News in tempo reale

Assalto alla cassa continua con esplosivo, colpo fallito: squarcio troppo stretto per le mani

Oricola. Assalto alla cassa continua della stazione di servizio Oricola Ovest. I malviventi a bordo di una Bmw non sono riusciti a portare via il bottino ma, secondo le indagini, hanno messo a segno un altro colpo nella zona del Frusinate. L’assalto alla cassa è avvenuto, secondo quanto riportato dal Centro, intorno alla mezzanotte, all’autogrill di Civita sud. I banditi hanno posizionato l’esplosivo e hanno fatto saltare la parte anteriore. La fessura provocata, però, era troppo stretta per prelevare le mazzette che erano all’interno, circa 10mila euro. I ladri ci hanno provato ma alla fine sono stati costretti a declinare il loro piano su un’altra cassaforte. Assalto alla cassa continuaInfatti sono ripartiti a tutta velocità e prima del casello di Carsoli hanno fatto inversione sull’autostrada e si sono diretti verso la “Bretella”. Sono stati eseguiti i rilievi e sono scattate le indagini da parte della polizia giudiziaria dell’Aquila. La banda ha messo a segno un altro attacco alla cassa. Almeno due persone, con il volto coperto da passamontagna, hanno fatto esplodere la cassa continua esterna dell’area di servizio La Macchia, sull’A1 all’altezza di Anagni, in direzione Roma. Il bottino ammonta a circa 30mila euro. Sul posto poco dopo il colpo, avvenuto poco prima delle 5, sono intervenuti gli agenti della polstrada di Frosinone che conducono le indagini insieme con la sottosezione A1. Secondo una prima ricostruzione, i banditi hanno saturato con il gas la cassa continua fino a farla esplodere. Subito dopo sono fuggiti a bordo di un fuoristrada rubato che e’ stato ritrovato sulla corsia di emergenza dell’autostrada non lontano dal luogo del colpo. I banditi hanno poi continuato la loro fuga a piedi, percorrendo le stradine tra i campi circostanti.