News in tempo reale

Caro Babbo Natale porta un sorriso ai bimbi meno fortunati del Brasile e a quelli del Bambino Gesù

Caro Babbo Natale,

la redazione di MarsicaLive e di AbruzzoLive per questo Natale ha deciso di concentrare le sue attenzione verso i bambini meno fortunati. Ogni giorno al mondo migliaia di piccoli muoiono in situazioni disperate: vittime di guerra, mal nutrizione, violenza o semplicemente di un destino troppo amaro. Per questo abbiamo deciso di creare un piccolo momento di aggregazione – che si è tenuto martedì scorso – e raccogliere dei fondi da destinare a due associazioni che si occupano proprio di bambini: Dona un sorriso infanzia missionaria Brasile e Edoardo Marcangeli.

Due realtà importanti del nostro territorio attraverso le quali persone volenterose si danno da fare per strappare un sorriso ai bambini che, in modo diverso, stanno soffrendo. L’associazione Dona un sorriso opera in sinergia con don Beniamino Resta che si trova a Itaquaquecetuba, un Comune del Brasile, nella missione della diocesi dei Marsi. Lì ogni giorno don Beniamino lavora per dare serenità ai bambini. Questo è stato un anno molto importante perchè è riuscito a creare una mensa dove poter ospitare, almeno tre volte a settimana, le persone della sua parrocchia assicurandogli un pasto completo. Ma il 2018 sarà ancora più impegnativo. Tante sono infatti gli obiettivi che intende raggiungere per portare un pò di serenità ai quei bambini che già dai primi anni di vita sono costretti a fare i conti con tante difficoltà.

L’altra realtà del territorio che, nel nostro piccolo, abbiamo voluto sostenere è l’associazione Edoardo Marcangeli. Edo aveva 12 anni quando, dopo aver lottato come un leone, non è riuscito a vincere la sua battaglia contro una malattia che lo ha strappato all’affetto dei suoi cari. Ma i suoi occhi e il suo sorriso raggiante sono stati da traino per i genitori, Adelfo e Cinzia, che si sono rimboccati le maniche e hanno deciso di aiutare i bambini come Edo e le loro famiglie. Da qui è nata “A casa di Edo”, un’abitazione che l’associazione mette a disposizione delle famiglie che hanno bambini ricoverati al Bambino Gesù e devono prestargli assistenza continua. Questo grande traguardo ha permesso all’associazione di dare serenità a tante famiglie che soffrono ogni giorno.

Caro Babbo Natale con le nostre piccole risorse abbiamo cercato di aiutare queste due belle e importanti realtà ma sappiamo che non basta. Hanno bisogno ogni giorno di qualcosa in più per le tante persone che assistono, hanno bisogno di braccia di volontari attivi, di idee, di fondi e di speranza. Allora caro Babbo Natale noi ti chiediamo di poter intercedere e di sensibilizzare tutti i marsicani ad aiutarli perchè solo vedendo un sorriso sul volto di un bambino che non ha il pane in Brasile o di uno uno che purtroppo è ricoverato in un reparto dell’ospedale ci si può sentire veramente felici!