The news is by your side.

Massa d’Albe si ferma ricordare le 41 vittime dei bombardamenti del 1944, targa ricordo al valore civile

4
Avezzano. Domenica la comunità di Massa d’Albe commemorerà nel corso di una una solenne cerimonia le 41 vittime dei bombardamenti aerei, avvenuti lo stesso giorno del 1944, quindi esattamente 75 anni fa.Il sindaco del paese, Nazzareno Lucci, assieme agli amministratori comunali e al tenente colonnello Mario Salone (vice presidente della Sezione Unuci di Avezzano) e a un gruppo di cittadini di Massa d’Albe, hanno organizzato l’evento commemorativo che si terrà a partire dalle ore 9.30, nel cimitero del paese con la deposizione di una corona di alloro al monumento eretto in onore e in ricordo delle 41 vittime innocenti.
Alla cerimonia, oltre alle autorità civili, militari e religiose, sarà presente un picchetto militare d’onore. Alle 10 in via Roma, prima della piazza antistante la chiesa parrocchiale, ci sarà il raduno delle suddette autorità, dei rappresentanti delle Forze Armate e delle associazioni d’Arma e alle 10.30 si svolgerà la sfilata lungo la strada principale del paese, sino a piazza Municipio, dove il vescovo dei Marsi, monsignor Pietro Santoro officerà la Messa.
Alle 12, è previsto lo svelamento della targa che certifica il conferimento al Comune di Massa d’Albe, della Medaglia d’Argento al Valor Civile (decreto 18 giugno 2002, del presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi). La cerimonia si concluderà con l’intervento del sindaco e di altre autorità.