News in tempo reale

Approvata dopo proteste Convenzione per riaprire l’Arssa. Il sindaco accusa Di Pangrazio: provvedimento retroattivo

Avezzano. Dopo la protesta del sindaco di Avezzano, l’Ufficio di Presidenza del Consiglio regionale ha approvato questa mattina la deliberazione relativa alla Convenzione per la gestione provvisoria del Palazzo Torlonia di Avezzano a far data dal 1° maggio 2018 e fino all’avvio dei lavori previsti dal “Patto per l’Abruzzo”(Masterplan). Ha inoltre stanziato 15mila euro per la gestione e approvato il regolamento per la concessione in atto.

“Apprendiamo che, sia pure in ritardo e su sollecitazione della stessa Giunta regionale e del Comune di Avezzano”, ha affermato il sindaco Gabriele De Angelis, “il presidente del Consiglio regionale Giuseppe Di Pangrazio ha finalmente affrontato la questione Arssa facendo approvare questa mattina, 8 maggio, dall’ufficio di presidenza, un provvedimento ad hoc con decorrenza retroattiva al 1 maggio, stanziando un contributo di soli 15mila euro, sulla cui congruità nutriamo serie perplessità.
Prima di pronunciarci nel merito dell’atto e soprattutto sul regolamento relativo alla concessione, approvato al di fuori di ogni condivisione e solo dopo la chiusura del complesso decretata dalla Giunta regionale in data 4 maggio scorso, ci pronunceremo non appena avremo avuto la possibilità di leggerne dettagliatamente il contenuto. In riferimento, infine, agli oneri di competenza del Comune relativi al finanziamento del Masterplan, si precisa – per evitare equivoci – che l’amministrazione comunale ha già provveduto ad affidare la progettazione dei lavori e pertanto attende fiduciosamente che sia la Regione ad attivarsi con altrettanta tempestività”.

“Con questo provvedimento”, ha invece affermato il Presidente del consiglio regionale Giuseppe Di Pangrazio, “l’Ufficio di Presidenza del Consiglio regionale ha voluto confermare il proprio progetto di fare del Palazzo e dei Giardini Torlonia un polo civico e culturale di riferimento per la Città di Avezzano e per l’intero territorio della Marsica e dell’Abruzzo, evitando la trasformazione impropria in normali uffici amministrativi prevista dal Comune di Avezzano. “Con questo atto”, ha aggiunto, “si prosegue nel progetto del Consiglio regionale di dare il massimo valore storico, architettonico ma soprattutto civile e sociale al Palazzo Torlonia e ai suoi Giardini , che in questi anni sono diventati un vero e proprio polo attrattivo per il mondo associativo e della cultura cittadina marsicana e dell’intero Abruzzo. Spero ora che il Comune di Avezzano acceleri le procedure di avvio dei lavori per l’investimento previsto dalla Giunta regionale per 4,7 milioni di euro.”