News in tempo reale

Assolti i vertici della vecchia gestione Cam, erano accusati di reati per una gara d’appalto

Avezzano. Sono stati assolti con una sentenza di non luogo a procedere. Si tratta dei componenti dell’ex Cda del Consorzio acquedottistico marsicano e di un componente del collegio sindacale. Si tratta di quattro amministratori, Antonio Assetta, Vincenzino D’Elia, Lucilla Lilli e Franco Prosperi e il sindaco del collegio sindacale Antonio Del Fosco. Il giudice del tribunale di Avezzano, Maria Proia, nel corso del giudizio abbreviato, ha emesso la sentenza di non luogo a procedere per decorsa prescrizione su alcuni reati e per non aver commesso il fatto per altri capi di imputazione. Sede del consorzio acquedottistico marsicano (2)Il processo riguardava un appalto di due milioni e mezzo di euro e vedeva imputati i membri del Cda e il sindaco del collegio per una gara d’appalto sui contatori dell’acqua e i pozzetti. I difensori erano Carla Vicini e Roberto Verdecchia, mentre la parte civile era rappresentata da Anselmo Del Fiacco ed Emilio Amiconi. Sotto accusa anche Giacomo Morgante, Elino Melatti, Paolo Bianchi, Francesco Magnante, Corrado Rossi, Enrico De Tiberis e Giuseppe Gagliardi. Per la posizione sta procedendo il giudice per l’udienza preliminare Paolo Andrea Taviano con rito ordinario.