News in tempo reale

Capistrello, il Sindaco scrive ad Equitalia e studia provvedimenti in favore dei contribuenti

Capistrello. Centinaia di cartelle di pagamento sono state “scaricate” da Equitalia nei giorni subito precedenti al Natale presso l’ufficio protocollo del Comune con la giustificazione di non aver reperito i destinatari nei luoghi di residenza. Una situazione che ha generato un grande sovraccarico di lavoro e lunghe file negli uffici comunali, con disagio per i contribuenti nei giorni delle feste. “Ho scritto ad Equitalia perché voglio spiegazioni sull’accaduto – dichiara il sindaco Antonino Lusi – è davvero incredibile che centinaia di contribuenti non siano stati reperiti dagli agenti della riscossione scaricando sui nostri dipendenti un lavoro insostenibile e non retribuito. Pretendo delle spiegazioni”. Le cartelle secondo quanto dichiarato moduli modelli tasseda alcuni cittadini riguardano diverse tipologie di pagamento: multe delle forze dell’ordine, tributi comunali, accertamenti dell’agenzia delle entrate. “Molti cittadini hanno pensato che fosse il Comune a voler rovinare le feste con richieste di pagamento fuori controllo. Ho dovuto spiegare invece che è stata Equitalia ad attivare questa procedura con tempi e modi che vogliamo siano chiariti. Da tempo la nostra Amministrazione, per altro, ha revocato la gestione dei tributi ad Equitalia riportandola alla gestione diretta, come ci avevano richiesto i nostri concittadini – continua il Sindaco – devo dire, purtroppo, che le numerose cartelle di pagamento dimostrano come siano molte le difficoltà di famiglie e imprese: per questa ragione, oltre alla decisione di evitare gli aumenti TARES con grande risparmio per i nostri contribuenti, stiamo valutando provvedimenti per l’ulteriore aiuto ai cittadini con la rateizzazione dei pagamenti. Nei prossimi giorni speriamo di dare buone notizie in merito.”