News in tempo reale

Arrampicatore soccorso dal Cnsas nell’aquilano, due escursionisti sulla Majella

L’Aquila. È intervenuto nel pomeriggio, presso la falesia di Castelvecchio Subequo, il Soccorso Alpino e Speleologico Abruzzo per il recupero di E. C., aquilano di 44 anni. L’uomo, che stava arrampicando sulla falesia attrezzata di Castelvecchio, ha mancato una presa ed è venuto giù per 5 metri. L’allarme è stato inoltrato intorno alle 16.00 alla sala operativa del 118 che ha attivato le squadre d’intervento del Cnsas. L’elicottero, con a bordo un tecnico del Soccorso Alpino e i sanitari, ha raggiunto il luogo dell’incidente in cui erano presenti anche le squadre a terra. L’arrampicatore, che ha riportato dei traumi alla gamba destra, è stato trasportato all’ospedale San Salvatore dell’Aquila dove attualmente è ricoverato. Sono stati foto 1_recupero majellarecuperati sulla Majella due escursionisti di Velletri, M.R.C. di 53 anni e L.M. di 22 anni. I due, mamma e figlio, stavano effettuando un trekking sul monte Porrara, località Palena (Ch), quando improvvisamente, avendo smarrito il sentiero, non sono stati più in grado di procedere. A lanciare l’allarme è stata la signora stessa. Una squadra del Soccorso Alpino e Speleologico Abruzzo, allertata dal Soccorso Alpino del Corpo Forestale, è andata incontro ai due dispersi e li ha guidati fino al rientro. La donna, spaventata per l’accaduto, ha dichiarato di non aver mai effettuato prima di allora un trekking sulla Majella. Sul luogo dell’intervento erano presenti anche il Soccorso Alpino del Corpo Forestale e il Soccorso Alpino della Guardia di Finanza.