GALLERY – MarsicaLive https://www.marsicalive.it MarsicaLive, news e diretta Live dalla Marsica Tue, 19 Feb 2019 08:55:07 +0000 it-IT hourly 1 https://wordpress.org/?v=5.3.2 Insulta e dà dei razzisti ai carabinieri che avevano multato la compagna, straniero assolto: non c’erano testimoni https://www.marsicalive.it/insulta-e-da-dei-razzisti-ai-carabinieri-che-avevano-multato-la-compagna-straniero-assolto-non-cerano-testimoni/ Tue, 19 Feb 2019 08:53:38 +0000 https://www.marsicalive.it/?p=189745

Avezzano. Insulta e dà dei razzisti ai carabinieri che avevano multato la compagna. Viene però assolto perché non c’erano testimoni in quel  momento.  E’ quanto accaduto ad A.K., 40 anni, marocchino, un giovane straniero che se l’è cavata con una assoluzione. Era accusato di oltraggio a pubblico ufficiale poiché aveva insultato pesantemente due militari dell’Arma che […]

L'articolo Insulta e dà dei razzisti ai carabinieri che avevano multato la compagna, straniero assolto: non c’erano testimoni proviene da MarsicaLive.

]]>

Avezzano. Insulta e dà dei razzisti ai carabinieri che avevano multato la compagna. Viene però assolto perché non c’erano testimoni in quel  momento.  E’ quanto accaduto ad A.K., 40 anni, marocchino, un giovane straniero che se l’è cavata con una assoluzione. Era accusato di oltraggio a pubblico ufficiale poiché aveva insultato pesantemente due militari dell’Arma che avevano multato la compagna.

La giovane marsicana era infatti stata fermata da due carabinieri a un posto di blocco durante la notte in centro ad Avezzano per dei controlli. Erano circa le 4 e i due hanno deciso di multarla perché non si era fermata allo stop. La decisione non è però andata a genio al suo compagno, che era sul lato passeggero. E’ così sceso dall’auto e ha cominciato a inveire contro di loro. Ha quindi iniziato a insultarli chiamandoli razzisti e bastardi e insinuando di essersi accaniti contro la moglie solo perché era in auto con uno straniero.

Secondo la difesa, cioè gli avvocati Luca e Pasquale Motta, fa fede la sentenza della Cassazione che ha affermato il principio secondo il quale quando si rivolgono parole offensive nei confronti di forze dell’ordine è necessaria la presenza di persone esterne, di pubblico terzo estraneo alla vicenda. E in quel caso non c’era nessun testimone. Per tale motivo il giudice monocratico del tribunale di Avezzano, Gaetano Tanzi, ha assolto il giovane straniero perché il fatto non sussiste.

L'articolo Insulta e dà dei razzisti ai carabinieri che avevano multato la compagna, straniero assolto: non c’erano testimoni proviene da MarsicaLive.

]]>
Palazzo Ducale tra passato e futuro… e se un giorno divenisse un hotel di charme? https://www.marsicalive.it/palazzo-ducale-tra-passato-e-futuro-e-se-un-giorno-divenisse-un-hotel-di-charme/ Mon, 15 Oct 2018 12:31:12 +0000 https://www.marsicalive.it/?p=180337

Tagliacozzo. Una struttura affascinante, una storia coinvolgente, affreschi rinascimentali. Vero, tutto bellissimo il Palazzo Ducale di Tagliacozzo, specie in ottica del restauro finanziato dal Masterplan, targato Regione Abruzzo. Eppure la domanda più importante riguardante la struttura ad oggi: quale sarà la sua destinazione d’uso? E se qualcuno lo trasformasse in un hotel di Charme? Be’, […]

L'articolo Palazzo Ducale tra passato e futuro… e se un giorno divenisse un hotel di charme? proviene da MarsicaLive.

]]>

Tagliacozzo. Una struttura affascinante, una storia coinvolgente, affreschi rinascimentali. Vero, tutto bellissimo il Palazzo Ducale di Tagliacozzo, specie in ottica del restauro finanziato dal Masterplan, targato Regione Abruzzo. Eppure la domanda più importante riguardante la struttura ad oggi: quale sarà la sua destinazione d’uso? E se qualcuno lo trasformasse in un hotel di Charme? Be’, magari.

Una tematica abbastanza delicata e intrigante che è stata protagonista nell’esaustivo convegno che si è svolto sabato 13 ottobre nelle ex carceri del Palazzo, organizzato dai rappresentanti dell’amministrazione comunale. Due slot di incontri in un pomeriggio, mediati dal sindaco stesso, Vincenzo Giovagnorio, in cui sono intervenuti docenti di storia ed esperti d’arte per illustrare le caratteristiche culturali del Ducale e poi i tecnici, architetti e i rappresentanti della Soprintendenza che hanno parlato del presente e del futuro possibile del palazzo. Lorenzo Berardinetti, assessore regionale ai lavori pubblici, ha introdotto il tavolo dei lavori parlando del finanziamento regionale, pari ad un milione di euro destinato al restauro della parte storica del palazzo. In seguito, il convegno è iniziato con un excursus storico culturale: prima con un intervento del professor Leonardo Saviano e poi con il resoconto dell’architetto Domenico Colasanti sul periodo di stabilimento della famiglia Orsini, con l’analisi dei lavori predisposti dalla famiglia nel territorio nazionale, con l’obiettivo di lasciare una propria traccia nella storia. Così, è possibile anche effettuare dei collegamenti tra i castelli di Bracciano, di Scurcola, di Avezzano e lo stesso Palazzo Ducale di Urbino con quello di Tagliacozzo. Molto interessante l’analisi artistica del professore Fernando Pasqualone (ex docente del classico Torlonia di Avezzano) che oltre a descrivere la difficoltà nel risalire all’autore originale degli affreschi della cappellina, ha incalzato i rappresentanti della Soprintendenza richiedendo come mai non si abbia traccia di un piccolo affresco originariamente presente nella sala suddetta e di come mai, duranti i primi lavori del restauro degli anni passati, siano stati danneggiati i davanzali di due importanti finestre della struttura e non siano mai stati risistemati.

Nella seconda parte del dibattito, introdotto questa volta dal presidente del consiglio regionale, Giuseppe Di Pangrazio che ha rassicurato che i finanziamenti del Masterplan non saranno toccati dagli interventi che si dovranno effettuare sulle autostrade, è intervenuta Antonella Lopardi, rappresentante della Soprintendenza, che ha illustrato i vari lavori di restauro effettuati negli anni ’70 e nel primo decennio del duemila anche per far fronte ad alcuni atti vandalici che hanno tentato di danneggiare la cappellina degli affreschi. “Una volta effettuati i lavori di restauro”, ha aggiunto la Lopardi, “potranno ritornare anche gli affreschi un tempo estrapolati dal palazzo ducale e che in via provvisoria sono ancora oggi nel museo del castello di Celano”. D’altra parte, la professoressa Clara Verazzo, dell’Università di Architettura di Pescara, ha illustrato con alcune diapositive le diverse necessità del lavoro di restauro, in particolar modo sulle facciate esterne al fine di ricreare un equilibrio di luci e di ombre della struttura. Interessante anche l’intervento del dottor Mirco Crisante, neolaureato all’università di Architettura di Pescara, proprio con un elaborato di tesi sul restauro e del Palazzo Ducale e il suo possibile riutilizzo.

Nell’ultima parte del convegno, il sindaco Vincenzo Giovagnorio ha illustrato il progetto futuro dell’amministrazione attuale di convogliare le sette biblioteche della città all’interno della struttura, di adibire alcuni spazi a mostre temporanee o permanenti ed altri a convegni. Ad oggi, alcuni luoghi del palazzo sono già utilizzati: le carceri ristrutturate vengono spesso usufruite per vari eventi culturali nella città, come ad esempio, Controsenso, il festival della comunicazione che ospita ogni anno personaggi di livello nazionale e che, tra l’altro, è stato protagonista del venturo restauro del Palazzo Ducale, quando l’ospite d’onore nell’edizione 2015, Vittorio Sgarbi, si è rivolto personalmente alle autorità nazionali per richiedere una maggiore sensibilità verso la struttura in degrado nella città marsicana. A lavori ancora da iniziare, è difficile dire come sarà l’usufrutto del Palazzo. Certo è che si è parlato in passato di varie ipotesi, come quella di una sede universitaria, anche se oggi sembra che la tendenza delle facoltà non sia più quella della dislocazione, ma della riunione nelle sedi centrali degli atenei. Viceversa, oggi si potrebbe aprire il portone alla creazione di un hotel di lusso, allestito nell’area del palazzo di proprietà della Provincia, adibita in passato a corsi di formazione. Why not? Sicuramente, servirebbe un importante finanziatore che, una volta restaurato il palazzo nella parte storica, sia disposto ad effettuare di sua sponte dei lavori ingenti sulla rimanente area dell’edificio. Investire in una città come Tagliacozzo non può che lasciar sognare una prospettiva migliore. Strutture del genere non hanno bisogno di molte presentazioni, in quanto sono “stradiffuse” in tutto il territorio nazionale, specie nelle città d’arte e di cultura. Certo, una rondine non fa primavera. Un hotel di charme in pieno centro non crea una città di lusso. Servirebbe un adeguamento del contesto a livello estetico, ma anche civile. @RaffaeleCastiglioneMorelli

L'articolo Palazzo Ducale tra passato e futuro… e se un giorno divenisse un hotel di charme? proviene da MarsicaLive.

]]>
Visioni e Forma, un matrimonio d’identità laiche e religiose per la festa del Volto Santo https://www.marsicalive.it/visioni-e-forma-un-matrimonio-didentita-laiche-e-religiose-per-la-festa-del-volto-santo/ Wed, 11 Apr 2018 12:20:30 +0000 http://www.marsicalive.it/?p=164764

Tagliacozzo. Un’aurea di sacralità con un’influenza pagana. La festa della Municipalità o Festa del Volto Santo, chiamatela come preferite, è sicuramente l’evento di maggior raccolta nella città di Tagliacozzo. Turisti, cittadini, parenti lontani, accorrono per un momento nel quale la solennità ecclesiastica si sposa con il paganesimo, un “patto lateranense” di partecipazione, turismo, religione, “bellezza” […]

L'articolo Visioni e Forma, un matrimonio d’identità laiche e religiose per la festa del Volto Santo proviene da MarsicaLive.

]]>

Tagliacozzo. Un’aurea di sacralità con un’influenza pagana. La festa della Municipalità o Festa del Volto Santo, chiamatela come preferite, è sicuramente l’evento di maggior raccolta nella città di Tagliacozzo. Turisti, cittadini, parenti lontani, accorrono per un momento nel quale la solennità ecclesiastica si sposa con il paganesimo, un “patto lateranense” di partecipazione, turismo, religione, “bellezza” e mistero.  Un mistero che quest’anno si è trasformato in un senso di experience artistica con Visione e Forma, la mostra d’arte contemporanea, ospitata nelle Scuderie dell’affascinante Palazzo Ducale, nella tre giorni dell’evento tagliacozzano. Curata da Gianluca Rubeo, la mostra ha raccolto le opere di Gabriele Altobelli e Rodolfo Angelosante, già ospiti nell’appuntamento artistico della scorsa estate in Contemporanea2017.

“L’experience” si sviluppa tra l’odore dell’incenso che divampa nelle sale e spicca in una prorompente composizione fotografica di Angelosante sul volto della Pietà di Michelangelo. Trenta scatti, in fila, in bianco e nero, seppia in un tecnica di tagli, destrutturazione, riunione e collage che trasmettono al pubblico quel senso sacrale e nello stesso tempo “Innocente” del volto di Maria. Rimanendo nel tema delle foto, l’opera di Angelosante, come scrive Gian Ruggero Manzoni nel depliant della mostra, “procede fermando lo scatto su una scena del quotidiano, un paesaggio, un individuo che fluttua in un’atmosfera metafisica, un insieme di persone, per poi scomporre il tutto tramite uno o più tagli e ridare forma all’immagine”. Questa sembra essere la chiave di lettura contemporanea dell’opera dell’artista che risalta ancor di più in Specchi Riflessi, dove la scomposizione e ricomposizione delle foto di un cielo riflessa nello specchio crea un senso di movimento e contatto diretto con l’opera, come un 4D.

Il tema del sacro torna protagonista nelle sculture di Altobelli, in particolar modo in Risurrezione e Metamorfosi e in Identità. “Un ‘arte che si presenta come un personale viaggio immaginifico, vissuto attraverso lo sviluppo delle forme e la sperimentazione di materiali diversi, utilizzati per raggiungere esiti originali” scrive sempre Manzoni. Nella prima opera, il tronco centrale simboleggia il tronco piantato nella roccia del Golgota, dove è stato sepolto il Cristo. Le sei lame di ferro, color rosso, sono invece l’emblema della passione patita da Gesu nel Calvario, tuttavia il loro protrarsi verso l’alto indica un senso di superamento della sofferenza, un senso di superamento della morte, in teoria, la resurrezione, per cui metamorfosi. Identità, immagine copertina della mostra insieme al volto della Pietà fotografata da Angelosante, rappresenta invece un’unione tra due corpi, che partono da un’uguale origine e perseguono il loro cammino allontanandosi l’uno dall’altro. Forse, Maria e Gesu, un tempo uniti in unico corpo, e poi separati, volendo rimanere in un tema aureo-religioso. Nell’ultima sala, le proiezioni del Ratto di Proserpina, insieme alla sculture di Altobelli e le foto scomposte di Angelosante, scendono dalla sacralità nella mondana umanità morale, legata ad un movimento temporale di cambi di valori e prospettive. Una mostra da interpretare, che sicuramente colpisci i fedeli, ma che lascia spunti di riflessione anche per i non credenti, nascosti tra immagini di bellezza e purezza e tecniche personali.

Tutto nello sfondo della festa “ella benedizione”, in puri termini di dialetto. Una festa che a Tagliacozzo origina dall’arte, a dirla tutta. Un quadro risalente al XVII o XVIII secolo, quando un Principe di casa Colonna, Duca di Tagliacozzo, fece dono all’Università tagliacozzana del dipinto del Volto Santo. Un Olio su tela, recentemente restaurato che rappresenta il velo della Veronica, la donna che asciugò il volto di Gesù, sofferente lungo la fatal via del Calvario. Il mistero vuole che il velo originale sia giunto a Manoppello, da fonti scononosciute e il quadro ne simboleggia una rappresentazione pittorica. Dopo duemila anni, nell’era dell’affermarsi dell’avanguardia tecnologica, della “follia” del controllo umano onnipotente, l’uomo non può fare a meno di provare un sentimento di fascino, o di sdegno, o di ammirazione di fronte a un mistero, una storia che nei secoli riesce ancora a raccogliere migliaia di seguaci. @RaffaeleCastiglioneMorelli

 

L'articolo Visioni e Forma, un matrimonio d’identità laiche e religiose per la festa del Volto Santo proviene da MarsicaLive.

]]>
Abito da sposa cercasi! Ecco la guida del Centro Sposi Abruzzo per aiutare le novelle spose a scegliere il vestito giusto per il sì https://www.marsicalive.it/abito-da-sposa-cercasi-ecco-la-guida-del-centro-sposi-abruzzo-per-aiutare-le-novelle-spose-a-scegliere-i-vestito-giusto-per-il-si/ Wed, 04 Oct 2017 07:43:07 +0000 http://www.marsicalive.it/?p=151483

Tra 9 mesi ti sposi e ancora non hai trovato l’abito che fa per te? Hai sfogliato migliaia di cataloghi, letto decine di articoli sui colori e sui modelli alla moda, visto e rivisto tutte le puntate di “Abito da sposa cercasi” o “Chi veste la sposa” senza ottenere risultati? Tranquilla non sei una sposa […]

L'articolo Abito da sposa cercasi! Ecco la guida del Centro Sposi Abruzzo per aiutare le novelle spose a scegliere il vestito giusto per il sì proviene da MarsicaLive.

]]>

Tra 9 mesi ti sposi e ancora non hai trovato l’abito che fa per te? Hai sfogliato migliaia di cataloghi, letto decine di articoli sui colori e sui modelli alla moda, visto e rivisto tutte le puntate di “Abito da sposa cercasi” o “Chi veste la sposa” senza ottenere risultati? Tranquilla non sei una sposa rara, ma solo una sposa che non è mai entrata al “Centro sposi Abruzzo“. Il tempio del Sì, dove puoi trovare l’abito d’alta moda e quello Made in Italy, fa proprio al caso tuo. Un team di esperti da anni studia a tavolino tutto quello che c’è da sapere sui matrimoni anche grazie al supporto di professionisti con i quali ci si confronta durante le sfilate e le fiere di settore in tutta Europa. Per questo il personale del Centro sposi Abruzzo è sempre all’avanguardia su tendenze, ultime novità e chicche che vengono sciorinate durante gli incontri programmati con le spose e le lunghe prove nei confortevoli salottini. Sono Roberta e Patrizia, regine indiscusse delle spose, che accolgono le giovani donzelle e le trasformano con pochi tocchi in novelle spose. Visto però che spesso qualcuna intraprende strade che non conducono alla risoluzione dei loro dubbi hanno deciso di creare una piccola guida perfetta per le bride very cool! Il primo passaggio è la prenotazione. Bisogna munirsi di carta e penna, o anche di Google calendar, e contattare il Centro sposi Abruzzo. Non è necessario chiamare l’atelier allo 0863.414792, basterà anche inviare una mail a info@centrosposiabruzzo.it o un messaggio su Messenger a Centro Sposi Abruzzo. Verrete ricontattati quanto prima dal personale addetto al servizio che vi fisserà un appuntamento che dovrete solo appuntarvi! Per farvi un’idea intanto potrete dare uno sguardo al sito www.centrosposiabruzzo.it oppure arrivare direttamente all’atelier in via Tiburtina Valeria chilometro 111.500 Cappelle dei Marsi, a due passi da Avezzano, a 40 chilometri dall’Aquila e un’ora di macchina da Roma. Una volta stabilito il giorno della prova si arriverà in atelier con tutto lo stuolo di mamme, nonne, zie, sorelle e amiche a seguito. Non c’è un numero preciso di persone che potranno aiutarvi a capire qual è l’abito che fa per voi. Anzi spesso troppi pareri potrebbero essere fuorvianti. Basterà indossare uno degli abiti selezionati, guardarsi allo specchio e capire se è quello giusto. Ad accogliervi all’ingresso del Centro Sposi Abruzzo ci saranno proprio Roberta e Patrizia. Loro saranno i vostri angeli custodi, a loro vi affiderete per ogni dubbio e le adorerete perchè saranno in grado di risolvere in pochi minuti ogni vostro problema. Dopo i saluti di rito dal lei si passerà subito al tu e Patrizia e Roberta diventeranno “di famiglia”. Con loro aprirete subito il cassetto dei sogni per descrivere l’abito del giorno più importante della vostra vita. Attraverso un book specializzato vi aiuteranno a fare una prima selezione degli abiti che poi proverete. Non c’è un numero preciso anche qui, ma generalmente tra i primi tre c’è sicuramente il vestito che indosserete al vostro matrimonio. Potrete trovare splendidi abiti di Nicole o Pronovias, ma anche abiti unici interamente realizzati in Italia, o abiti creati su misura per voi. Dopo aver scelto qualche abito si passerà nel salottino dove inizierete a sfilare davanti a mamme e nonne commosse e amiche eccitate. Non sarà facile stabilire se è meglio quello a sirena, o quello con lo scollo a cuore ma il vostro cuore saprà guidarvi. Fondamentali saranno i consigli di Roberta e Patrizia che, vista la loro esperienza e la loro professionalità, vi potranno suggerire aggiustamenti e modifiche del caso. Il passaggio successivo alla scelta sarà l’aiuto delle sarte. Il Centro sposi Abruzzo è dotato di un sartoria d’eccellenza in grado di trasformare con qualche tocco il vestito e di renderlo unico. Saranno proprio e sarte a consigliarvi su possibili varianti o addirittura a creare un nuovo abito per voi. Eh sì perchè il Centro sposi Abruzzo è specializzato nella creazione di abiti sartoriali, sia per lei, sia per lui con materiali pregiati e decorazioni straordinarie. Se quindi non troverete quello che fa al caso vostro non dovete avere paura, ci saranno le mani esperte delle sarte a supportarvi e a realizzare i vostri sogni. Una volta deciso l’abito per il giorno del sì bisognerà trovare gli accessori. Pensavate di aver risolto tutto e invece ci saranno ancora delle scelte da fare. Scarpe, cappelli, guanti, velo e accessori per i capelli. Ve ne verranno presentati talmente tanti che avrete solo l’imbarazzo della scelta. Dovrete capire se è meglio la scarpa alta con il plateau o quella con il tacco a spillo, se volete optare per il velo o per il cappello e se i guanti sono meglio corti o lunghi. Anche qui, state tranquille, non sarete sole. Ci saranno Roberta e Patrizia a supportarvi e a farvi fare la scelta giusta! Quanto avrete completato tutto il vostro look in bianco, o in altri colori, non vi resterà che continuare a sognare il giorno del sì e tornare a trovare lo staff del Centro Sposi Abruzzo per le prove successive che vi traghetteranno direttamente sull’altare!

L'articolo Abito da sposa cercasi! Ecco la guida del Centro Sposi Abruzzo per aiutare le novelle spose a scegliere il vestito giusto per il sì proviene da MarsicaLive.

]]>
Incendi in tutta la Marsica: in fiamme la pineta di Scurcola e fuoco anche a Lecce nei Marsi https://www.marsicalive.it/in-fiamme-la-pineta-di-scurcola-ancora-incendi-nella-marsica-al-lavoro-i-vigili-del-fuoco/ Thu, 20 Jul 2017 13:37:52 +0000 http://www.marsicalive.it/?p=146554

Scurcola. Un incendio sta interessando la collina che sovrasta Scurcola Marsicana, non distante dalle abitazioni. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco di Avezzano che stanno cercando di circoscrivere le fiamme. L’incendio, come negli altri casi che si sono verificati in questi giorni nella Marsica, sarebbe di natura colposa. Probabilmente a favorire l’avanzare delle […]

L'articolo Incendi in tutta la Marsica: in fiamme la pineta di Scurcola e fuoco anche a Lecce nei Marsi proviene da MarsicaLive.

]]>

Scurcola. Un incendio sta interessando la collina che sovrasta Scurcola Marsicana, non distante dalle abitazioni. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco di Avezzano che stanno cercando di circoscrivere le fiamme.
L’incendio, come negli altri casi che si sono verificati in questi giorni nella Marsica, sarebbe di natura colposa. Probabilmente a favorire l’avanzare delle fiamme sono il vento e le alte temperature di queste ore.
Per ora le fiamme non hanno interessato abitazioni o strutture.

Unaltro incendio è in corso anche  a Lecce nei Marsi, località Vallemora, dove sono impegnati da mezzogiorno due squadre di vigili del fuoco di Avezzano con due mezzi aerei, un canadair e un elicottero. L’incendio di Scurcola si è esteso nella zona di Sorbo, frazione di Taglaicozzo. Stanno operando due squadre di vigili del fuoco arrivate dall’Aquila e un elicottero. Le attività di spegnimento sono ancora in corso. (f.p.)

 

 

L'articolo Incendi in tutta la Marsica: in fiamme la pineta di Scurcola e fuoco anche a Lecce nei Marsi proviene da MarsicaLive.

]]>
Orso attrazione per automobilisti, continuano gli avvistamenti tra la zona della Vallelonga e del Fucino https://www.marsicalive.it/orso-attrazione-per-automobilisti-continuano-gli-avvistamenti-tra-la-zona-della-vallelonga-e-del-fucino/ Sat, 24 Jun 2017 07:43:01 +0000 http://www.marsicalive.it/?p=145145

Collelongo.  L’animale più amato ma anche più discusso d’Abruzzo, l’orso marsicano, continua a far parlare di sé. Stavolta  è stato avvistato e filmato  dagli automobilisti mentre attraversa distese erbose e attraversa la strada con una corsa molto caratteristica, potente e delicata allo stesso tempo. Continuano quindi gli avvistamenti tra la zona della Vallelonga e del Fucino. […]

L'articolo Orso attrazione per automobilisti, continuano gli avvistamenti tra la zona della Vallelonga e del Fucino proviene da MarsicaLive.

]]>

Collelongo.  L’animale più amato ma anche più discusso d’Abruzzo, l’orso marsicano, continua a far parlare di sé. Stavolta  è stato avvistato e filmato  dagli automobilisti mentre attraversa distese erbose e attraversa la strada con una corsa molto caratteristica, potente e delicata allo stesso tempo. Continuano quindi gli avvistamenti tra la zona della Vallelonga e del Fucino. Potrebbe trattarsi dello stesso esemplare che negli ultimi tempi sta catalizzando l’attenzione della popolazione.

Anche in questo caso è stato filmato e fotografato da diversi automobilisti che hanno fermato le auto, sono scesi e hanno scattato. Oppure hanno addirittura inseguito il plantigrado per avere una inquadratura migliore. Lui in pochi secondi si è dileguato.

L'articolo Orso attrazione per automobilisti, continuano gli avvistamenti tra la zona della Vallelonga e del Fucino proviene da MarsicaLive.

]]>
Cagnolini abbandonati, arriva la denuncia di un lettore: so chi è stato. Ora rischiano di finire in canile https://www.marsicalive.it/cagnolini-abbandonati-arriva-la-denuncia-di-un-lettore-so-chi-e-stato-ora-rischiano-di-finire-in-canile/ Fri, 23 Jun 2017 07:48:12 +0000 http://www.marsicalive.it/?p=145068

Tagliacozzo. Erano affamati, deperiti, assetati. Per giorni avevano vagato a bordo strada e tra le campagne per trovare un po’ d’acqua. Tre splendidi cuccioli di qualche mese erano stati abbandonati sulla Tiburtina. Ora rischiano di finire in canile perché nessuno li vuole. Sono provvisoriamente in un recinto. In estate tutti vanno in vacanza e non […]

L'articolo Cagnolini abbandonati, arriva la denuncia di un lettore: so chi è stato. Ora rischiano di finire in canile proviene da MarsicaLive.

]]>

Tagliacozzo. Erano affamati, deperiti, assetati. Per giorni avevano vagato a bordo strada e tra le campagne per trovare un po’ d’acqua. Tre splendidi cuccioli di qualche mese erano stati abbandonati sulla Tiburtina. Ora rischiano di finire in canile perché nessuno li vuole. Sono provvisoriamente in un recinto.
In estate tutti vanno in vacanza e non c’è tempo per loro. Avrà pensato  così anche la coppia che li ha abbandonati sulla Tiburtina. Ora un lettore ha denunciato pubblicamente su Facebook i presunti responsabili di questo gesto incivile e barbaro facendo nome e cognome di una giovane coppia di Tagliacozzo. Non sappiamo se può dimostrare ciò che dice, forse sì.
Le associazioni a difesa degli animali, come Zampa amica di Avezzano, avevano assicurato un sostegno, ma non hanno neanche scritto o promosso un post sulla loro pagina facebook né fatto azioni contro le persone che hanno abbandonato il cucciolo. Il tempo stringe e nelle prossime ore, se nessuno si farà avanti, finiranno in canile.

Eppure sono dei cuccioli affettuosi, bellissimi, che aspettano con ansia  ogni pomeriggio il padrone “provvisorio”. Appena arriva gli fanno le feste, giocane, vogliono le coccole, quelle che probabilmente il primo padrone non ha gli ha mai dato e che ora rischia una denuncia penale. Sono giocherelloni e buoni, di taglia media, probabilmente nati da un incrocio di cani di razza. Quando lui va via sono tristi. Aspettano un nuovo padrone a cui dare affetto. Non meritano di finire in un canile dopo quello che hanno passato.
Per info o per adottarli è possibile contattare la nostra redazione su Facebook, via email a redazione@marsicalive.it  o il numero 3933318241

 

L'articolo Cagnolini abbandonati, arriva la denuncia di un lettore: so chi è stato. Ora rischiano di finire in canile proviene da MarsicaLive.

]]>
Con Easy Land Rover ti basta la metà del tempo per decidere, qualunque sia la tua avventura vivila con Discovery Sport https://www.marsicalive.it/con-easy-land-rover-ti-basta-la-meta-del-tempo-per-decidere-qualunque-sia-la-tua-avventura-vivila-con-discovery-sport/ Thu, 22 Jun 2017 08:52:18 +0000 http://www.marsicalive.it/?p=145019

Avezzano. Qualunque sia la tua avventura, vivila con Discovery Sport. Da oggi con Easy Land Rover e Black Design Pack  incluso. Fino al 30 giugno scegli lo stile di Discovery Sport con Black Design Pack incluso nel prezzo: prese d’aria laterali, griglia anteriore, calotta degli specchietti retrovisori in Narvik Black, cerchi in lega Gloss Black […]

L'articolo Con Easy Land Rover ti basta la metà del tempo per decidere, qualunque sia la tua avventura vivila con Discovery Sport proviene da MarsicaLive.

]]>

Avezzano. Qualunque sia la tua avventura, vivila con Discovery Sport. Da oggi con Easy Land Rover e Black Design Pack  incluso. Fino al 30 giugno scegli lo stile di Discovery Sport con Black Design Pack incluso nel prezzo: prese d’aria laterali, griglia anteriore, calotta degli specchietti retrovisori in Narvik Black, cerchi in lega Gloss Black e scritta Discovery nera sul portellone e sul cofano. *Il programma Easy Land Rover è disponibile su tutta la gamma Discovery Sport. l Black Design Pack è incluso: 1) con o senza tetto a contrasto nero sugli allestimenti: “SE” con cerchi in lega da 18”; “HSE” e “HSE Luxury” con cerchi in lega da 19”; 2) con tetto in tinta con la carrozzeria su “HSE Luxury” con cerchi da 20”.

Prenota un test drive da
Selectcar
via XX Settembre 313, Avezzano 67051
E-mail: concierge.selectcar@landroverdealers.it
Telefono: 0863/413485 – 393.8385477
Orario: Lunedì Venerdi 09:00-13:00/15:00-19:30 Sabato 09:00-13:00

La vernice Kaikoura Stone è disponibile fino a esaurimento scorte. Esempio di finanziamento: valore di fornitura per Land Rover Discovery Sport SE TD4 150 CV Black Pack, prezzo di vendita € 42.100,00 (IVA inclusa, esclusa IPT) Anticipo: € 21.050,00, 25 mesi, nessuna rata mensile ; rata finale residua dopo 24 mesi o 45.000 km pari al Valore Garantito Futuro € 21.050,00 (da pagare solo se il cliente tiene la vettura). Importo totale del Credito: € 21.050,00. Spese apertura pratica € 350 e bolli € 16 da pagare in contanti; spese invio estratto conto € 3 per anno. Importo totale dovuto: € 21.425,00. Tan fisso 0%, TAEG 0,87%. Salvo approvazione FCA BANK. Iniziativa valida fino al 30/06/2017 per tutte le vetture in pronta consegna. Messaggio pubblicitario con finalità promozionale (Publiredazionale). Fogli informativi presso le Concessionarie Land Rover.

L'articolo Con Easy Land Rover ti basta la metà del tempo per decidere, qualunque sia la tua avventura vivila con Discovery Sport proviene da MarsicaLive.

]]>
Boom di visitatori al Birra del Borgo day, il villaggio dedicato alla bionda, tra sapori tradizionali e novità (gallery) https://www.marsicalive.it/boom-di-visitatori-al-birra-del-borgo-day-il-villaggio-dedicato-alla-bionda-tra-sapori-tradizionali-e-novita-gallery/ Tue, 06 Jun 2017 08:43:09 +0000 http://www.marsicalive.it/?p=143888

Borgorose. Incastonato tra le abitazioni e le scuole del ridente paese del reatino c’è un angolo verde con qualche altalena e degli scivoli. Durante l’anno ci si va a trascorrere qualche ora con gli amici, a far passeggiare il cane o a far giocare i bambini. Ma dal primo al 4 giugno cambia volto e […]

L'articolo Boom di visitatori al Birra del Borgo day, il villaggio dedicato alla bionda, tra sapori tradizionali e novità (gallery) proviene da MarsicaLive.

]]>

Borgorose. Incastonato tra le abitazioni e le scuole del ridente paese del reatino c’è un angolo verde con qualche altalena e degli scivoli. Durante l’anno ci si va a trascorrere qualche ora con gli amici, a far passeggiare il cane o a far giocare i bambini. Ma dal primo al 4 giugno cambia volto e si trasforma nel villaggio della Birra del borgo per accogliere migliaia di amanti della bionda artigianale più conosciuta d’Italia e festeggiare insieme il suo compleanno. Anche quest’anno il Birra del borgo day è stato un successo. Un boom di presenze hanno animato la quattro giorni di festa tra musica, chiacchiere all’aria aperta e ovviamente birra. Le 130 tipologie dislocate su tutta l’area della villa comunale di Borgorose sono state le protagoniste della festa animata anche da tanti bambini e dai gruppi che si sono alternati. Selezione raffinata per i cibi preparati da Luigi Nastri, chef del ristorante Stazione di Posta di Testaccio, con “uovo e vignarola cacio e pepe”, la carne di Roberto Liberati, la pizza e gli hamburger di Gabriele Bonci, il Trapizzino di Stefano Callegari, i formaggi del Caseificio aquilano Campo Felice, e poi il caffè di Castroni.

Lo stile country chic del villaggio ha affascinato grandi e piccoli. Perfetta l’organizzazione curata nei minimi dettagli dallo staff che ha fatto sentire un pò tutti come se fossero a casa loro. In tanti si sono seduti a terra con una coperta ad ascoltare la musica e sorseggiare una birra mentre i loro piccoli giocavano ai laboratori organizzati dallo staff per l’occasione. Il padrone di casa, Leonardo Di Vincenzo, con cordialità si intratteneva a salutare tutti e a ringraziare della presenza. Il clima di relax e allegria è stato il mix perfetto per riempire il villaggio e trascorrere una giornata all’aria aperta. Interessanti le visite guidate al birrificio di Spedino e gli incontri organizzati a Collerosso con Franco Franciosi dell’Osteria Mammarossa di Avezzano e l’esperto di birra Eugenio Signoroni, e quello con Di Vincenzo dedicato all’abbinamento birra e vino. Un tripudio il concerto della Bandabardò che ha fatto ballare tutti fino a notte fonde. La Birra del Borgo è stata ancora una volta festeggiata con grande allegria da tutti. Non ci resta che aspettare il tredicesimo compleanno!

L'articolo Boom di visitatori al Birra del Borgo day, il villaggio dedicato alla bionda, tra sapori tradizionali e novità (gallery) proviene da MarsicaLive.

]]>
Caos in centro, negozi transennati dal cantiere e isolati tra i calcinacci. E’ protesta: i pedoni dovrebbero volare? https://www.marsicalive.it/caos-in-centro-negozi-transennati-dal-cantiere-e-isolati-tra-i-calcinacci-e-protesta-i-pedoni-dovrebbero-volare/ Fri, 02 Jun 2017 07:15:26 +0000 http://www.marsicalive.it/?p=143510

Avezzano. I lavori per il nuovo manto stradale sui marciapiedi in Corso della Libertà stanno creando grande disagio a causa del mancato ripristino del cantiere. Alcuni negozi sono rimasti isolati tra i calcinacci, transennati da nastri e trincee. Davanti a un negozio è stata addirittura parcheggiata una betoniera. Non è stata neanche posizionata una passerella […]

L'articolo Caos in centro, negozi transennati dal cantiere e isolati tra i calcinacci. E’ protesta: i pedoni dovrebbero volare? proviene da MarsicaLive.

]]>

Avezzano. I lavori per il nuovo manto stradale sui marciapiedi in Corso della Libertà stanno creando grande disagio a causa del mancato ripristino del cantiere.
Alcuni negozi sono rimasti isolati tra i calcinacci, transennati da nastri e trincee.
Davanti a un negozio è stata addirittura parcheggiata una betoniera.
Non è stata neanche posizionata una passerella per i pedoni e per agevolare l’ingresso della clientela, che altrimenti “dovrebbe volare”, come ironizzano i commercianti commentando la situazione. “Capiamo tutto”, spiegano, “ma un po’ di buonsenso non guasterebbe”.

E’ stata poi posizionata una passerella di legno larga una settantina di centimetri circa con tavole inchiodate. Una vera impresa superarla per mamme con passeggino, disabili o persone anziane. Ma anche per le persone comuni non è facile. Assomiglia più a un ponte tibetano piuttosto che a un percorso alternativo per pedoni in città.

L'articolo Caos in centro, negozi transennati dal cantiere e isolati tra i calcinacci. E’ protesta: i pedoni dovrebbero volare? proviene da MarsicaLive.

]]>