L’AQUILA – MarsicaLive https://www.marsicalive.it MarsicaLive, news e diretta Live dalla Marsica Mon, 27 Jan 2020 16:11:41 +0000 it-IT hourly 1 https://wordpress.org/?v=5.3.2 Questione LFoundry, ecco le parole di Paliani (Uilm): vogliamo chiarezza sulle prospettive future https://www.marsicalive.it/questione-lfoundry-ecco-le-parole-di-paliani-uilm-vogliamo-chiarezza-sulle-prospettive-future/ Mon, 27 Jan 2020 16:11:41 +0000 https://www.marsicalive.it/?p=212695 Lfoundry

Avezzano. LFoundry; Paliani della Uilm, “Chiarezza su prospettive future e fine anticipata del contratto di solidarietà”. “Domani ci aspettiamo dall’azienda chiarezza sul piano industriale, produttivo e di sviluppo, oltre a spiegarci quali siano le prospettive relative al termine del Contratto di solidarietà che, ad oggi, è autorizzato fino alla fine di maggio 2020 ma che […]

L'articolo Questione LFoundry, ecco le parole di Paliani (Uilm): vogliamo chiarezza sulle prospettive future proviene da MarsicaLive.

]]>
Lfoundry
LfoundryAvezzano. LFoundry; Paliani della Uilm, “Chiarezza su prospettive future e fine anticipata del contratto di solidarietà”.
“Domani ci aspettiamo dall’azienda chiarezza sul piano industriale, produttivo e di sviluppo, oltre a spiegarci quali siano le prospettive relative al termine del Contratto di solidarietà che, ad oggi, è autorizzato fino alla fine di maggio 2020 ma che chiederemo di sospenderlo già dal mese di marzo. Ci sono centinaia di lavoratori che stanno avendo una perdita economica che non possiamo più permettere”. Così Michele Paliani, Responsabile nazionale Uilm del settore, si è espresso in vista dell’incontro previsto per domani al Ministero dello Sviluppo economico sulla situazione di Lfoundry, al quale parteciperanno anche rappresentanti della Giunta regionale abruzzese.
“La settimana scorsa in maniera inusuale, le Segreterie Provinciali e la Rsu sono stati convocati dalla regione Abruzzo e, in quell’occasione, sono stati messi al corrente della chiusura di un accordo quinquennale di LFoundry con la società ON SEMI. Una condizione necessaria ma non sufficiente che pone però un punto fermo sulle prospettive future dello stabilimento di Avezzano. Inoltre vogliamo conoscere lo stato effettivo dei nuovi progetti di ricerca e sviluppo. Chiediamo alla Regione se sono stati previsti finanziamenti per la riqualificazione del personale, al fine di non disperdere e tutelare queste importanti professionalità di uno dei più importanti stabilimenti abruzzesi”.
 
“In queste settimane tra i lavoratori si parla di un cambio dell’organizzazione del lavoro che starebbe mettendo a punto l’azienda. Come Uilm siamo da sempre impegnati a valutare soluzioni e a ritenere l’attuale turnazione ormai insostenibile così come articolata, in quanto crea non poche difficoltà alle lavoratrici e lavoratori. Durante questi anni nello stabilimento già si sono state sperimentate turnazioni molto più flessibili che rendono meno pesanti le notti consecutive per i lavoratori interessati. Tuttavia vogliamo conoscere fino in fondo il piano industriale  e confrontarci con l’azienda sulle prospettive, in modo da tutelare il futuro nel medio-lungo termine dei lavoratori che da troppo tempo vivono nell’incertezza del domani”.
 
“ Al Mise porteremo la proposta di consentire ai lavoratori, dopo anni di turnazione pesante e non solo, un’uscita incentivata verso una pensione anticipata, dove possibile, ovvero ancora per il biennio 2020-21. Per fare ciò si potrebbe recuperare, almeno sul breve termine, una parte dell’assegno pensionistico che, rimodulato per l’aspettativa di vita, risulta più basso di ciò che verrebbe maturato aspettando i termini della pensione di vecchiaia. Quindi chiediamo di valutare, così come previsto dall’accordo di contratto di solidarietà, di valutare la possibilità di esodi incentivati”.

L'articolo Questione LFoundry, ecco le parole di Paliani (Uilm): vogliamo chiarezza sulle prospettive future proviene da MarsicaLive.

]]>
Arte scultorea in Abruzzo, la regione pubblica un bando per commemorare le vittime del 6 aprile 2009 https://www.marsicalive.it/arte-scultorea-in-abruzzo-la-regione-pubblica-un-bando-per-commemorare-le-vittime-del-6-aprile-2009/ Mon, 27 Jan 2020 15:59:07 +0000 https://www.marsicalive.it/?p=212690

L’Aquila. La regione Abruzzo, in occasione del decennale del sisma che ha colpito la città dell’Aquila il 6 aprile 2009, intende istituire un ricordo permanente di tale tragico evento al fine di commemorarne le 309 vittime, esprimere solidarietà ai loro familiari e sensibilizzare la comunità e le istituzioni regionali al tema della sicurezza e prevenzione […]

L'articolo Arte scultorea in Abruzzo, la regione pubblica un bando per commemorare le vittime del 6 aprile 2009 proviene da MarsicaLive.

]]>

L’Aquila. La regione Abruzzo, in occasione del decennale del sisma che ha colpito la città dell’Aquila il 6 aprile 2009, intende istituire un ricordo permanente di tale tragico evento al fine di commemorarne le 309 vittime, esprimere solidarietà ai loro familiari e sensibilizzare la comunità e le istituzioni regionali al tema della sicurezza e prevenzione sismica.

A tal fine l’Ufficio di Presidenza del Consiglio Regionale d’Abruzzo ha istituito un concorso per la realizzazione di venti statue in bronzo da istallare nelle frazioni e nei paesi colpiti dal sisma del 2009. Soggetti e temi del concorso sono liberi, con la prescrizione dell’attinenza della realizzazione agli interventi celebrativi del 6 aprile e alla volontà di mantenere viva la memoria delle vittime del sisma.

Nel dettaglio saranno istallate quattro statue nella città dell’Aquila e una statua per ognuna delle seguenti frazioni: Arischia, Bazzano, Paganica, Pianola, Roio, Bagno, Tempera, San Gregorio, Onna .
Altre statue saranno istallate nei comuni di San Pio delle Camere, Fossa, Poggio Picenze, San Demetrio, Tornimparte, Lucoli, Villa Sant’Angelo.

È previsto un premio di euro 1.000 per ogni progetto scelto, tale cifrà dovrà essere utilizzata dall’artista per la realizzazione dello stesso. I Progetti scelti verranno presentati al pubblico in occasione della “Giornata della Memoria del sisma del 6 aprile 2009” che si terrà il 6 aprile 2020 presso il Consiglio regionale dell’Abruzzo

Non vi sono requisiti particolari richiesti agli artisti che intendano partecipare alla competizione. I partecipanti possono presentare al massimo 5 progetti, che dovranno rispondere alle finalità del concorso, a mezzo: PEC, gli indirizzi e le istruzioni per l’invio di messaggi di posta elettronica certificata sono riportati al seguente link: http://www.consiglio.regione.abruzzo.it/sezioni-p/posta-elettronica-certificata-pec; raccomandata AR o a mezzo corriere, in busta chiusa con all’esterno riportata la dicitura: Busta chiusa con all’esterno la dicitura: NON APRIRE: BANDO DI CONCORSO INTERNAZIONALE DI ARTE SCULTOREA PER LA “GIORNATA DELLA MEMORIA DEL SISMA DEL 6 APRILE 2009”, da inviare all’ufficio protocollo del Consiglio Regionale dell’Abruzzo sito in L’Aquila, Via Michele Jacobucci 4, 67100 L’Aquila; a mano presso l’ufficio protocollo del Consiglio Regionale dell’Abruzzo sito in L’Aquila allo stesso indirizzo sopra indicato.

I partecipanti dovranno presentare: il modulo iscrizione (allegato all’avviso) debitamente compilato e sottoscritto, con allegato documento di identità; un’immagine grafica in2D del progetto o dei progetti che si intendono presentare; una descrizione tecnica del progetto o dei progetti ed il significato delle opere; un curriculum dell’artista; un dossier consistente nelle foto di almeno 3 sculture già realizzate (formato massimo di ciascuna foto 20×30 cm).

Le domande dovranno pervenire (farà fede la data di ricezione) entro il 4 marzo 2020.

Per chiarimenti su aspetti del contest non deducibili dal bando è possibile contattare il Servizio Segreteria del Presidente, Affari generali, Stampa e Comunicazione del Consiglio Regionale d’Abruzzo, nella persona di Patrizia Zugaro, tel 0862 644452, e-mail: patrizia.zugaro@crabruzzo.it

L'articolo Arte scultorea in Abruzzo, la regione pubblica un bando per commemorare le vittime del 6 aprile 2009 proviene da MarsicaLive.

]]>
Identità Golose, la Marsica protagonista al congresso di cucina d’autore con la chef avezzanese Federica Scolta https://www.marsicalive.it/identita-golose-la-marsica-protagonista-al-congresso-di-cucina-dautore-con-la-chef-avezzanese-federica-scolta/ Mon, 27 Jan 2020 10:46:42 +0000 https://www.marsicalive.it/?p=212657

Avezzano. Si terrà a Milano, dal 7 al 9 marzo, la sedicesima edizione di “Identità Golose”, il primo congresso italiano di cucina d’autore che accoglie sul palco i più grandi professionisti della cucina e della pasticceria internazionale tra i quali Carlo Cracco, Massimo Bottura, Pietro Leemann e tanti altri. Quest’anno anche la Marsica sarà protagonista con […]

L'articolo Identità Golose, la Marsica protagonista al congresso di cucina d’autore con la chef avezzanese Federica Scolta proviene da MarsicaLive.

]]>

Avezzano. Si terrà a Milano, dal 7 al 9 marzo, la sedicesima edizione di “Identità Golose”, il primo congresso italiano di cucina d’autore che accoglie sul palco i più grandi professionisti della cucina e della pasticceria internazionale tra i quali Carlo Cracco, Massimo Bottura, Pietro Leemann e tanti altri.

Quest’anno anche la Marsica sarà protagonista con Federica Scolta, chef vegetariana avezzanese, che farà parte dei relatori nella giornata di lunedì 9 marzo, a partire dalle 13.45.

Federica Scolta si è buttata in tutti i tipi di esperienze in cucina e non solo. Dopo gli studi in relazioni internazionali, consegue il diploma nella scuola di Niko Romito a Castel di Sangro. Poi al ristorante Dattilo, stella michelin di Crotone dove entra in contatto con la terra, i suoi frutti e le erbe.

Il suo percorso con lo chef Simone Salvini e con lui fa esperienza sia come assistente durante gli eventi che nel ristorante “Ops” di Roma. La sua esperienza prosegue presso l'”Hotel Raphael” di Roma e poi ancora presta la sua esperienza per l’apertura di un ristorante italiano in Nepal e alle Maldive.

Ora dedica la sua arte culinaria al “Paradiso Pure living Hotel”, primo hotel vegetariano sulle Dolomiti dal quale partirà per raggiungere Milano. La fantasia è un ingrediente importante nella sua cucina e il cibo diventa comunicativo e rappresentativo di forme e sapori in tutti i sensi.

L'articolo Identità Golose, la Marsica protagonista al congresso di cucina d’autore con la chef avezzanese Federica Scolta proviene da MarsicaLive.

]]>
Raid vandalico nella scuola di Carsoli, bisogni nello scuolabus e finestre prese a sassate (foto) https://www.marsicalive.it/raid-vandalico-nella-scuola-di-carsoli-bisogni-nello-scuolabus-e-finestre-prese-a-sassate-foto/ Mon, 27 Jan 2020 08:57:59 +0000 https://www.marsicalive.it/?p=212643

Carsoli. Raid vandalico ai danni della scuola media dell’istituto Omnicomprensivo che ha sede, come ultimo giorno di lezione, nell’edificio dell’ex centro fieristico nella zona commerciale di Carsoli. Ignoti si sono quindi “divertiti” a lanciare sassi ai vetri della scuola causandone, ovviamente, la rottura, prendendo poi di mira lo scuolabus parcheggiato nel piazzale antistante. L’episodio è avvenuto […]

L'articolo Raid vandalico nella scuola di Carsoli, bisogni nello scuolabus e finestre prese a sassate (foto) proviene da MarsicaLive.

]]>

Carsoli. Raid vandalico ai danni della scuola media dell’istituto Omnicomprensivo che ha sede, come ultimo giorno di lezione, nell’edificio dell’ex centro fieristico nella zona commerciale di Carsoli. Ignoti si sono quindi “divertiti” a lanciare sassi ai vetri della scuola causandone, ovviamente, la rottura, prendendo poi di mira lo scuolabus parcheggiato nel piazzale antistante. L’episodio è avvenuto durante la notte.

Prese di mira tutte le finestre della palestra e degli uffici di segreteria. All’interno del veicolo che viene utilizzato per il trasporto degli studenti, invece, i vandali hanno spruzzato ovunque la schiuma degli estintori, provvendo poi a rubarli, e lo hanno letteralmente preso d’assalto.

Danni ingenti alla struttura interna, con gesti anche deprecabili, come l’aver deposto varia tipologia di bisogni sui sedili.

Sui fatti è stata sporta denuncia all’autorità giudiziaria. Ora si potranno acquisire le immagini di telecamere che si trovano in zona proprio per risalire agli autori dell’insano gesto. Con questo fatto deprecabile, avvenuto proprio all’indomani dell’inaugurazione della nuova scuola nel centro cittadino, torna sicuramente in auge l’esigenza della videosorveglianza.

L'articolo Raid vandalico nella scuola di Carsoli, bisogni nello scuolabus e finestre prese a sassate (foto) proviene da MarsicaLive.

]]>
Gruppi mafiosi in Abruzzo, più infiltrazioni in Marsica e Chietino. Il report della Dia https://www.marsicalive.it/gruppi-mafiosi-in-abruzzo-piu-infiltrazioni-in-marsica-e-chietino-il-report-della-dia/ Mon, 27 Jan 2020 08:41:53 +0000 https://www.marsicalive.it/?p=212639

Dalla relazione annuale del Ministro dell’Interno al Parlamento sull’attività svolta e sui risultati conseguiti dalla Direzione investigativa antimafia   nel primo semestre dello scorso anno, il maggiore rischio emerge per le aree della Marsica e della provincia di Chieti. Nell’Aquilano e restante territorio regionale   non emergono elementi di attualità circa il radicamento di gruppi criminali […]

L'articolo Gruppi mafiosi in Abruzzo, più infiltrazioni in Marsica e Chietino. Il report della Dia proviene da MarsicaLive.

]]>

Dalla relazione annuale del Ministro dell’Interno al Parlamento sull’attività svolta e sui risultati conseguiti dalla Direzione investigativa antimafia   nel primo semestre dello scorso anno, il maggiore rischio emerge per le aree della Marsica e della provincia di Chieti.

Nell’Aquilano e restante territorio regionale   non emergono elementi di attualità circa il radicamento di gruppi criminali di matrice mafiosa. Per la camorra, tuttavia, secondo il Ministero, “sono state ricondotte alcune presenze collegate per lo più al clan casertano dei Casalesi ed alle famiglie napoletane Contini, Amato-Pagano, Moccia e Mallardo, presenze funzionali, in alcuni casi, al riciclaggio dei proventi illeciti ed al traffico di sostanze stupefacenti”.

Il mercato della droga, secondo la  Relazione del Ministro dell’Interno al Parlamento, in particolare, vede l’approvvigionamento nelle principali piazze della Campania ad opera di pregiudicati di quella regione ed il successivo spaccio da parte di soggetti locali sul territorio abruzzese, in particolare sulla zona costiera.

“Nella Marsica”, ricorda il Ministero nel report, “in alcuni campi, in particolare, nella zona del Fucino, sono state rinvenute anche alcune piantagioni di marijuana riconducibili a pregiudicati campani, contigui a clan camorristici operanti in provincia di Napoli, nella zona dei Monti Lattari”.

La provincia di Chieti, invece   è stata interessata, nel semestre in questione, da una confisca eseguita nel mese di gennaio dai Carabinieri, nei confronti di un soggetto ritenuto contiguo al clan Falanga di Torre del Greco (Na). Il provvedimento ha riguardato quattro immobili e 14 terreni ubicati tra San Vito Chietino, Villaricca (Na) e Cesenatico, di proprietà della consorte. L’indagine è stata avviata a seguito dell’arresto, avvenuto il 14 maggio 2014, dell’elemento di vertice del citato clan. In tale contesto era emerso il ruolo del suo affiliato – colpito dal citato provvedimento ablativo – quale fornitore di rilevanti quantitativi di stupefacente.

La criminalità di matrice pugliese orienta i propri interessi non solo verso i traffici di droga, ma anche verso i reati predatori. Più nel dettaglio, sono i sodalizi foggiani ed, in particolare, quelli del Gargano e di San Severo ad evidenziare una spiccata propensione al traffico degli stupefacenti, confermandosi quale crocevia anche in chiave extraregionale. È quanto emerge dall’operazione “Evelyn”, nel cui ambito, il 30 novembre 2018, i Carabinieri hanno disarticolato un’organizzazione criminale italo-albanese, con base nell’area di Vasto  , dedita al traffico di sostanze stupefacenti e alla commissione di atti intimidatori, anche attraverso l’uso di armi, per garantirsi l’egemonia sul territorio e sulle principali piazze di spaccio. Tra gli indagati figura un boss del clan Nardino di San Severo.

Il 28 gennaio 2019, nel prosieguo investigativo, gli stessi Carabinieri, coadiuvati dalla Guardia di Finanza, hanno eseguito un decreto di sequestro preventivo, che ha riguardato un bar sito a San Salvo, intestato ad un cittadino albanese, le quote relative a società ed immobili con sedi nelle province di Chieti, Foggia e Barletta Andria-Trani e 12 auto-motoveicoli, per un valore complessivo di 1,2 milioni di euro. Quanto detto trova ampia conferma anche nell’operazione “Ultimo avamposto”, conclusa il 20 aprile 2019, che ha cristallizzato, ancora una volta, le connessioni tra trafficanti foggiani, albanesi e romeni. Il sodalizio, dedito al traffico di marijuana sulla rotta albanese-foggiana, era composto da elementi del clan Perna-Iannoli, che contava su articolazioni territoriali per rifornire, tra tutte, anche le piazze di spaccio abruzzesi, tramite articolazioni territoriali a Pescara, Montesilvano e Francavilla a Mare.

Per quanto attiene ai reati predatori, anche in Abruzzo i cerignolani hanno dimostrato un elevato livello di specializzazione. Sempre nella provincia di Chieti, si è registrata, nel tempo, la presenza di gruppi locali coinvolti nella commissione di reati di varia natura (anche nel settore ambientale), nonché di alcune famiglie rom stanziali ed albanesi.

Nella provincia di Pescara si conferma l’assenza di fenomeni delittuosi legati alla criminalità organizzata di tipo mafioso, per quanto resti sempre alto, per le caratteristiche del tessuto socio-economico della zona, il rischio di infiltrazione criminale. Da alcuni anni, tuttavia, si registra la presenza, favorita dalla vicinanza geografica, di soggetti riconducibili a sodalizi campani e pugliesi1426. Altrettanto rilevante è la presenza di una comunità rom, ormai da tempo stanziale nel capoluogo. Alcuni suoi appartenenti sono risultati talvolta coinvolti in attività di spaccio di sostanze stupefacenti, usura, gioco d’azzardo, truffe, estorsioni e riciclaggio.

Nella provincia di Teramo, alcuni criminali di etnia rom avrebbero assunto una posizioni di rilievo nella vendita di sostanze stupefacenti. Nel territorio di Martinsicuro sono stati segnalati soggetti campani e calabresi collegati ad organizzazioni mafiose. In via generale, nelle province abruzzesi si registra anche la presenza di gruppi stranieri provenienti dall’est-europeo (macedoni, ucraini e moldavi) dediti per lo più a reati predatori. Come già evidenziato, i sodalizi albanesi operano tendenzialmente in collaborazione con sodalizi locali o di altra matrice italiana e straniera.

Il 16 aprile 2019, nell’ambito dell’operazione “Rubino”, la Polizia di Stato ha eseguito 13 misure restrittive (su 76 indagati) nei confronti di appartenenti ad un sodalizio criminale, per la maggior parte composto da albanesi e romeni, operante in Abruzzo e dedito ad un vasto traffico di sostanze stupefacenti. La base logistica dell’organizzazione criminale è stata individuata in provincia di Chieti, fra Tollo e Guardiagrele; il sodalizio si avvaleva, peraltro, di ulteriori gruppi dislocati nelle province di Chieti, Pescara e Teramo. Nel corso dell’operazione sono stati sequestrati circa 300 chili di marijuana, kg. 90 di hashish e kg. 1 di cocaina, nonché 20.000 euro in contanti, provento dell’attività di spaccio, una pistola calibro 7,65 e un fucile a canne mozze. I cinesi, invece, oltre allo sfruttamento della manodopera clandestina negli opifici, avrebbero intrapreso anche attività di sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione. Si segnala, infine, anche l’operatività di soggetti di nazionalità bulgara e pakistana, attivi nella commissione di reati informatici, tra cui la contraffazione di carte di pagamento e l’accesso abusivo ai sistemi informatici.

L'articolo Gruppi mafiosi in Abruzzo, più infiltrazioni in Marsica e Chietino. Il report della Dia proviene da MarsicaLive.

]]>
Giornata della memoria, in scena a Massa D’Albe lo spettacolo teatrale “Jakob il Bugiardo” https://www.marsicalive.it/giornata-della-memoria-in-scena-a-massa-dalbe-lo-spettacolo-teatrale-jakob-il-bugiardo/ Sun, 26 Jan 2020 14:17:01 +0000 https://www.marsicalive.it/?p=212627

Massa D’Albe. In occasione della giornata della memoria, oggi pomeriggio alle ore 17 andrà in scena lo spettacolo “Jakob il Bugiardo”. Lo spettacolo, organizzato dal Comune di Massa D’Albe in collaborazione con il Teatro Off e la sezione locale degli Alpini, andrà in scena nella sala sottostante l’asilo comunale. Sul palco gli attori Alessandro Martorelli […]

L'articolo Giornata della memoria, in scena a Massa D’Albe lo spettacolo teatrale “Jakob il Bugiardo” proviene da MarsicaLive.

]]>

Massa D’Albe. In occasione della giornata della memoria, oggi pomeriggio alle ore 17 andrà in scena lo spettacolo “Jakob il Bugiardo”. Lo spettacolo, organizzato dal Comune di Massa D’Albe in collaborazione con il Teatro Off e la sezione locale degli Alpini, andrà in scena nella sala sottostante l’asilo comunale.

Sul palco gli attori Alessandro Martorelli e Antonio Pellegrini accompagnati dai musicisti Alessandro “Pepè” Parrini, Alberto Bianchi e Carlo Morgante. Alla fine dello spettacolo ci sarà un momento di confronto coordinato dal professore Pasquale Del Pinto. Interverranno il Professor Fabrizio Politi, il sindaco di Massa D’Alba architetto Nazzareno Lucci e il parroco di Massa D’Albe Don Fracois-Xavier Nshogoza.

L'articolo Giornata della memoria, in scena a Massa D’Albe lo spettacolo teatrale “Jakob il Bugiardo” proviene da MarsicaLive.

]]>
In partenza i lavori della nuova scuola media “Beato Tommaso da Celano” in Via della Torre https://www.marsicalive.it/in-partenza-i-lavori-della-nuova-scuola-media-beato-tommaso-da-celano-in-via-della-torre/ Sun, 26 Jan 2020 13:42:32 +0000 https://www.marsicalive.it/?p=212624

Celano. L’apertura del cantiere della scuola secondaria di 1° grado“Beato Tommaso da Celano” in via Della Torre è prevista per sabato prossimo alle ore 11. Parte così la realizzazione della scuola media destinata ad ospitare circa 500 studenti. Grande soddisfazione è stata espressa dal sindaco di Celano, Settimio Santilli, il quale dichiara: “E’ stato un percorso tortuoso […]

L'articolo In partenza i lavori della nuova scuola media “Beato Tommaso da Celano” in Via della Torre proviene da MarsicaLive.

]]>

Celano. L’apertura del cantiere della scuola secondaria di 1° grado“Beato Tommaso da Celano” in via Della Torre è prevista per sabato prossimo alle ore 11. Parte così la realizzazione della scuola media destinata ad ospitare circa 500 studenti. Grande soddisfazione è stata espressa dal sindaco di Celano, Settimio Santilli, il quale dichiara: “E’ stato un percorso tortuoso e difficile fino alla fine, solo la settimana scorsa infatti il T.A.R. ci ha dato ragione non concedendo la sospensiva per il ricorso presentato dalla terza classificata alla gara per la realizzazione dei lavori, per cui solo dopo questo giudizio abbiamo potuto procedere con la firma del contratto con l’aggiudicataria dei lavori per farli partire realmente. I lavori dovrebbero terminare, continua Santilli, salvo problemi in corso d’opera, entro l’anno e dunque subito dopo le prossime festività natalizie i nostri studenti avranno accesso a una nuova struttura che prevede la realizzazione di 15 aule a servizio della scuola Media e di 5 aule speciali che potranno essere destinate potenzialmente ad ospitare l’I.T.E. di Celano o qualsiasi altra realtà scolastica, con ingressi separati e disgiunti e la realizzazione di una nuova piazza, posta davanti alla facciata principale dell’edificio.”

“Il progetto prevede anche la realizzazione di 7 aule per attività integrative, 1 aula magna, 1 palestra, 1 aula informatica, 1 mensa, 1 biblioteca ed un grande atrio assembleare che potrà essere aperto anche all’uso non scolastico senza contrastare con le attività didattiche. Ulteriore aspetto importante e non affatto banale, è che l’intera struttura scolastica, rappresenterà potenzialmente un’area di emergenza di Protezione Civile, in caso di calamità naturali come il terremoto. Altro aspetto da non sottovalutare, sono le opere di riqualificazione e urbanizzazione che sono previste in tutta l’area delle Starze che insiste nel perimetro della stessa scuola, sprovvista di fognature e pubblica illuminazione e che finalmente vedranno la realizzazione.” continua il primo cittadino Santilli.

“Aggiungo che non ci siamo affatto fermati con la scuola media, perché siamo già a lavoro con la progettazione del Polo dell’Infanzia innovativo in Piazza Aia, ed entro primavera saremo in grado già di presentare la prima bozza alla città. Anche in questo caso purtroppo, siamo stati rallentati da un ricorso su un bando pubblico che il nostro Comune ha vinto e che ci ha fatto ritardare di ben 2 anni. Abbiamo rispettato tutti i termini di legge e avendo il T.A.R. pure in questo caso rigettato il ricorso del Comune di Altino, ora siamo pronti per procedere con l’iter amministrativo per la realizzazione di una struttura innovativa che ci permetterà la istituzione del sistema integrato di educazione e di istruzione dalla nascita sino a 6 anni. Dopo la nuova scuola elementare “G. d’Annunzio”, che ha ricevuto più riconoscimenti a livello nazionale per la sicurezza, l’innovazione didattica e la ecosostenibilità, la ristrutturazione dell’asilo nido M.Carusi in via della Sanità, con la realizzazione della nuova scuola Beato Tommaso da Celano e del prossimo Polo dell’infanzia in Piazza Aia, pensiamo di aver impresso un cambio epocale nella nostra città in soli 5 anni, ovvero quello di studiare in scuole sicure ed innovative in una città come quella di Celano ad alto rischio sismico. Avevamo promesso che avremmo messo al centro del nostro mandato l’edilizia scolastica e penso che mai come ora i fatti ci stiano dando ragione.” conclude Santilli.

L'articolo In partenza i lavori della nuova scuola media “Beato Tommaso da Celano” in Via della Torre proviene da MarsicaLive.

]]>
Chiusura momentanea dell’ufficio anagrafe del Comune di Luco Dei Marsi per aggiornamenti tecnici https://www.marsicalive.it/chiusura-per-due-pomeriggi-dellufficio-anagrafe-del-comune-di-luco-dei-marsi/ Sun, 26 Jan 2020 08:50:26 +0000 https://www.marsicalive.it/?p=212597

Luco dei Marsi. Il Comune di Luco dei Marsi ha predisposto la chiusura dell’ufficio anagrafe per il pomeriggio di giovedì 30 gennaio. L’ufficio comunale, chiuso già nel pomeriggio di giovedì 23 gennaio, è in fase di aggiornamenti tecnici delle banche dati.

L'articolo Chiusura momentanea dell’ufficio anagrafe del Comune di Luco Dei Marsi per aggiornamenti tecnici proviene da MarsicaLive.

]]>
Luco dei Marsi. Il Comune di Luco dei Marsi ha predisposto la chiusura dell’ufficio anagrafe per il pomeriggio di giovedì 30 gennaio. L’ufficio comunale, chiuso già nel pomeriggio di giovedì 23 gennaio, è in fase di aggiornamenti tecnici delle banche dati.

L'articolo Chiusura momentanea dell’ufficio anagrafe del Comune di Luco Dei Marsi per aggiornamenti tecnici proviene da MarsicaLive.

]]>
Coronavirus: cos’è, i sintomi e i rischi in Italia. Come prevenirlo: facciamo chiarezza con l’esperto https://www.marsicalive.it/coronavirus-cose-i-sintomi-e-i-rischi-in-italia-come-prevenirlo-facciamo-chiarezza-con-lesperto/ Sun, 26 Jan 2020 08:35:13 +0000 https://www.marsicalive.it/?p=212593

E’ ancora un enigma il nuovo coronavirus di Wuhan. La malattia fa paura, perché in parte è ancora sconosciuta e non vaccinabile e perché sembra poter contare su contagiati asintomatici, oltre ad avere una mortalità abbastanza alta. Fino a oggi si punta sulle  misure di prevenzione del contagio prese dalla Cina e da tutto il […]

L'articolo Coronavirus: cos’è, i sintomi e i rischi in Italia. Come prevenirlo: facciamo chiarezza con l’esperto proviene da MarsicaLive.

]]>

E’ ancora un enigma il nuovo coronavirus di Wuhan. La malattia fa paura, perché in parte è ancora sconosciuta e non vaccinabile e perché sembra poter contare su contagiati asintomatici, oltre ad avere una mortalità abbastanza alta.
Fino a oggi si punta sulle  misure di prevenzione del contagio prese dalla Cina e da tutto il mondo. Sono state tempestive e potrebbero essere efficaci a contenere l’epidemia.  Ma per capire qualcosa di più su questo virus abbiamo sentito il dottor Arcangelo Di Legge, di Avezzano, responsabile della Farmacia Santa Caterina, che chiarisce alcuni punti fondamentali della questione.

Che cos’è questa influenza  che sta tenendo col fiato sospeso tutto il mondo?
E’ una patologia trasmessa da un virus particolare denominato 2019-nCoV facente parte della famiglia dei  coronavirus. Della famiglia dei Coronavirus fanno parte anche molti patogeni responsabili dei comuni raffreddori, influenze e patologie del sistema respiratorio. Purtroppo ne esistono alcuni molto più aggressivi e capaci di dare una sintomatologia molto più rilevante e potenzialmente fatale. Se vogliamo essere più precisi questo nuovo virus fa parte della famiglia dei Betacoronavirus tra i quali ricordiamo quello della SARS ( Severe acute respiratory syndrome ) e quello della MERS ( Middle east respiratory syndrome ) tristemente noti per aver fatto numerosi morti in passato.
Dall’analisi del patrimonio genetico di questo nuovo virus è infatti emersa una somiglianza con i virus di MERS e SARS pari all’ 80% anche se rispetto a questi ultimi sembrerebbe meno aggressivo.

Quali sono i sintomi che devono metterci in allarme?
Parlando di un Coronavirus i sintomi sono chiaramente quelli di una patologia respiratoria non specifica del tutto sovrapponibili a quelli di un’influenza classica o delle tipiche infezioni respiratorie invernali: febbre alta, raffreddore, tosse secca, mal di gola, mal di testa, malessere generale, difficoltà respiratorie, dolori ossei e  muscolari.
Tutti sintomi con i quali chiunque ha avuto a che fare almeno qualche volta.
Quando però l’infezione si manifesta in maniera acuta, tutti questi sintomi si possono notevolmente aggravare ed avere anche esiti fatali in particolare in soggetti deboli ed immunocompromessi. Sono gli stessi sintomi riscontrati anche in passato nella SARS e nella MERS. Proprio questa sintomatologia così comune rende molto difficile fare una diagnosi basata sull’osservazione, la certezza può darcela solo un’analisi di laboratorio che vada alla ricerca del virus nell’organismo.

Come possiamo regolarci allora?
Attualmente in Europa il rischio di diffusione è classificato dalle autorità come moderato, per questo tutti i sintomi elencati precedentemente devono mettere in allarme solo le persone che si trovano in Cina nelle zone del focolaio o che siano state in contatto con altri soggetti provenienti da quei luoghi. In Italia il Ministero della Salute ha già allertato tutti i medici di famiglia e gli infettivologi.

La situazione sembra abbastanza seria, come si può arginarla?
Le raccomandazioni per chi si trova in quei luoghi sono quelle di lavarsi accuratamente le mani, usare la mascherina, non frequentare i luoghi affollati e i soggetti che mostrano sintomi compatibili con la malattia.
Queste sono raccomandazioni generiche che possono valere per evitare il contagio di molte infezioni; in realtà dalle ultime notizie sembra che le autorità cinesi stiano mettendo in atto una serie di misure per isolare le zone del contagio. La città di WUHAN è stata la prima ad essere completamente isolata. Il trasporto pubblico è stato fermato, bloccati treni ed aerei in partenza, chiusi i cinema ed il mercato (da dove sembra essere partito il virus) ed annullati i
festeggiamenti per il Capodanno Cinese. Il sindaco della città di Wuahan ha esortato tutti a restare in casa e a non lasciare la città, sono stati bloccati ponti e caselli autostradali. Le misure di sicurezza adottate sono molto forti ma dobbiamo ricordarci che questo virus si trasmette per via aerea, quindi il contagio è molto facile. In questo momento le città in quarantena sarebbero 11 per un totale di più di 30 milioni di persone coinvolte. La situazione è però in continuo sviluppo.

Fuori dai confini cinesi i casi accertati per ora sono sporadici. Perché il mercato della città potrebbe essere stato il punto di propagazione?
Al momento è un’ipotesi, non ci sono certezze. Questi virus spesso arrivano all’uomo dagli animali selvatici, si parla dei pipistrelli come portatori, in seguito di serpenti ma è tutto da confermare. Nei mercati delle grandi metropoli cinesi si commerciano molti animali vivi domestici ma anche selvatici, convivono insieme all’uomo volatili, maiali, pipistrelli, serpenti ed altri potenziali portatori di infezioni. E’ chiaramente una situazione a rischio.

Ma se questo virus colpisce gli animali come attacca l’uomo?
I virus di solito operano il contagio all’interno della stessa specie ma a volte possono mutare il loro patrimonio genetico e fare il cosiddetto salto di specie. I Coronavirus in particolare essendo virus a RNA tendono a mutare molto
velocemente. Negli ultimi anni è già successo nel 2003 per la SARS passata dai pipistrelli agli zibetti e poi all’uomo.
Nel 2009 per l’influenza A H1N1 dagli uccelli a i suini e da questi all’uomo. Nel 2012 c’è stato il caso della MERS dai pipistrelli ai cammelli e poi all’uomo. Nel 2014 ha imparato a colpire l’uomo il virus della febbre emorragica l’Ebola.
Oggi è il caso di questo nuovo virus. Dopo il salto di specie il virus può mutare ancora e diventare capace di passare da
uomo a uomo. Lo pneumologo cinese Zhong Nanshan il 20 gennaio ha riconosciuto per la prima volta che il nuovo virus 2019-nCoV si può trasmettere da uomo a uomo. Proprio quest’ultima novità ha portato le autorità cinesi ad adottare le stringenti misure di sicurezza che stiamo osservando.

L'articolo Coronavirus: cos’è, i sintomi e i rischi in Italia. Come prevenirlo: facciamo chiarezza con l’esperto proviene da MarsicaLive.

]]>
Discarica a cielo aperto nelle zone rurali di Carsoli, scovate 19 persone https://www.marsicalive.it/discarica-a-cielo-aperto-nelle-zone-rurali-di-carsoli-scovate-19-persone/ Sat, 25 Jan 2020 10:39:51 +0000 https://www.marsicalive.it/?p=212537

Carsoli. Durante l’ultimo semestre, i carabinieri forestali di Pereto hanno intensificato i controlli mirati al contrasto dei fenomeni di abbandono ed illecita gestione dei rifiuti, visto il dilagare preoccupante dei cumuli di sacchi della spazzatura e di ogni genere di oggetto lasciato lungo i bordi delle strade di campagna e nelle aree periferiche dei Comuni di Carsoli, […]

L'articolo Discarica a cielo aperto nelle zone rurali di Carsoli, scovate 19 persone proviene da MarsicaLive.

]]>

Carsoli. Durante l’ultimo semestre, i carabinieri forestali di Pereto hanno intensificato i controlli mirati al contrasto dei fenomeni di abbandono ed illecita gestione dei rifiuti, visto il dilagare preoccupante dei cumuli di sacchi della spazzatura e di ogni genere di oggetto lasciato lungo i bordi delle strade di campagna e nelle aree periferiche dei Comuni di Carsoli, Oricola e Rocca di Botte.

I servizi di perlustrazione, la ricerca di tracce lasciate tra i rifiuti e l’utilizzo di apparecchiature elettroniche per riprese audiovisive appositamente posizionate, hanno permesso ai carabinieri forestali di Pereto di individuare 19 responsabili dell’abbandono dei rifiuti a cui sono state elevate altrettante sanzioni amministrative per un importo complessivo di 10mila e 800 euro.

Tutti i responsabili potrebbero ricevere apposite ordinanze individualmente emesse dai sindaci dei Comuni interessati con le quali sono obbligati alla rimozione dei rifiuti illecitamente abbandonati ed alla bonifica dei luoghi. In caso di accertata inottemperanza, ai responsabili verrà addebitata la spesa sostenuta dal comune per la bonifica dei luoghi e conseguente denuncia alla competente Procura della Repubblica. Alcune aree comunali sono state già bonificate su incarico del Comune.

L'articolo Discarica a cielo aperto nelle zone rurali di Carsoli, scovate 19 persone proviene da MarsicaLive.

]]>