News in tempo reale

Cani adottati e poi abbandonati di nuovo, un fenomeno in aumento nella Marsica

Cane abbandonatoAvezzano. Immaginate una deliziosa scena stile disneyano: adorabili cuccioli in un cesto, persone carine che li propongono in adozione, oppure sul web,bambini entusiasti che li accarezzano e li prendono in braccio, genitori dolcemente rassegnati…”e vabbè prendiamolo…” ecco adesso guardate bene l’immagine della foto a sinistra: è passato un pò di tempo, diciamo due mesi, il cucciolotto è cresciuto…il bambino ha perso interesse,l’impegno è troppo grande, il regalino è diventato un peso, una scocciatura, un “qualcosa” di cui liberarsi al più presto…e cosa succede??? animali innocenti che fino ad un’ora prima sono comodamente sul divano vengono sbattuti in un box di canile e buttati come un sacco della spazzatura…perchè?? Perchè l’innamoramento dell’adozione è finito, ci si è resi conto che il cucciolo non è un peluches,si è capito che ha bisogno di attenzioni e cure…..allora per lui si aprono le porte del canile o peggio ancora l’abbandono in strada. Ricordiamo in tal caso che l’abbandono di animali è un reato contravvenzionale di cui deve rispondere chiunque abbandoni animali domestici,risponde di tale reato anche chi mantenga animali in condizioni incompatibili con la loro natura e produce sofferenze.  Le adozioni vanno fatte in maniera scrupolosa e controllata in modo tale da diminuire o comunque arginare tale fenomeno. Inoltre i canili non sono tenuti ad accettare cani chippati se non per validi motivi, documentati e autorizzati dal sindaco della città o paese di residenza. Le adozioni per questo motivo si fanno solo dopo severi controlli preaffido, per verificare l’effettiva volontà di adottare, il cane va intestato e costantemente seguito anche dopo la sua entrata in famiglia. Un animale è per sempre se non siete in grado di assicurargli una stabilità constante nel tempo non prendetelo, ci sarà una famiglia in grado di amarlo come merita.