Cosa stai cercando?

EVENTI

Area Sanremo Tour oggi a Collarmele, collaboratore ufficiale: il marsicano Corrado Lambona

Giorgia D'Ascanio 9 agosto 2018
Share

Avezzano. Il compositore e direttore d’orchestra marsicano Corrado Lambona è il talent scout e collaboratore ufficiale di ‘Area Sanremo Tour’ della provincia dell’Aquila. Il noto produttore ed ideatore, tra l’altro, dell’Armelis Pop Orchestra in queste settimane è impegnato nelle selezioni dei concorrenti finalisti che gareggiano per assicurarsi un posto alle finali regionali e, successivamente, alle pre-finali e finali nazionali. Ora, dopo la fortunata tappa di Gioia dei Marsi, la carovana del talento delle giovani promesse di Area Sanremo Tour si è spostato oggi, giovedì 9 agosto a Collarmele, il 21 agosto si sposterà a Carrito e il 22 a Sante Marie con la brillante conduzione di Luca Di Nicola. A livello nazionale, Area Sanremo Tour, unico concorso a consentire l’accesso diretto al Festival della canzone Italiana, a livello nazionale è diretto dalla Fondazione Orchestra Sinfonica di Sanremo e dall’Anteros Produzioni.

Questi due prestigiosissimi enti hanno scelto il maestro Lambona fra i suoi collaboratori più validi e competenti. “Area Sanremo Tour è un’importantissima vetrina completamente gratuita per chi desidera tentare di arrivare all’Ariston”, dichiara l’autore e produttore Corrado Lambona, patron di Area Sanremo Tour nella provincia dell’Aquila, “le giovani promesse possono partecipare, presentando una cover o un brano inedito. Da questa rosa poi, saranno scelti quanti parteciperanno a Sanremo 2019 nella sezione ‘giovani’. Area Sanremo Tour”, prosegue Lambona, consulente musicale anche del Festival di Avezzano, “non è solo un concorso canoro, ma un’opportunità di crescita artistica, umana e professionale”. A tutti gli iscritti (l’iscrizione avviene online sul sito ufficiale del concorso canoro nazionale), vengono offerti corsi di formazione, masterclass con personaggi famosi e occasioni di studio e confronto con famosi vocal coach, per far si che la partecipazione alla competizione non sia solo fine a sé stessa.