News in tempo reale

Appello di Angelo Gallotti alla città: il lavoro è dignità, si torni a discutere del futuro del sistema produttivo

Avezzano. “Il lavoro deve tornare al centro della discussione in città”. A lanciare l’appello è Angelo Gallotti, segretario della Uilm fino al 31 luglio, oggi candidato alla carica di consigliere comunale del comune di Avezzano nella lista “Uniti per Avezzano” con la coalizione di Giovanni Di Pangrazio. Gallotti ha sottolineato la più che mai attuale importanza delle problematiche inerenti il settore del lavoro nelle aziende del territorio marsicano.

“Veniamo da mesi di difficoltà causate da un evento eccezionale, il covid 19, che ha fortemente penalizzato i lavoratori e le loro famiglie non solo da un punto di vista psicologico, stravolgendo completamente le loro abitudini di vita, ma anche da un punto di vista economico”, ha commentato Gallotti, “sotto quest’ultimo aspetto infatti, gli impiegati delle aziende marsicane, da un giorno all’altro, hanno ricevuto una decurtazione del loro salario, conseguente a periodi medio lunghi di CIGO per COVID19, in grado di fornirgli uno stipendio il cui ammontare al massimo poteva arrivare a 700/800 euro mensili. Tutto ciò vivendo con la costante paura di perdere il posto di lavoro, in caso di fallimento aziendale, su cui avevano costruito progetti di vita.

La parola lavoro, nella nostra società, non evoca soltanto un mezzo di sostentamento, ma è la massima rappresentazione della dignità umana. Intorno ad esso ogni persona progetta e costruisce il il proprio futuro, realizza i propri sogni, raggiunge le sue ambizioni. In una situazione del genere, soprattutto considerando il devastante impatto che il COVID19 potrebbe avere in autunno, la nuova amministrazione comunale non può risultare sorda alle esigenze dei lavoratori, di chi contribuisce a far vivere la nostra economia, ma deve invece  ascoltarli e sostenerli tutelando in questo modo il motore economico del territorio marsicano”.