News in tempo reale

Alternanza scuola-lavoro, docenti del Galilei a Berlino per studiare il sistema tedesco

Avezzano. In attuazione del progetto “G.O.A.L.” finanziato fa Erasmus+, la settimana dal  9 al 15 ha visto protagonisti a Berlino cinque docenti dell’I.I.S. “G. Galilei” di Avezzano per un corso di formazione sul sistema di alternanza scuola lavoro vigente  in Germania. L’iniziativa è nata dall’esigenza di conoscere e recepire l’alternanza di alta qualità, data l’esperienza consolidata  maturata negli anni dal sistema tedesco.

Il team è stato accolto con ospitalità e professionalità, Il programma è stato ricco di esperienze sul campo, con visite presso scuole di ogni ordine e grado, incontri in agenzie per il lavoro e seminari tenuti da docenti dell’università tecnica di Berlino. I docenti M.T. Angelini, S. Giuliocesare, I. Santilli E S. Tuzi, delegato del dirigente scolastico Corrado Dell’Olio, guidati dalla referente del progetto S. imag0989Cherubini, hanno potuto arricchire le loro competenze mettendo a confronto il sistema formativo di alternanza scuola lavoro tedesco con quello italiano, rilevando punti di forza e di debolezza di entrambi. Opinione comune dei partecipanti è che, sicuramente il sistema duale tedesco ha una validità formativa con riflessi positivi sull’economia nazionale, con buone pratiche da esportare, tuttavia anche il sistema italiano, sebbene di giovane introduzione, L.107/2015, presenta caratteristiche apprezzabili e più flessibili garantendo  l’inclusione e la piena integrazione della persona umana, facendo rilevare già nel primo anno di attuazione, risultati importanti ed incoraggianti.

Certo è che le imprese presenti sul territorio nazionale italiano dovrebbero essere maggiormente sensibilizzate rispetto alla valenza dell’alternanza scuola lavoro, prestando maggiore collaborazione con le istituzioni scolastiche e  investendo nella qualificazione professionale delle giovani generazioni.  inoltre e’ auspicabile che, una volta entrata a regime, l’alternanza possa essere maggiormente  incentivata e sostenuta da un punto di vista finanziario, organizzativo e logistico dallo stato.