News in tempo reale

Bande di bulli tengono in ostaggio un intero quartiere, un residente: “Siamo disperati ma nessuno interviene”

 

Avezzano. Bande di bulli, che imbrattano i muri, che scorazzano con piccole auto elettriche con musica così alta nello stereo che fanno tremare le mura di casa. Che giocano a calcio in mezzo la strada anche alle tre di notte, che spaccano auto e che vandalizzano qualsiasi cosa trovino.

È così che si presenta di sera e maggiormente di notte, via Bagnoli ad Avezzano, dove i residenti ora sono espasperati.

“Abbiamo chiamato innumerevoli volte le forze dell’ordine per chiedere un intervento ma ci viene sempre risposto che non ci sono pattuglie libere. Il sabato sera sembra di stare in discoteca”, racconta un residente, “noi qui non sappiamo davvero più dove sbattere la testa. Prima questi gruppi di giovani irrefrenabili scavalcavano anche i cancelli della struttura in cui vivono le suore. Nel quartiere ci vive una persone che è stata aiutata con un alloggio. Tutte le sere gettano contro la casa bottiglie, imprecano, urlano bestemmie e hanno anche disegnato una svastica. Cosa dobbiamo fare per richiedere un intervento?”, conclude il residente, “capisco che le forze dell’ordine hanno a disposizione poche pattuglie ma questi ragazzi così facendo continuano a vandalizzare la città indisturbati e non è giusto”.