The news is by your side.

Caro pedaggi, nessuno riceve i sindaci al ministero e loro intonano l’inno d’Italia: “siam pronti alla morte” (video)

C'erano solo agenti anti sommossa, da gennaio scatteranno nuovi aumenti

Avezzano. I sindaci di Abruzzo e Lazio sono tornati nuovamente a Roma per protestare sull’aumento del caro pedaggi.

Il ministro Toninelli, però, non ha tempo per i primi cittadini che sono stati quindi anche questa volta lasciati fuori dal ministero senza alcun tipo di risposta.

Secondo quanto riportato dalla rappresentanza dei sindaci presenti sul posto, Toninelli non avrebbe ricevuto i primi cittadini dicendo che non era dentro il ministero. Non c’era tra l’altro nessuno del suo gabinetto disposto ad accoglierli.

Erano presenti solo le forze in assetto anti sommossa che hanno evitato l’avvicinamento alla struttura. Solo alla fine è stato permesso di fare una foto sulle scalinate del ministero, dove la rappresentanza dei sindaci ha intonato l’inno di Mameli.

I sindaci hanno deciso di reiterare la richiesta di un incontro formale con il ministro Toninelli, il quale aveva già garantito l’istituzione di un tavolo tecnico.

Si prospetta per il 1 gennaio l’interruzione della sospensiva, il ritorno alla tariffa rialzata del 2018 e l’ulteriore aumento della tariffa nel 2019.

 

 

Potrebbe piacerti anche

INFORMATIVA: Questo sito si avvale di cookie per finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca il link. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su un articolo acconsenti all’uso dei cookie http://www.marsicalive.it/?page_id=66

Questo sito o strumenti terzi si avvalgono di cookie per finalità illustrate nella cookie policy ( http://www.marsicalive.it/?page_id=66 ). Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie

Accetto