The news is by your side.

Black out in LFoundry, preoccupazione tra i sindacati: non conosciamo ancora i danni

Avezzano. Nessuna notizia sui danni economici e produttivi. A distanza di una settimana dal black out che ha interessato l’azienda più grande del territorio, come raccontato da MarsicaLive, le rsu ancora non conoscono a quanto ammontano i danni causati dall’interruzione dell’energia elettrica.

“Nella riunione di ieri richiesta dalla rsu in seguito ai due eventi distinti di interruzione elettrica che hanno causato lo spegnimento di importanti infrastrutture, ivi compreso macchinari in fase di processamento del materiale”, hanno spiegato i rappresentanti sindacali di stabilimento della Uilm – Uil,

“la direzione aziendale, per voce del responsabile del settore elettricità, ha riportato alla rsu il dettaglio degli eventi causanti le interruzioni. Un mancato riarmo di un interruttore che gestisce alcuni trasformatori di media tensione nel primo caso e il malfunzionamento di un trasformatore nel secondo. La rsu successivamente ha richiesto quali sono state le conseguenze sul materiale fortemente impattato e del relativo danno economico, e se tali fermi avessero rivisto i piani a breve termine nei confronti dei clienti.

La direzione aziendale non ha fornito nessun dettaglio liquidando la rsu con un semplice “stiamo valutando”. A distanza di una settimana, in una azienda che ogni settimana fa i conti con i numeri di produzione, ricevere una risposta generica ed evasiva non e’ rispettosa nei confronti dei lavoratori preoccupati per le ripercussioni dell’accaduto”.

Potrebbe piacerti anche

INFORMATIVA: Questo sito si avvale di cookie per finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca il link. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su un articolo acconsenti all’uso dei cookie http://www.marsicalive.it/?page_id=66

Questo sito o strumenti terzi si avvalgono di cookie per finalità illustrate nella cookie policy ( http://www.marsicalive.it/?page_id=66 ). Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie

Accetto