The news is by your side.

Atti vandalici e assembramenti in centro, scattano i controlli delle forze dell’ordine

3.374

Avezzano. A due giorni dall’inchiesta di Marsicalive che ha dato voce agli esercenti del centro della città di Avezzano, dell’area a ridosso tra via Diaz e via Trento, il Comune corre ai ripari e organizza un tavolo ad hoc sulla sicurezza. I commercianti, che hanno raccontato e documentato con le immagini, di essere da mesi “vittime” dell’azione di bulli e di atti vandalici, hanno protocollato in Comune una richiesta di intervento già diverse settimane fa, fino a rivolgersi alla nostra redazione per lanciare un appello.

Già all’indomani dell’articolo di Marsicalive sul posto sono arrivati il consigliere comunale Carmine Silvagni e il presidente di Confesercenti Filiberto Figliolini. Piacevolmente stupiti i commercianti perché a quanto pare anche tanti anziani residenti li hanno raggiunti per lasciare la propria firma alla petizione iniziata con l’inchiesta.

“Per arginare il fenomeno segnalato dalle associazioni di categoria in un incontro in Municipio e da numerosi cittadini, scattano immediatamente i controlli a tappeto delle forze dell’ordine e sicurezza pubblica”, scrive in una nota l’amministrazione comunale di Avezzano.

“Le operazioni concordate dal sindaco, Gianni Di Pangrazio,  con il dirigente del Commissariato, Giancarlo Ippoliti, responsabile dell’ordine e sicurezza pubblica in città, che si è subito attivato per organizzare il servizio interforze (Polizia di Stato, Carabinieri e Guardia di Finanza), saranno concentrate in prevalenza nelle ore più a rischio per tutta la settimana. Alle operazioni anti vandali e anti assembramenti partecipa anche la polizia locale”, va avanti la nota, “il primo cittadino ha sollecitato il comandante, Luca Montanari, ad attivare servizi ad hoc nei weekend per contrastare il fenomeno. I controlli saranno effettuati in tutta la città, con particolare riferimento alle zone dove si registrano le maggiori concentrazioni: lungo via Diaz, via Corradini, via Trento, via Albense, via Monsignor Bagnoli e via Garibaldi. Qui, infatti, sono stati segnalati frequenti assembramenti di persone in violazione della normativa anti-covid, atti vandalici e abbandono di rifiuti di ogni genere. Tra una settimana sarà fatto il punto sulle attività e i risultati”.

 

Assembramenti di giovani in centro, i commercianti: “Siamo ostaggi di bulli e vandali”

INFORMATIVA: Questo sito si avvale di cookie per finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca il link. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su un articolo acconsenti all’uso dei cookie http://www.marsicalive.it/?page_id=66

Questo sito o strumenti terzi si avvalgono di cookie per finalità illustrate nella cookie policy ( http://www.marsicalive.it/?page_id=66 ). Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie

Accetto