News in tempo reale

Boxe: Castellucci conquista lasciapassare per titolo Superwelter, Di Berardino vince per ko e Gemini ai punti

Avezzano. Grande spettacolo di boxe alla palestra Cesolino dove dopo 30 anni tornano incontri professionistici con la vittoria di tre avezzanesi, del campione Stefano Castellucci e di due esordienti. La riunione internazionale, organizzata dalla Società professionistica, l’unica in Abruzzo, De Clemente promozioni sportive guidata dal manager e promoter Armando De Clemente ha visto impegnato il peso superwelter Castellucci (Team De Clemente), già campione italiano e intercontinentale, con un velocissimo Alessio Maurizio del Team Zurlo. Il boxer marsicano ha conquistato così con una vittoria ai punti, dopo la sconfitta di ottobre contro lo spagnolo Ferino Rodriguez, il lasciapassare per il titolo internazionale dei superwelter Wbc, attualmente vacante, che consentirà al vincitore di entrare in classifica mondiale. L’appuntamento sarà per il primo agosto in piazza Risorgimento. Grande attesa c’era anche per l’esordio al professionismo del peso massimo Ivan Di Berardino che ha incontrato sul ring il romeno Nicolae Rata battuto al primo round per ko tecnico dopo meno di un minuto e mezzo e dopo un brevissimo ma significativo attacco che ha lasciato il romeno all’angolo. Più entusiasmante invece l’esordio nei Superpiuma per il promettente avezzanese Matteo Gemini che ha battuto ai punti un instancabile Filippo Lugaresi di Cesena del Team Musella. Ci sono stati anche incontri di Mma in cui il campione italiano, l’avezzanese Davide Aceto del Team Massimo Ciani, ha affrontato Antonio Carbonara. Oltre a un grande seguito di tifosi molto caldi, presente in platea anche il sindaco Gianni Di Pangrazio e il vice Fernando Boccia. Questo appuntamento segna per la palestra di Cesolino una nuova fase che riporta il ricordo a oltre 30 anni fa, ai tempi dei campioni Di Benedetto e Gigli che, proprio in quella palestra, hanno avviato una brillante carriera sportiva. La riunione internazionale è stata presentata dal giornalista sportivo Gianni Paris. Pietro Guida