News in tempo reale

Appello di Casciere dal palco di piazza Risorgimento: fate il voto disgiunto e permetteteci di governare

Avezzano. Ha deciso di andare avanti nonostante i no dei suoi avversari e da solo è salito sul palco di piazza Risorgimento per parlare ai cittadini. Leonardo Casciere, avvocato e candidato alla carica di sindaco della coalizione Progetto Leonardo Casciere, dalla sua sede elettorale ha raggiunto a piedi il palco della piazza e ha lanciato appelli agli avversari e agli elettori della città. L’intento del candidato era quello di fare un confronto tra tutti e sei gli aspiranti primo cittadino, ma poi sono arrivati i primi no e lui al grido di “Senza padroni” ha deciso di confrontarsi con la gente. “Liberate le vostre coscienze e fate sì che si possa arrivare a un voto libero”, ha commentato dal palco rivolgendosi ai tanti che erano arrivati in piazza per assistere al suo comizio, “se votate noi spazzeremo via tutti, perchè con noi non c’è nessuno della vecchia politica, noi siamo la novità. E nonostante la mia età siamo la gioventù, se voterete me i giovani potranno veramente governare questa città veramente”.

Casciere, che da sempre ha rivendicato l’assenza dei partiti politici al suo fianco, ha poi lanciato un appello agli elettori: “ho deciso di fare un appello agli elettori del centrosinistra, avete la grande opportunità del voto disgiunto: sappiate scegliere chi deve governare. Anche agli elettori del centrodestra dico chi rappresenta voi ad Avezzano? Il candidati di via Mazzini? Fate uno scatto di coscienza e capirete che noi possiamo essere i vostri rappresentanti”. Il candidato sindaco della coalizione Progetto Leonardo Casciere che conta quattro liste ha poi raccontato che “un elettore mi ha tacciato di essere populista, io l’ho invitato a prendere il vocabolario e a leggere il significato di questo termine. Populista vuol dire stare dalla parte del popolo. E allora sì, noi siamo populisti”.

Foto Antonio Oddi