa Caterina ci fornisce ulteriori informazioni relative al servizio.

Cosa sono le autoanalisi di prima istanza?

Sono tutta una serie di prestazioni analitiche che rientrano nell’ambito dell’autocontrollo. Possono essere effettuate in Farmacia su autonoma scelta del paziente grazie a test e strumenti appositamente certificati per autodiagnosi, senza file, senza prenotazioni e con l’assistenza di Farmacisti esperti.

Quali sono le autoanalisi che si possono effettuare nella vostra farmacia?

Analisi standard delle urine compresa la microalbuminuria e analisi del sangue comprendenti numerosi parametri: emocromo completo con formula 18 parametri, tra cui linfociti, globuli bianchi, globuli rossi, emoglobina, ematocrito, piastrine, granulocidi e tanti altri, glicemia, emoglobina glicata, colesterolo (totale, hdl e ldl), trigliceridi, transaminasi (got, gpt e ggt), acidi urici, creatinina, Inr (coagulazione).

Come si effettuano?

Basta qualche goccia di sangue prelevata dal polpastrello, non serve un prelievo venoso. Per le urine bisogna semplicemente portare il campione in una provetta. Il risultato è immediato, non bisogna tornare a ritirare il referto, non si deve prenotare nulla, basta venire in farmacia e richiedere l’analisi desiderata.

Quali strumenti usate?

Utilizziamo solo apparecchiature di primissimo livello, certificate, testate e tarate secondo manuale, per garantire la massima affidabilità e precisione. Abbiamo uno spettrofotometro Roche Diagnostic Reflotron PST, Un Cobas Pst per l’emoglobina glicata ed il pannello lipidico, il contaglobuli Horiba Pst per l’emocromo, Coaguchek per l’Inr e Uridoctor per le urine.

Parliamo dei singoli valori, cosa ci possono aiutare a capire?

La glicemia, l’emoglobina glicata ed alcuni valori delle urine sono utili per indagare il diabete, insieme al pannello lipidico costituito da colesterolo totale, hdl (buono) , ldl (cattivo) e trigliceridi ci danno un primo quadro di come funziona il nostro metabolismo. Le transaminasi Got, Gpt E Ggt ci danno notizie sulla funzionalità epatica. La creatinina è un indice della funzionalità renale, gli acidi urici servono a monitorare la gotta. L’emocromo è un esame importantissimo e ci da informazioni su anemie, infezioni e moltissime altre patologie. Anche l’esame delle urine ci da notizie importanti che abbinate ai valori ematici sono di sicura utilità.

Perché sono importanti queste analisi?

Le autoanalisi di prima istanza hanno due prospettive: quella di screening periodico e quella di controllo di specifici problemi. Possono dirci se c’è qualcosa che non va e quindi spingerci in seguito ad approfondire, con il medico ed altri esami, eventuali problematiche che ignoravamo e delle quali magari non avvertivamo nemmeno i sintomi. Possono aiutarci a monitorare una terapia ad esempio per il colesterolo, il diabete, la gotta, gli anticoagulanti, il fegato.

Quali sono i costi?

La glicemia costa 3 euro, l’emocromo completo 15 euro, l’emoglobina glicata 12 euro, l’Inr 6 euro, le urine complete 8 euro e gli altri parametri 4 euro cadauno. Sono effettuabili singolarmente.

L'articolo Torna attivo il servizio di analisi del sangue in farmacia: senza prelievo venoso e risultati in 3 minuti proviene da MarsicaLive.

]]>
Coronavirus, il centro Medilab di Avezzano si riorganizza. Fini: non lasciamo solo nessuno https://www.marsicalive.it/coronavirus-il-centro-medilab-di-avezzano-si-riorganizza-fini-non-lasciamo-solo-nessuno/ Sat, 11 Apr 2020 05:00:30 +0000 https://www.marsicalive.it/?p=219163 Medilab-avezzano

Avezzano. Lo studio specialistico ortopedico e fisioterapico Medilab di Avezzano non è rimasto fuori dal cerchio delle attività che hanno dovuto riorganizzare il proprio lavoro per far fronte all’emergenza Coronavirus. La sede di Via Santucci è stata, infatti, momentaneamente chiusa in seguito alle disposizioni emanate dal Governo ma i professionisti del centro non hanno lasciato soli […]

L'articolo Coronavirus, il centro Medilab di Avezzano si riorganizza. Fini: non lasciamo solo nessuno proviene da MarsicaLive.

]]>
Medilab-avezzano

Medilab-avezzanoAvezzano. Lo studio specialistico ortopedico e fisioterapico Medilab di Avezzano non è rimasto fuori dal cerchio delle attività che hanno dovuto riorganizzare il proprio lavoro per far fronte all’emergenza Coronavirus. La sede di Via Santucci è stata, infatti, momentaneamente chiusa in seguito alle disposizioni emanate dal Governo ma i professionisti del centro non hanno lasciato soli i propri pazienti e continuano a garantire il proprio supporto medico in specifici ambiti, nel totale rispetto delle norme.

Il dottor Massimiliano Fini ci ha raccontato come l’arrivo dell’epidemia abbia stravolto la routine del centro medico, costringendo a un rivoluzionamento dell’organizzazione logistica interna. “Al momento”, ha dichiarato, “stiamo continuando a garantire ogni giovedì della settimana (o anche in altri giorni nel caso in cui si presentassero casi di estrema emergenza) il nostro servizio in soli due campi – quello ortopedico e quello ginecologico – mentre gli altri sono per ora interrotti”.

Per quanto riguarda il primo ambito”, ha continuato il dottor Fini, “siamo a disposizione su prenotazione per chiunque abbia bisogno di interventi relativi a urgenze ortopediche. Per il secondo, invece, il nostro servizio è rivolto in particolar modo al campo ostetrico: rispondiamo alle esigenze delle mamme che stanno affrontando una gravidanza”.

La diffusione del Coronavirus ha colto tutti di sorpresa ma “dobbiamo iniziare a saperci convivere. Questa situazione potrebbe continuare ancora per qualche mese ma dobbiamo essere in grado di affrontarlo nella maniera giusta. Rispettare gli accorgimenti quali un più frequente lavaggio delle mani, l’uso di mascherine e altri dispositivi di protezione e l’evitamento di assembramenti ci aiuteranno a tornare quanto prima alla normalità”, ha concluso.

L'articolo Coronavirus, il centro Medilab di Avezzano si riorganizza. Fini: non lasciamo solo nessuno proviene da MarsicaLive.

]]>
Mascherine e amuchina: come e quando usarli. I consigli degli esperti https://www.marsicalive.it/mascherine-e-amuchina-come-e-quando-usarli-i-consigli-degli-esperti/ Fri, 06 Mar 2020 07:20:36 +0000 https://www.marsicalive.it/?p=215875

Avezzano. La notizia della presenza di casi accertati di Coronavirus in Abruzzo ha allertato gli abitanti della Marsica, la cui caccia a mascherine e amuchina è in continuo aumento. Abbiamo chiesto quali sono gli usi, le proprietà e i benefici di mascherine e disinfettanti per le mani al dottor Arcangelo Di Legge, responsabile della farmacia […]

L'articolo Mascherine e amuchina: come e quando usarli. I consigli degli esperti proviene da MarsicaLive.

]]>

Avezzano. La notizia della presenza di casi accertati di Coronavirus in Abruzzo ha allertato gli abitanti della Marsica, la cui caccia a mascherine e amuchina è in continuo aumento.

Abbiamo chiesto quali sono gli usi, le proprietà e i benefici di mascherine e disinfettanti per le mani al dottor Arcangelo Di Legge, responsabile della farmacia Santa Caterina di Avezzano, dove la richiesta di questi prodotti ha registrato il picco nelle ultime settimane.

Disinfettanti per le mani: sono davvero utili?

La risposta è sì. Lo stesso Ministero della Salute ha dichiarato che i disinfettanti per le mani aiutano a inattivare il virus. Questi prodotti sono realizzati a base di alcol o di ipoclorito (come la nota amuchina, in cui il cloro che viene rilasciato ha il compito di arrestare l’azione dei batteri) o clorexidina.

Quando usarli?

Generalmente i disinfettanti per le mani vengono adoperati dopo essersi lavati le mani o in sostituzione di acqua e sapone nei casi in cui non è possibile farlo. In base alla forma attraverso cui le aziende producono le soluzioni, possono essere spruzzati o applicati sul palmo e poi spalmati sulle mani.

Ad oggi sono facilmente reperibili in farmacia?

No. Al momento non c’è una ampia disponibilità del prodotto. Per sopperire a questa carenza, dovuta all’eccessiva richiesta in questo periodo, però, nel laboratorio della farmacia Santa Caterina abbiamo creato una soluzione a base di ipoclorito, secondo i consigli della farmacopea ufficiale. Abbiamo porzionato questa soluzione liquida in contenitori spray da 50 ml, comodi da mettere in borsa e di semplice uso.

Mascherine: chi deve indossarle?

Come i disinfettanti per le mani, anche le mascherine sono poco reperibili in questo periodo. Solo le persone contagiate, chi viene a contatto con persone potenzialmente infette e gli operatori sanitari dovrebbero indossarle. Dopo l’utilizzo, è importante prenderlale dall’elastico senza entrare in contatto con la parte che ha agito da filtro. Ciò per evitare che eventuali virus e batteri passino sulle dita con il rischio di autoinfettarsi nel caso in cui ci si strofinino in seguito gli occhi o ci si tocchino le labbra.

L'articolo Mascherine e amuchina: come e quando usarli. I consigli degli esperti proviene da MarsicaLive.

]]>
La Farmacia Stornelli 2.0 si racconta: 4 anni tra devozione per il cliente e ricerca della novità https://www.marsicalive.it/farmacia-stornelli-avezzano/ Tue, 18 Feb 2020 08:31:32 +0000 https://www.marsicalive.it/?p=214381

La devozione del farmacista di un tempo e la ricerca della novità per cosmesi e nutrizione si fondono nella farmacia Stornelli dove la parola d’ordine è: accoglienza. Ricordate la gentilezza e la fiducia che un tempo si riservava alla figura del farmacista del paese? E’ la stessa che potrete ritrovare in Anselmo e Franca Stornelli […]

L'articolo La Farmacia Stornelli 2.0 si racconta: 4 anni tra devozione per il cliente e ricerca della novità proviene da MarsicaLive.

]]>

La devozione del farmacista di un tempo e la ricerca della novità per cosmesi e nutrizione si fondono nella farmacia Stornelli dove la parola d’ordine è: accoglienza. Ricordate la gentilezza e la fiducia che un tempo si riservava alla figura del farmacista del paese? E’ la stessa che potrete ritrovare in Anselmo e Franca Stornelli cresciuti tra le scatole dei medicinali con il sogno di offrire servizi all’avanguardia ai loro clienti. Era il 1982 quando Michele Stornelli tirò su la serranda della sua farmacia nel cuore di Paterno, frazione di Avezzano. Un locale piccolo e sempre affollato perché negli anni il dottor Stornelli era diventato un punto di riferimento non solo per la comunità di Paterno ma anche per quella di Celano e San Pelino. All’epoca Anselmo e Franca erano piccoli e a parte le storiche Zigulì e il loro papà della farmacia non amavano altro. Gli anni passano e la farmacia Stornelli cresce sempre di più. Gioie e dolori colpiscono la famiglia che è costretta, troppo presto, a dire addio a papà Michele.

In quegli anni la farmacia in un paese era fondamentale e gli Stornelli non se la sentono di far mancare un riferimento così importante a un territorio che gli ha sempre mostrato gratitudine e devozione. Per questo, grazie a una gestione familiare, si decide di continuare a offrire quel tipo di servizio sempre portando avanti gli insegnamenti di papà Michele. Anche Anselmo e Franca dopo il liceo scelgono quella strada e conseguita la laurea nel 2008 entrano in farmacia e mettono in atto la loro rivoluzione.

“Abbiamo cercato di portare avanti l’attività con i principi di nostro padre”, hanno raccontato, “ma già in quegli anni iniziavamo a vedere che il modo di vivere la farmacia stava cambiando e gli spazi erano esigui per i servizi che volevo offrire. La filosofia che stavamo adottando aveva delle esigenze particolari che la nostra storica farmacia non poteva offrire”.

Da qui nasce l’esigenza di iniziare a cercare qualcosa di più grande e soprattutto con spazi adeguati all’offerta che iniziava a crescere giorno dopo giorno grazie alla ricerca attenta e meticolosa di Anselmo e all’occhio attento a quello che succedeva nel resto del mondo di Franca.

Si arriva quindi a un bivio e la scelta dei due fratelli Stornelli è quella di andare avanti e premere l’acceleratore verso il futuro. Nasce così la farmacia Stornelli 2.0 in un locale di 500 metri quadrati dove il leit motiv è sempre lo stesso: accogliere. Si capisce già entrando quando guardando le forme circolari e i banconi che tendono ad abbracciare ci si ritrova in un istante davanti al sorriso dei giovani farmacisti disposti davanti al grande bancone.

“Prima si entrava in farmacia solo quando si stava male”, hanno continuato i due farmacisti, “piano piano si è iniziato a entrarci anche per altre esigenze. Nel 2016 abbiamo deciso di realizzare la nostra idea di farmacia che accoglie i clienti con i diversi reparti e i responsabili di ciascuno sempre a disposizione dei clienti”.

Da quel giorno sono passati quattro anni e il 20 febbraio la farmacia Stornelli festeggerà il quarto compleanno della nuova sede. Quattro anni di lavoro intenso, di gioie, di fatiche e di soddisfazioni per il risultato di un progetto ambizioso che grazie all’impegno comune è stato raggiunto.


Accogliere, ascoltare e aiutare chi entra nella farmacia è il credo quotidiano non solo di Anselmo e Franca ma anche dei 14 dipendenti, tutti giovanissimi e qualificati, che fanno parte della grande squadra Stornelli, unita e pronta sempre a perseguire gli stessi obiettivi.

“Nel tempo abbiamo potuto sviluppare diversi settori sui quali investiamo molto”, hanno sottolineato gli Stornelli, “la dermocosmesi, con una Farma spa due cabine estetiche con estetiste professioniste che si occupano di epilazione, dimagrimento, pressoterapia, un reparto nutrizione incentrato sui prodotti senza glutine e aproteici, un laboratorio galenico dove vengono realizzati farmaci personalizzati tra i quali la cannabis terapeutica, le creme antidolorifiche, i prodotti per i capelli e tante altre eccellenze”.

 

Anselmo e Franca sono una coppia complementare che si prefissa degli obiettivi e li raggiunge grazie alla tenacia e alla creatività. Lo hanno riconosciuto anche i vertici di Farmamico che durante un corso di formazione per titolari di farmacia li ha premiati come migliori titolari per la straordinaria complicità.

Insieme hanno realizzato la Farmaspeed , e-commerce con quattro persone al lavoro quotidianamente per servire i clienti di tutta Italia con un servizio di consulenza e spedizione in 36/48 ore, ma anche una linea di prodotti a marchio Stornelli, un laboratorio riservato alla foratura dei lobi in tutta sicurezza, Telemedicina con elettrocardiogramma e refertazione medica, esami del sangue di prima istanza, visite con podologo, nutrizionista e tante altre innovazioni.

“Ogni volta che viene un cliente pensiamo che bisogna impattare sul loro stato di benessere e sulla loro vita”, hanno concluso, “il nostro è un lavoro che permette di aiutare le persone. Adesso la tendenza è di andare in prevenzione perché le esigenze e lo stile di vita sono cambiate. Per questo abbiamo creato un ventaglio di offerte che diffondiamo e facciamo conoscere anche attraverso un canale social con mini pillole video e consigli girati in luoghi incantevoli della nostra Marsica perché per noi la cura del cliente e l’amore per il territorio sono la nostra forza”.

Tanti nuovi traguardi aspettano la grande squadra della Farmacia Stornelli, per ora però dietro l’angolo c’è una torta con quattro candeline da spegnere, ognuna delle quali rappresenta uno degli anni più rappresentativi della rivoluzione messa in atto da Anselmo e Franco. Giovedì alle 12 ci sarà una grande festa che darà il via a un altro anno di farmacia Stornelli e di punti di arrivo, progetti, obiettivi da raggiungere.

#adv

L'articolo La Farmacia Stornelli 2.0 si racconta: 4 anni tra devozione per il cliente e ricerca della novità proviene da MarsicaLive.

]]>
Il guanciale di qualità: una grande materia prima al servizio di un gran piatto https://www.marsicalive.it/il-guanciale-di-qualita-una-grande-materia-prima-al-servizio-di-un-gran-piatto/ Mon, 28 Oct 2019 16:47:11 +0000 https://www.marsicalive.it/?p=206317 guanciale di cintio e chef giardino resta

Si fa presto a dire guanciale! Un ingrediente tipico delle nostre zone, da sempre usato nella cucina povera di montagna e noto ai più per il suo ruolo da protagonista in molti piatti della cucina italiana e in particolar modo della cucina romana, come la carbonara e l’amatriciana. Ma, come sempre, alla base di un […]

L'articolo Il guanciale di qualità: una grande materia prima al servizio di un gran piatto proviene da MarsicaLive.

]]>
guanciale di cintio e chef giardino resta

Si fa presto a dire guanciale! Un ingrediente tipico delle nostre zone, da sempre usato nella cucina povera di montagna e noto ai più per il suo ruolo da protagonista in molti piatti della cucina italiana e in particolar modo della cucina romana, come la carbonara e l’amatriciana. Ma, come sempre, alla base di un grande piatto deve esserci una grande materia prima, e allora abbiamo chiesto ad Andrea Di Cintio – che di tagli se ne intende, visto che conduce, insieme alla sua famiglia, una delle più grandi ed affermate aziende di lavorazione della carne in Abruzzo, la Euro Cash di Avezzano – di raccontarci come si selezione un guanciale di qualità, e a cosa un consumatore attento deve prestare attenzione.

Molti confondono pancetta e guanciale. La differenza sta prima di tutto nei diversi tagli di carne da cui derivano: la pancetta, infatti, si ricava dalla parte ventrale del suino, mentre il guanciale è la conseguenza della lavorazione della guancia di un maiale. I nostri guanciali sono 100% da allevamenti di suini italiani, e subiscono un processo di lavorazione molto tradizionale di circa un mese: gli viene prima data la caratteristica forma arrotondata, poi tre cicli di insaporimento con spezie e aromi e una stagionatura di almeno tre settimane. Alla fine si aggiunge pepe o peperoncino, a seconda del grado e del tipo di piccantezza che si vuole ottenere. Esteriormente è difficile stabilire se si tratti di un guanciale di qualità o meno. Un indicatore si ha, al taglio, dal grasso, che deve essere perfettamente bianco, sinonimo di freschezza. Poi, il resto, si percepisce solo all’assaggio…“.

guanciale di cintio e chef giardino resta

Abbiamo allora chiesto a Mauro Passalacqua, chef titolare del ristorante Giardino Resta a Tagliacozzo – luogo in centro paese, bellissimo e in costante ascesa qualitativa – di interpretare in maniera creativa il guanciale di Euro Cash Di Cintio, da cui lui si rifornisce abitualmente.  Il risultato lo potete ammirare in foto (di Lelius): un “Uovo in camicia su paglia di crauto, guanciale croccante, origano e zafferano“. Piatto bellissimo già dal punto di vista cromatico, dove la croccantezza del guanciale, lavorato ad arte, serve a bilanciare la grassezza dell’uovo e ad offrire al morso un gioco di consistenze che ti porta al boccone successivo.

Chiudiamo come abbiamo aperto: per fare un grande piatto, ci vuole un bravo cuoco e una grande materia prima. In questo caso, alla seconda ci ha pensato Di Cintio! Se volete acquistarla non vi resta che andare presso l’ormai famoso spaccio aziendale in Via Sant’Andrea 97, ad Avezzano, o cercarlo in uno dei punti Conad a gestione diretta (Capistrello, Civitella Roveto, Trasacco, Magliano dei Marsi e Tagliacozzo).

L'articolo Il guanciale di qualità: una grande materia prima al servizio di un gran piatto proviene da MarsicaLive.

]]>
Harmony Danza scommette sul Lindy Hop, il ballo del sorriso. Ecco come partecipare ai corsi https://www.marsicalive.it/lindy-hop-avezzano-harmony-danza/ Tue, 01 Oct 2019 13:44:24 +0000 https://www.marsicalive.it/?p=204659

“Centinaia di persone sono sulla pista o sedute ai tavoli, o dinanzi al bar; […] dal soffitto piovono delle luci rosate e dovunque succede qualcosa. Ma il centro vitale della sala è qui sopra, sul podio, dove stanno, allineati su due file, i ragazzi dell’orchestra, che battono i piedi ritmicamente e sudano sui loro strumenti, […]

L'articolo Harmony Danza scommette sul Lindy Hop, il ballo del sorriso. Ecco come partecipare ai corsi proviene da MarsicaLive.

]]>

Centinaia di persone sono sulla pista o sedute ai tavoli, o dinanzi al bar; […] dal soffitto piovono delle luci rosate e dovunque succede qualcosa. Ma il centro vitale della sala è qui sopra, sul podio, dove stanno, allineati su due file, i ragazzi dell’orchestra, che battono i piedi ritmicamente e sudano sui loro strumenti, facendo sussultare il pavimento; qui, dove la campana del sousaphone sembra una luna piena che manda i suoi bagliori sui ballerini e dove la pulsante sezione ritmica – chitarra, piano, basso e batteria – imbriglia tutta questa straripante energia costringendola a seguire il tempo. Il pavimento sussulta, e il locale sembra una dinamo, e l’aria fumosa si innalza a onde….. È una musica che anche i sordi riuscirebbero a sentire”.

Questo è ciò che accade negli anni ’30 al Savoy, la più importante sala di ballo di Harlem (New York) dove il Lindy Hop ha visto per la prima volta la luce. E’ così che lo descriveva il giornalista americano Otis Ferguson. E’ così che si cerca di riprodurlo ancora oggi nelle sale di ballo di tutto il mondo. La stessa atmosfera, gli stessi suoni, lo stesso desiderio di esprimere emozioni forti con i passi di questo stile di danza divenuto, oltretutto, un vero e proprio fenomeno sociale. Un fenomeno di massa che ha fatto di questa arte un esempio di integrazione culturale tra bianchi e neri.

In un’epoca dove il gusto vintage e la moda anni ‘20/30 stanno riprendendo il sopravvento, anche la magica energia dello storico (ma sempre più contemporaneo) Lindy Hop colora i muri delle scuole che fanno riecheggiare nell’aria la creatività di cui si serve. Musicalità e improvvisazione si sposano sia con il suo lato scatenato e veloce come il Charleston (da cui derivano molti passi) ma anche con il lato più intimo caratterizzato da un pizzico di Blues.

Tra queste c’è Harmony Danza di Avezzano che ha deciso di non tirarsi indietro e di proporre alla realtà marsicana l’opportunità di confrontarsi con questa singolare disciplina attraverso un corso che si svolgerà all’insegna del divertimento nonché grazie alla presenza di insegnanti d’eccezione. L’obiettivo è senza dubbio quello di uscire dai tradizionali schemi per garantire un’esperienza diversa e unica nel suo genere.

Come si balla il Lindy Hop? Si tratta di un ballo di coppia ma che prevede anche passi da eseguire da solo. La struttura è principalmente in 8 tempi, affiancati da passi in 6 tempi. Insomma, più facile a farsi che a dirsi. Per questo non resta che provarlo. Il corso partirà lunedì 7 ottobre, dalle 19.30. Se sei curioso e vuoi partecipare: invia una mail a info@harmonydanza.it o chiama 086331325.

Ecco un video dimostrativo del Lindy Hop:

L'articolo Harmony Danza scommette sul Lindy Hop, il ballo del sorriso. Ecco come partecipare ai corsi proviene da MarsicaLive.

]]>
Il McDonald’s di Avezzano incontra l’arte in tutte le sue forme https://www.marsicalive.it/villaggio-arte-mc-donalds-avezzano/ Wed, 11 Sep 2019 17:01:19 +0000 https://www.marsicalive.it/?p=203437

Parlare di Mc Donald’s unicamente come luogo dove consumare un pasto veloce è spesso limitativo. Specie quando “dietro lo quinte” c’è un imprenditore che non guarda solo al business, ma anche ai suoi risvolti etici e sociali. È questo il caso, ad esempio, del Mc Donald’s di Avezzano, non nuovo ad iniziative in tal senso. […]

L'articolo Il McDonald’s di Avezzano incontra l’arte in tutte le sue forme proviene da MarsicaLive.

]]>

Parlare di Mc Donald’s unicamente come luogo dove consumare un pasto veloce è spesso limitativo. Specie quando “dietro lo quinte” c’è un imprenditore che non guarda solo al business, ma anche ai suoi risvolti etici e sociali. È questo il caso, ad esempio, del Mc Donald’s di Avezzano, non nuovo ad iniziative in tal senso.

Per dire addio alle vacanze estive e dare il benvenuto all’inizio della scuola, infatti, qual è il miglior modo se non quello di organizzare una grande festa? E sarà proprio all’insegna della condivisione che venerdì 13 il Mc Donald’s di Avezzano si trasformerà in un vero e proprio Villaggio dell’Arte. Un evento che aprirà le porte a tutti coloro che desiderano respirare aria di libertà.

Il villaggio dell’arte”, ha raccontato Gaetano Miranda, licenziatario del McDonald’s di Avezzano, “darà la possibilità al ristorante di fare da cornice all’incontro di numerose professionalità artistiche diverse tra loro che per la prima volta si esibiranno contemporaneamente. Tutte insieme, tutte nello stesso luogo. Il senso che si vuole trasmettere è quello di luogo di aggregazione. Proprio come nei veri villaggi coesistono diverse famiglie, in quello che avrà luogo venerdì ad Avezzano l’arte si presenterà nelle sue diverse forme che si ritroveranno e confronteranno. La nostra realtà, infatti, non dimentichiamo che è nata per condividere insieme esperienza uniche”.

Caricature, ritratti, mostre fotografiche, illustrazioni in grafica digitale e tela. Ma anche visual art in 3D, sketch teatrali, musica dal vivo e dj set saranno i protagonisti della giornata che, a partire dalle 17, daranno modo alla creatività di “uscire dal suo guscio per offrire qualcosa di nuovo che riesca anche ad accendere i riflettori sulle peculiarità culturali del territorio. Il Mc Donald’s, dal canto suo”, ha concluso Miranda, “indosserà una delle sue vesti migliori: ovvero quella di luogo di ritrovo e socializzazione, sotto la coordinazione di Federico Falcone, nostro collaboratore e promotore dell’idea”.

L'articolo Il McDonald’s di Avezzano incontra l’arte in tutte le sue forme proviene da MarsicaLive.

]]>
Scuole di danza: come scegliere quella giusta https://www.marsicalive.it/come-scegliere-scuola-danza/ Mon, 09 Sep 2019 13:41:19 +0000 https://www.marsicalive.it/?p=203294 harmony-danza-avezzano

E’ settembre, le scuole riprendono il via e i genitori cominciano a pianificare tutte le attività che i propri figli affiancheranno allo studio durante l’anno scolastico. Qualcuno valuterà anche l’idea di iscrivere il proprio bambino ad un corso di danza. Per mamma e papà, quindi, tante possibilità e tanti dubbi: scegliere la scuola più vicina, […]

L'articolo Scuole di danza: come scegliere quella giusta proviene da MarsicaLive.

]]>
harmony-danza-avezzano

E’ settembre, le scuole riprendono il via e i genitori cominciano a pianificare tutte le attività che i propri figli affiancheranno allo studio durante l’anno scolastico. Qualcuno valuterà anche l’idea di iscrivere il proprio bambino ad un corso di danza. Per mamma e papà, quindi, tante possibilità e tanti dubbi: scegliere la scuola più vicina, quella con i corsi a minor prezzo o indagare con grande attenzione? I centri sportivi e le scuole di danza, dal canto loro, cercano di elaborare la migliore offerta da lanciare sul mercato.

La tentazione di scegliere in base alla ostinata convinzione “tanto mica deve fare il ballerino, l’importante è che si muova” e quindi solo in base al prezzo conveniente o alla comodità logistica (della serie “costa poco e il bambino è contento” o “ costa poco e ce l’ho sotto casa”) è forte. E pur avendo imparato che impegno e metodo aiutano a crescere, tuttavia si cerca un insegnante che non pretenda molto sia dai propri ragazzi che da se stesso.

Nella vita di oggi, sempre di corsa e sempre più impegnativa dal punto di vista finanziario, non tutti purtroppo possono permettersi di scegliere; cosi come pure non conoscere a fondo i retroscena di una certa disciplina può comunque disorientare. Ma si tratta di prendere la giusta decisione per il benessere dei propri figli e, quindi, pensarci bene diventa un obbligo.

Cari genitori, scarse conoscenze nei docenti, manovre ed esecuzioni di esercizi scorretti, non rispettosi della fisicità di ciascun allievo, possono segnare il suo corpo per sempre, creando pericolosi disequilibri, difetti posturali e danni permanenti all’apparato scheletrico e muscolare. Anche in coloro che non faranno mai i ballerini come professione! Inoltre, si sa,  un’arte come la danza può incidere in maniera positiva  nella crescita psicologica del vostro bambino, dunque il suo insegnamento deve essere affidato a professionisti seri e preparati, mani grandi e sicure da ogni punto di vista, in grado di lavorare  sulla preparazione fisica e tecnica in modo adeguato ma anche sulla gestione delle emozioni e del rapporto con gli altri.

Anche la sede ha la sua importanza. Una buona scuola offre sale ampie e luminose, ambienti puliti e ordinati, rispetto delle normative di sicurezza e personale qualificato. E bisognerà anche accertarsi che abbia una pavimentazione idonea, e che i docenti abbiano davvero le competenze che decantano. Tutte queste cose vengono ancor prima dell’insegnamento stesso della danza!

Da sempre Harmony Danza di Avezzano garantisce gli ingredienti giusti in linea con quelli che sono i dictat per la scelta di una buona scuola di danza: offre ai bambini l’opportunità di trasformare una iniziale curiosità nei confronti di una disciplina in una vera passione, e al tempo stesso, indirizza loro verso una crescita corretta a 360 gradi. Ma come? Alla base ci sono dunque scelte non scontate: una direzione artistica e un progetto didattico valido e consolidato nel tempo, professionisti  per ogni disciplina con adeguate conoscenze per lavorare in modo giusto sul corpo in evoluzione dell’allievo, vari livelli di apprendimento in base all’età, alla preparazione e agli obiettivi che ci si prefigge; lezioni dimostrative nel corso dell’anno per mostrare il lavoro svolto,  collaborazioni e partnership avviate con docenti e scuole di valore, segno evidente di autorevolezza  e abilità, premi e borse di studio conseguiti dagli allievi stessi, quali e quanti i risultati da parte di essi in termini di inserimento lavorativo.

E ancora, una struttura accogliente e dotata di ogni comfort e necessità, con ampi spazi per l’aggregazione, videoteca dedicata alla danza per stimolare e ispirare ancor più l’allievo, tre grandi e luminose sale dotate di parquet elastico per attutire l’impatto del piede al suolo ed evitare rischi di infortuni o danni alle gambe o alla schiena (ballare sul cemento ricoperto di linoleum, tipico delle palestre, può essere pericoloso cosi come su un parquet di pochi millimetri); rispetto delle norme di sicurezza con defibrillatore in sede e personale debitamente addestrato.

E infine, l’energia positiva che si riesce a percepire solo entrando nella sede di Harmony Danza e che deriva dalla passione per il proprio lavoro, l’amore per la danza, la propensione all’ascolto dei sogni degli allievi, la creatività e l’originalità, l’accoglienza e la disponibilità. Tutto ciò è il mondo di Harmony Danza.

Se sei curioso di conoscerlo più da vicino, non ti resta che prendere parte all’open day che si terrà martedì 10 settembre nella scuola avezzanese a partire dalle 15. L’ingresso è gratuito e non impegna in alcun modo i partecipanti. Per maggiori info: 086331325 o info@harmonydanza.it

L'articolo Scuole di danza: come scegliere quella giusta proviene da MarsicaLive.

]]>